Cronaca

vensia

VENEZIA, ASSOTUTELA: “VALUTIAMO ESPOSTO SU ELEVATE TARIFFE TAXI ACQUEI”

“Quando una splendida gita a Venezia può trasformarsi in una odissea viaria con un elevato esborso di soldi. Da alcuni cittadini ci giungono allarmanti segnalazioni in merito alle esose tariffe, applicate dai taxi acquei per trasportare gli utenti in giro per la Città dell’Amore. Alcune esperienze raccontano che per poco di dieci minuti di traversata in laguna, si arriva a spendere fino a cento euro. E’ l’alternativa quale sarebbe? I vaporetti e i battelli del trasporto pubblico, con abbonamenti giornalieri di circa 20 euro. Dove spesso si è costretti a viaggiare in condizioni precarie su convoglio obsoleti. Con il consumatore che viene trattato alla stregua di un carro bestiame. Vorrei sapere dal sindaco di Venezia e dal presidente della Regione Veneto se sia a conoscenza di tutti episodi preoccupanti e quali concrete azioni hanno intenzione di mettere in campo al fine di evitare che un viaggio in taxi costi una vera e propria tombola per il turista. Al contempo, stiamo vagliando l’opportunità di presentare un esposto alla Procura affinchè accerti eventuali illegalità o inefficienze. Inoltre, sarà nostra cura informare i competenti organi dell’Unione Europea. Siamo disposte alle barricate pur di tutelare i cittadini utenti”. Così, in una nota, il presidente nazionale dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

FIORINI

SAN REMO FESTIVAL CAFE’: “TRISTI PER SCOMPARSA DI LANDO FIORINI. VICINI ALLA FAMIGLIA”

“Nelle scorse ore ci ha lasciato uno dei più autorevoli protagonisti del mondo del teatro e della musica: il grande Lando Fiorini. L’attore e cantante, originario di Trastevere, è morto a 79 anni dopo una lunga malattia. Si tratta di una immensa perdita per la nostra comunità. Lando Fiorini, infatti, era una icona, uno straordinario artista e una persona splendida. Esprimiamo, dunque, la nostra vicinanza e il nostro cordoglio alla famiglia di Lando Fiorini”. Così, in una nota, il patron del San Remo Festival Cafè, Michel Emi Maritato.

polizia-volanti-notte

ROMA. MOVIDA ALL’EUR: APPROVATA PROCEDURA OPERATIVA PER LA SICUREZZA

In un tavolo tecnico, presieduto questa mattina dal Questore Guido Marino, alla presenza del presidente del XI municipio Dario D’Innocenti, dell’Amministratore delegato di EUR S.p.a. Enrico Pazzali e dagli esercenti dei locali della tradizionale movida dell’Eur ( Spazio 900, Room 26, Exe e San Salvador ) sono state messe a punto le strategie di sicurezza per la cd. movida invernale.

Al fine di comprendere a fondo, i meccanismi degenerativi dei contesti di svago con frequentazioni giovanili, è stata pianificata una ricerca scientifica in partenariato con la “Link Campus University”, insieme a psicologi della Polizia di Stato. La ricerca  si pone l’obiettivo di indagare i fenomeni di devianza giovanile, alla base anche di episodi di violenza, come quelli registrati proprio all’Eur, quest’estate.

Approvato un regolamento d’uso che disciplina i comportamenti degli avventori dei locali e che prevede, pure, anche l’esclusione degli stessi nei casi di inosservanza.

Gli operatori del settore, anche in base alle circolari Minniti/Gabrielli, provvederanno con proprio personale al mantenimento delle condizioni di “safety” in occasione dell’afflusso, della permanenza e  del deflusso dai locali.

Per i momenti di criticità ed emergenza, creato un sistema di collegamento “punto a punto” tra gli operatori di sicurezza interni ai locali e le forze dell’ordine.

Gli esercenti dei locali hanno anche assunto un impegno per la raccolta e lo smaltimento del materiale di risulta, conseguente alla movida, in maniera tale da preservare il decoro dei luoghi.

Soddisfazione è stata espressa dal Questore Marino e dal presidente del Municipio, che hanno sottolineato il particolare rilievo del momento della condivisione per operazioni di sicurezza riguardanti soprattutto i giovani.

La procedura operativa è in atto e sarà in vigore fino al 31 di maggio 2018.

polizia

ROMA. SERVIZI DI ANTIBAGARINAGGIO PREDISPOSTI DALLA POLIZIA DI STATO IN OCCASIONE DELLO SCORSO DERBY CAPITOLINO

Nell’ambito dei servizi volti a garantire la sicurezza e legalità in occasione del derby Roma – Lazio dello scorso 18 novembre, gli agenti della Polizia di Stato della Divisione Amministrativa e Sociale, come da ordinanza del Questore Guido Marino, hanno effettuato una serie di controlli per prevenire il fenomeno del bagarinaggio.

Due persone, entrambi di origini napoletane, tra i 30 e i 40 anni, sono stati sorpresi dagli agenti mentre stavano vendendo tagliandi per l’accesso alla manifestazione in programma, ad un gruppo di turisti brasiliani.

Le verifiche hanno permesso di accertare che i due uomini, non solo stavano effettuando l’esercizio abusivo della professione vendendo tra l’altro i biglietti del settore  dei Distinti Nord, il doppio rispetto al prezzo ufficiale, ma questi erano palesemente contraffatti.

In particolare veniva utilizzato nella stampa dei biglietti, per trarre inganno gli ignari turisti, un“layout grafico” della scorsa stagione calcistica, opportunamente modificato per il derby.

Al termine degli accertamenti, i poliziotti, oltre a denunciare P.M. in concorso con il suo complice, per contraffazione, è stato arrestato per  aver contravvenuto al provvedimento del DASPO.

Infine, ulteriori controlli per contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, nell’area dello Stadio Olimpico, hanno permesso agli agenti di elevare sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 12 mila euro e di sequestrare circa 400 pezzi, tra gadget e sciarpe, con marchio contraffatto.

violenza-bambini-705x472

GIORNATA CONTRO VIOLENZA DONNE, TANTI EVENTI ORGANIZZATI DAL COORDINAMENTO FI DONNE

“In queste ore si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Nell’ambito di questa importante data e viste le molteplici richieste di collaborazione giunte alla nostra attenzione, ci è parso riduttivo parlare di questo delicato tema in un unico giorno: per questa ragione il coordinamento provinciale di Forza Italia, da sempre attento e sensibile alla delicata problematica della violenza sulle donne, ha organizzato in sinergia col presidente dell’associazione Animec Deborah Imperi e con Stefania Cacciani, una settimana di eventi di sensibilizzazione sul territorio della Provincia di Roma. La settimana si concluderà con un grande evento la prossima domenica 3 Dicembre nella splendida Piazza del Popolo, alla presenza di personalità politico-istituzionali, esperti, criminologi, artisti ed esponenti del terzo settore”. Così, in una nota, il coordinamento Donne FI Provincia di Roma, Mirta Paganelli, e il coordinatore FI Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

mollicone

IL GIALLO DI ARCE/ Guglielmo Mollicone, il padre di Serena, a Radio Cusano Campus: “Uccisa nella caserma dei carabinieri perchè denunciò lo spaccio di droga”

di Marco Valerio

Serena Mollicone, la 18enne di Arce, nel Frusinate, scomparsa il 1° giugno 2001 e ritrovata morta due giorni dopo in un boschetto, sarebbe stata picchiata con violenza e poi soffocata, probabilmente con un sacchetto infilato in testa. In base a quanto trapelato dai risultati della nuova perizia medico legale, le lesioni al capo sarebbero “compatibili” con l’urto su una porta sequestrata in un alloggio della caserma dei carabinieri di Arce. Ricordiamo che per la morte di Serena Mollicone gli unici indagati, con le ipotesi di omicidio volontario e occultamento di cadavere, sono: l’ex maresciallo dei carabinieri di Arce, Franco Mottola, la moglie e il figlio. Serena sarebbe andata nella caserma di Arce per denunciare lo spaccio di droga accusando in particolare Marco, il figlio del maresciallo Mottola, e lì avrebbe trovato la morte. Continue reading…

campidoglio

ROMA, ASSOTUTELA: “RAGGI ASCOLTI MONITO COORDINAMENTO COMITATI NO PUP”

“Apprendiamo con preoccupazione che la delibera di Giunta capitolina che prevede l’espunzione di alcuni interventi del Piano Urbano Parcheggi ha ottenuto il parere favorevole della commissione Mobilità per approdare così in queste ore in Assemblea Capitolina. Una provvedimento, quello del Campidoglio, che non ci convince e che presenta molte perplessità nella forma e nella sostanza. Un provvedimento, altresì criticato in maniera puntuale dal Laboratorio Carteinregola (che fa parte insieme ad altre realtà territoriale del Coordinamento Comitati NO PUP, ndr), che ricorda come le promesse di approfondimenti non siano state rispettate, e chiede alla sindaca di Roma Virginia Raggi di sottoporre al parere dell’Anac il quesito se gli interventi del Piano Urbano Parcheggi, che non hanno ancora raggiunto la Convenzione debbano essere oggetto di gare di evidenza pubblica. Su tutto questo maggioranza e amministrazione grillina dovrebbero rispondere, al contempo lavorando con i comitati per un Pup realmente a misura di cittadino, legale e concreto”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

polizia

FALSO ALLARME BOMBA IN STUDI MEDIASET “TÚ SÍ QUE VALES”

Falso allarme bomba negli studi Mediaset in via Tiburtina 1.362. E’ accaduto intorno alle 15.30. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, gli agenti della polizia di Stato e gli artificieri. A far scattare le verifiche una chiamata anonima giunta alla redazione che riferiva della presunta presenza di un ordigno esplosivo negli studi dove era in corso la registrazione di una puntata del programma televisivo “Tú sí que vales”. Le verifiche hanno dato esito negativo

tittamadia

ASSOTUTELA GIOVANI: “ADDOLORATI PER SCOMPARSA TITTA MADIA”

“In queste ore un grave lutto ha colpito l’avvocatura capitolina. All’età di settanta anni se ne è andato, a causa di un improvviso malore, l’avvocato Titta Madia, stimato e apprezzato penalista, per la sua competenza, per la sua professionalità e per la sua signorilità. A nome mio e di tutta l’associazione rivolgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di Titta Madia. Vi siamo vicini, con il cuore e con l’anima”. Così, in una nota, Carol Maritato, segretario nazionale dell’associazione Assotutela Giovani.

denis bergamini

IL CASO BERGAMINI/ L’avvocato della famiglia a Radio Cusano Campus: “Denis fu ucciso per soffocamento. Finalmente c’è una Procura che fa il suo mestiere”

di Marco Valerio 

Sempre più vicina alla verità la nuova inchiesta sulla morte del calciatore del Cosenza Donato Bergamini detto Denis, morto il 18 novembre 1989. Infatti, dalle nuove analisi effettuate sui resti del giocatore riesumati di recente, risulterebbe che sarebbe morto soffocato e non gettandosi sotto un camion sulla statale ionica, vicino a Roseto Capo Spulico (Cosenza). Quindi non si trattò di suicidio ma di omicidio. Continue reading…

Lombardia, operazioni antimafia - Polizia

CIVITAVECCHIA. 3 ARRESTATI IN POCHE ORE DALLA POLIZIA DI STATO. LESIONI GRAVISSIME, PORTO ABUSIVO DI ARMA DA TAGLIO E SPACCIO DI STUPEFACENTI I REATI CONTESTATI

Risolto, in poche ore, il caso del 40enne civitavecchiese che, ieri pomeriggio, attorno alle 17, è stato accoltellato nel quartiere Campo dell’Oro, a seguito di una violenta lite.

L’uomo, portato al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo, con una profonda ferita al braccio, è stato subito sentito dal personale in servizio al Posto di Polizia presso il nosocomio cittadino che, ha raccolti i primi indizi, utili a far luce sull’episodio e, gli elementi  necessari per le successive indagini.

Gli investigatori, in brevissimo tempo, hanno individuato il giovane con cui, poco prima, la vittima aveva avuto  una violenta lite,  rintracciandolo poco distante .

Civitavecchiese, 24 anni,  subito bloccato dagli agenti, è stato trovato in possesso di un grosso coltello da cucina che occultava all’interno della manica del giaccone.

Durante la perquisizione, effettuata nell’abitazione del ragazzo, i poliziotti hanno rinvenuto inoltre,  un grosso involucro contenente quasi 1 kg. di hashish ed un bilancino di precisione, utilizzato per la preparazione delle dosi.

L’uomo, è stato arrestato sia per le lesioni gravissime che per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché per porto abusivo di armi.

Sempre nella serata di ieri, 7 novembre, personale della squadra di polizia giudiziaria del commissariato diretto dal dott. Nicola Regna, impegnato in specifici servizi di prevenzione e repressione dei reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato due giovani nordafricani che, giunti in città con un treno proveniente da Roma, venivano trovati in possesso di gr. 100 di hashish.

Ad attirare l’attenzione dei poliziotti, l’atteggiamento dei due ragazzi che, appena scesi dal treno, si affrettavano a lasciare la stazione, continuando nervosamente a guardarsi attorno.

I due giovani, sono stati subito bloccati e controllati dai poliziotti che, hanno rinvenuto, addosso a B. A,. un panetto di 98 gr. hashish e, nelle tasche di M.M., altri 2 gr. di stupefacente.

I due, accompagnati presso gli uffici del commissariato, sono risultati privi di documenti d’identità e, dai successivi accertamenti, entrambi sono risultati colpiti da provvedimento di espulsione.

valeriadavide

PINO E LA MAMMA: AMORE SENZA FINE

Di Valeria Davide

Sono trascorsi pochi mesi dall’anniversario della scomparsa di Pino Daniele e ieri nella sua pagina Facebook il fratello  Nello Daniele ha condiviso una delle ultime foto dell’artista, che lo ritraggono sorridente abbracciato alla mamma .

Uno scatto che ha commosso il web, perché Pino vive ancora nel cuore dei suoi fans, nei vicoli di Napoli dove si respirano le note delle sue canzoni affisse ai muri .

A due anni dalla sua morte Pino non è stato affatto dimenticato, anzi sempre numerosi sono i concerti e gli appuntamenti per ricordarlo. Napoli canta ancora con sua la voce , e si tinge  dei colori che l’artista ha disegnato per noi , per cantarci questa bella città, come una “Femmena “che con l’abbraccio imponente del Vesuvio non ti fa sentire mai solo.

Pino ci ha insegnato che ” basta  ‘na jurnata ‘e sole” per colorare “ Un giorno che non

va” anche “Quanno chiove “.

Anche l’ex moglie Fabiola Sciabarresi  affida il ricordo ai social, con una vecchia foto di loro due insieme e il messaggio: “4 Gennaio 2015-4 Gennaio 2017. Ti manderò un bacio con il vento e so che lo sentirai, ti volterai senza vedermi ma io sarò lì (Pablo Neruda). Sei sempre con noi”.

Ambulanza Ares 118

VIABILITA’. CIAMPINO, SCONTRO FURGONE-AUTO: DONNA ESTRATTA DA LAMIERE

Si trova all’ospedale di Albano in codice giallo una donna di 54 anni che questa mattina e’ rimasta vittima di un incidente stradale in via del Sassone, all’incrocio con via dei Laghi, nel comune di Ciampino. L’incidente, alle 9.30 circa, ha visto coinvolti un furgone e un’autovettura Fiat Palio guidata dalla donna. I Vigili del fuoco di Roma sono dovuti intervenuti per estrarre la 54enne dalle lamiere della sua automobile. Immediato il soccorso da parte dal personale medico del 118. Sul posto e’ intervenuta l’autorita’ competente per gli accertamenti del caso. La strada e’ stata riaperta in tarda mattinata (DIRE)

albero caduto-4-5

ROMA, PALOZZI-AUBERT-MARITATO(FI): “ESPOSTO IN PROCURA SU MANUTENZIONE ALBERI”

“Un altro albero caduto nelle scorse ore a Roma, stavolta a due passi da Lungotevere. L’ennesimo pericoloso episodio che testimonia impietosamente il completo degrado e il totale abbandono istituzionale in cui versa la città di Roma a causa della inadeguatezza amministrativa della giunta grillina della sindaca Virginia Raggi. Una realtà ambientale e infrastrutturale che incide negativamente sulla sicurezza dei cittadini capitolini. Ci chiediamo: che fine hanno fatto le politiche di manutenzione e cura del verde, sbandierate dalla Raggi in campagna elettorale? Quali sono realmente i monitoraggi e i controlli avviati? Alla luce delle numerose cadute di alberi in tutta la città negli ultimi mesi, stiamo vagliando la possibilità di presentare un esposto alla Procura della Repubblica su questa delicata questione e sulle eventuali responsabilità di Roma Capitale”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi, il coordinatore FI Primo Municipio Roma-Centro, Luca Aubert e l’esponente FI, Michel Emi Maritato.

IMG-20171010-WA0015

SCUOLE, ASSOTUTELA: TOPI ALLA GRAMSCI DI VIA LAURENTINA

Ancora emergenza topi a Roma, ancora un istituto scolastico coinvolto. Nuove segnalazioni giungono stavolta dalla scuola primaria Antonio Gramsci, su via Laurentina, dove ieri pomeriggio sono stati avvistati due topolini di campagna nelle aule V A e II C. Le aule sono state immediatamente abbandonate e chiuse. Gli alunni hanno proseguito altrove le attività. Uno dei due topolini è stato anche catturato dal personale. L’altro si è rintanato in un buco del muro. E’ stato immediatamente richiesto un intervento di derattizzazione urgente a scopo precauzionale per tutto l’edificio. Inoltre l’apertura nel muro è stata immediatamente sigillata. Si tratta di un episodio vergognoso a cui Raggi e compagnia devono porre rimedio: Le due aule devono essere immediatamente sottoposte ad igienizzazione da parte del personale addetto. Purtroppo in merito stamattina ci giungono notizie di disagi per studenti e dirigenza scolastica visto che a causa della mancata derattizzazione, alcuni alunni starebbero facendo lezione nel laboratorio informatico. Siamo alla follia”. Lo afferma il presidente di Assotutela Michel Emi Maritato.