Attualità

aldomoro1

SCRITTA ‘MORTE ALLE GUARDIE’ CON SVASTICHE SU LAPIDE DI ALDO MORO

Una scritta, fatta con lo spray, ‘Morte alle guardie’, e due svastiche ai lati, e’ stata scoperta questa mattina poco dopo le ore 7 sulla base di cemento della lapide commemorativa di Aldo Moro in via Stresa a Roma. La lapide al momento e’ stata rimossa causa lavori di restauro. Sul posto la Polizia del commissariato Monte Mario, che indaga sulla vicenda

“La targa commemorativa di Aldo Moro in via Stresa 133 all’angolo con via Fani, a Roma, è stata imbrattata questa notte con la scritta “morte alle guardie” con due svastiche ai lati. Si tratta di un atto becero e vigliacco, perpetrato da qualche idiota che non conosce la parola rispetto e che auspichiamo possa essere assicurato presto alla giustizia. Siamo di fronte a un oltraggio vergognoso che condanniamo con assoluta fermezza”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

altaroma

DOPO ALTAROMA CONTINUA IL SUCCESSO DELLE PICA BAGS DI PIERA CATENA

Ha esordito in quest’ultima Alta Roma, manifestazione di moda e fashion che da sempre ha dato il via a nuovi talenti, ed il riscontro per le sue creazioni ha preso il via a spron battuto. Parliamo della giovane designerPiera Catena che con le sue creazioni Pica bags ha sfilato in Alta Roma 2018, con la mini capsule collection “Majorelle” , calcando la passerella con le creazioni della nota stilista l’architetto Sabrina Persechino. La stilista ha intitolato la sua collezione Elektron, “la via dell’ambra” (un tempo chiamata anche via Imperiale) luogo di estrazione dell’affascinante pietra che gli antichi greci chiamarono elektron, con il significato di “il brillante, il luminoso”, considerandola come la “sostanza del sole”. L’ambra è traslucida, di un colore che può variare dal giallo al rossiccio al bruno fino ad arrivare al verde, al viola e all’oro. Su questa palette la mirabile fantasia e precisione di Sabrina Persechino ha creato e fatto sfilare capi lineari, geometrici e strutturati, abiti scolpiti, di forte impronta architettonica, immancabili come sempre il bianco e il nero. Una presentazioneemozionante  anche per aver introdotto una giovane  musicista “Giorgia Rossetti” che abilmente ha suonato live il violino elettrico.

In questo caso l’intuito della stilista Persechino è stato anche nel saper scegliere un giovane talento come Piera Catena “Pica ”, creando una sinergia assoluta,  tra abiti e borse.  Una capsule prestigiosa per Pica che segna il suo brillante  esordio in Alta Roma con “Majorelle”, S/S 2018 ispirata ad uno dei giardini più belli del mondo situato a Marrakech.

 Progettato dall’ artista francese Jacques Majorelle, che negli anni diventò fonte di ispirazione per lo stilista Yves Saint Laurent.

Un mix di colori vivaci e forme che ispirano questa sua nuova collezione che abbiamo visto sfilare con delle variazioni di colori, attentamente studiati per la collezione Elektron di Sabrina Persechino, le forme semplicemente perfette ed in linea con gli abiti,  traggono ispirazione dal tipico mihrab e dai decori architettonici spesso arricchiti di motivi geometrici.  Tutto perfetto per segnare il grande inizio di un giovane talento firmato “Pica” Piera Catena.

 

Polizia Locale di Roma

VIGILI SEQUESTRANO 1.500 CAPI CONTRAFFATTI A TOR SAPIENZA

Oltre 1.500 pezzi tra capi d’abbigliamento e scarpe contraffatte sono state sequestrate dagli agenti dei gruppi Spe e Gssu del Corpo di Polizia di Roma Capitale, nel corso della perquisizione in un deposito in via Casali del drago, a Tor Sapienza. I caschi bianchi coordinati dal vicecomandante Lorenzo Botta sono arrivati al deposito a seguito di una attivita’ di indagine e pedinamenti, effettuata sui venditori abusivi del centro storico, con lo scopo di risalire alle fonti di approvvigionamento della filiera del falso. A seguito della perquisizione e’ quindi scattato il sequestro, sia delle merci che dello stesso immobile in cui vivano e per due uomini di nazionalita’ senegalese accusati di essere i grossisti del traffico. Per i due e’ scattato il deferimento all’Autorita’ giudiziaria.

PMIimprese

“LE IMPRESE LAZIALI HANNO RECUPERATO COMPETITIVITÀ”

“Una ripresa trainata in particolare dall’export, ma anche da quelle aziende che hanno deciso di innovarsi investendo in R&S. Questo significa che molte imprese laziali hanno recuperato la propria competitività e si sono rimesse in corsa sullo scenario globale”. Cosí il Presidente di Federlazio, Silvio Rossignoli, presentando, presso la sede dell’Associazione, la consueta indagine congiunturale, realizzata proprio da Federlazio sullo stato di salute delle piccole e medie imprese del Lazio, effettuata su un campione di 450 imprese associate. Lo studio che ha riguardato il secondo semestre 2017, ha evidenziato che tra le imprese del Lazio c’è una ripresa in atto. “Quello che però rimane ancora un elemento di debolezza – ha aggiunto Rossignoli – è il modesto utilizzo dei fondi per la formazione del personale. Oggi l’investimento in formazione è diventato una delle leve strategiche per lo sviluppo aziendale perché innalza il contenuto qualitativo sia dei prodotti che dei processi. Purtroppo l’incertezza causata dai prossimi appuntamenti elettorali non aiuta. Ci auguriamo che la politica, sia nazionale che regionale, possa creare presto quelle precondizioni necessarie per sostenere ed accompagnare la ripresa, anche perché sui mercati globali i concorrenti sono più agguerriti, più organizzati, più determinati e soprattutto hanno alle spalle sistemi-paese più efficienti”

roccotiso

Politiche, appello di “Iniziativa Comune” ai partiti

Dopo le elezioni del 4 marzo 2018, rinnovato il Parlamento, l’Italia andrà incontro alla XVIII legislatura e ci sarà un nuovo governo. “Forse, ci saranno nuovi ministri e amministratori che non conosciamo e forse conosceremo solo dopo che il presidente della Repubblica avrà affidato l’incarico di formare il nuovo Esecutivo. Siamo dunque chiamati alle urne, ma conosciamo solo in parte i propositi delle forze politiche candidate al governo del Paese”. A parlare è Rocco Tiso, portavoce di “Iniziativa Comune”, neonato gruppo di Cooperazione e Proposte, composto da “Radici” (Raggruppamento corpi intermedi nessuno tocchi le radici), “Confeuro” (Confederazione degli agricoltori europei e del mondo) e “Soggetto giuridico” (Organismo di aggregazione intercategoriale e coinvolgimento dei cittadini). Iniziativa Comune, dunque, nasce per analizzare nel concreto le condizioni politiche, economiche e sociali in cui si ritrova il sistema Italia e per approfondire gli aspetti che riguardano il sistema delle piccole e medie imprese, in particolare del mondo dell’agricoltura, artigianato e commercio. “Settori nevralgici della nostra economia, motore del Belpaese che il nostro Stato – sottolinea Tiso – troppo spesso sottovaluta, se non trascura. Per questa ragione, abbiamo deciso di creare un soggetto civico, non ideologizzato né politicizzato, che nel rispetto dei valori fondamentali della Carta Costituzionale, cementifichi il pluralismo, le libertà associative, i diritti delle minoranze. E tuteli le migliaia di aziende italiane. Aziende, di cui “Iniziativa Comune” si fa portatore, proponendo alle forze politiche, in lizza alle elezioni del 4 marzo prossimo, un documento con le priorità del Paese.

Sul tema Ricco Tiso premette: “Da troppo tempo la politica è impegnata in schermaglie che sembrano avere l’obiettivo di stabilire chi, tra i partiti, sia il più accreditato per avere il privilegio di Governare lo Stivale, atteso che per celebrare la Democrazia non occorrono chissà quali grandi uomini. L’Italia ha bisogno solo di più gente onesta. La politica sembra non avere ritegno, spregiudicata fino a trasformare una competizione libera e democratica in un incomprensibile commercio del vento”, commenta preoccupato il portavoce di Iniziativa Comune. Che, quindi, detta la linea per ripartire: “Al fine di rappresentare le priorità, che a nostro avviso necessitano al Paese, abbiamo inviato un documento, approvato congiuntamente nella riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 25 gennaio scorso, nella convinzione maturata che l’Italia abbia bisogno del contributo di tutti, per riportarla nei margini di quella democrazia che abbiamo ereditato da quanti, per Lei, hanno dato la vita”. Sviluppando forme di crescente cooperazione e collaborazione-partnership tra istituzioni e comunità nei diversi comparti: agricoltura, artigianato, commercio, trasporti, ricerca, scuola, comunicazione, cultura. “Noi ci siamo, Iniziativa Comune c’è, ci auguriamo che anche i partiti ci siano, inserendo nella loro azione di governo tutte quelle sinergie continuative e stabili, sulla base di un programma condiviso di processi formativi e di comunicazione, dedicati all’eccellenza del Sistema delle medie e piccole imprese”, conclude Rocco Tiso.

drufisanremo

SANREMO FESTIVAL CAFE’, DIALOGO APERTO CON GIANNI DRUDI

Grandi novità in vista per il San Remo Festival Cafè, apprezzata kermesse musicale italiana, che ha visto in questi mesi la partecipazione di big e storici artisti come Amedeo Minghi e di giovani talenti di successo come Carol Maritato. In queste ore il Patron del Festival, Michel Emi Maritato, ha incontrato insieme al noto producer Gianni Testa, presso gli studi romani di Radio San Remo web, il grande Gianni Drudi.

Gianni Drudi, noto e apprezzato cantante, che ha vinto diversi premi canori e ha partecipato a numerose trasmissioni nazionali, gode ormai da anni di fama e popolarità in tutto in Belpaese, grazie a tutta una serie di successi “leggeri” come “Fiky Fiky” e “La Pantera”. Si ricordano, inoltre, le sue presenze a Superclassifica Show, Il Maurizio Costanzo Show, Bella Estate Rai Uno e Mai Dire Goal.

Insomma, un artista a tutto tondo che Patron Maritato vuole a tutti i costi portare nello staff del prossimo San Remo Festival Cafè 2019. “E’ stato un piacere incontrare Gianni Drudi – conferma Michel Emi Maritato -, con lui è aperto un dialogo per una futura collaborazione che ci auguriamo si concretizzi presto. Saremmo felici e onorati di averlo con noi. Un cantante come lui è un valore aggiunto per il nostro Festival, che l’anno prossimo si preannuncia ricco di eventi e novità”.

autobus cotral

NASCONDEVA AGHI SIRINGHE IN SEDILI PULLMAN COTRAL: DENUNCIATO

I Carabinieri della Stazione di Subiaco hanno denunciato a piede libero un italiano di 58 anni, operatore sanitario presso un ospedale della Capitale, con l’accusa di lesioni personali aggravate. La vicenda e le indagini hanno avuto origine lo scorso mese di dicembre, a seguito di alcuni rinvenimenti di aghi di siringa conficcati sui sedili degli autobus Cotral impiegati sulla tratta Roma Ponte Mammolo-Subiaco. Nel corso dei vari sopralluoghi effettuati, i Carabinieri hanno accertato che gli aghi venivano oculatamente nascosti nelle sedute dei mezzi pubblici, con l’evidente obiettivo di pungere gli ignari viaggiatori. Le indagini, grazie ai servizi di osservazione e ai sistemi di videosorveglianza installati sugli autobus, hanno consentito ai Carabinieri di identificare nell’operatore sanitario 58enne l’autore del gesto sconsiderato. Durante le perquisizioni, delegate della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli, scattate nella sua abitazione e nello spogliatoio del luogo di lavoro, l’uomo e’ stato trovato in possesso di altri numerosi aghi da siringa e aghi cannula a farfalla, su cui saranno effettuati i dovuti accertamenti finalizzati a verificare l’eventuale presenza di agenti infettivi.

polizia

ROMA. COMPRA PROFUMI CON CARTA DI CREDITO RUBATA: ARRESTATO

Sono stati i profumi, ben ‘solvibili’ sul mercato nero, a permettere alla Polizia di Stato di arrestare a Roma un peruviano che stava usando una carta di credito da lui stesso rubata poco prima. Una donna, mentre stava caricando in macchina la spesa, era stata avvicinata da un finto turista che, chiedendole delle indicazioni stradali, l’aveva distratta al fine di rubarle la borsa che aveva lasciato sul sedile della propria auto. La vittima si e’ subito precipitata negli uffici del commissariato Celio; proprio mentre era dinanzi ai poliziotti, sullo smartphone, le sono arrivati i messaggi dalla banca; il ladro stava usando le sue carte di credito, aveva appena prelevato del contante e stava facendo acquisti in zona. Gli investigatori si sono subito concentrati nelle zone indicate dagli sms ed appena e’ arrivata la notifica dell’ennesimo acquisto si sono precipitati nella profumeria indicata. V.P.H.G., queste le iniziali del 42enne peruviano, e’ stato bloccato ancora alla cassa con in mano la carte di credito rubate e un sacchetto con i costosi profumi. L’uomo, gia’ noto alle forze dell’ordine, e’ stato arrestato e durante la perquisizione sono state ritrovate le altre carte di credito, parte del contante e l’orologio della squadra del cuore, acquistato poco prima con la stessa carta. (DIRE)

Carol Gabriella Maritato

L’INTERVISTA – CAROL MARITATO E UN 2018 A TUTTA MUSICA

Giovane, bella e grintosa. Carol Maritato, cantante emergente del panorama musicale italiano, ha davanti un 2018 che si preannuncia ricco di soddisfazioni. Settimane di lavoro, impegno, sacrificio, che la vedranno calcare le scene e il red carpet del BelPaese. Un percorso di cui Carol è cosciente: “Questi sono e saranno mesi molto intensi. Con la musica sempre al centro della mia quotidianità”, rivela ai nostri microfoni. Musica a 360 gradi: “Assolutamente sì. In questo periodo sto lavorando, di concerto con altri autorevoli artisti, al progetto del San Remo Festival Cafè per la ricerca di nuovi talenti e per dare spazio alle ambizioni di giovani cantanti che vanno sul palco per regalare emozioni”. Un progetto a cui Carol tiene molto, senza però dimenticare la propria carriera artistica: “Sto lavorando su un nuovo inedito: un brano introspettivo, irrazionale, emozionale, che vuole far sognare chi lo ascolta. Un testo che reputo di qualità, a cui tengo molto e che nel 2018 vedrà finalmente la luce”. Un brano che merita una location di eccezione: il festival di Sanremo 2019: “Non nascondo che vorrei presentarlo in occasione di quella meravigliosa kermesse. Sarebbe bellissimo. Vediamo…”. Insomma, per Carol si prevede un anno a tutto birra, anzi a tutte note: “Obiettivi e ambizioni da raggiungere con tutta la grinta possibile”, dice combattiva la Maritato. In bocca al lupo.

carabinieri

ROMA. VIOLENZA SESSUALE A PIAZZA VITTORIO: UN ARRESTO

Un cittadino senegalese di 31 anni e’ stato arrestato, verso le 21.30 di ieri sera, dopo aver violentato una donna di 75 anni, di origini tedesche, nota clochard che stanzia sotto i portici di piazza Vittorio, a Roma. La donna, che stava dormendo all’angolo con via Carlo Alberto, come rivela l’agenzia Dire, si e’ svegliata trovandosi con i pantaloni abbassati e l’uomo dietro di lei; le sue urla hanno attirato l’attenzione di due turisti di passaggio e dei carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante, in transito di pattuglia, che hanno inseguito e fermato il cittadino straniero mentre tentava di scappare. La donna e’ stata soccorsa e visitata presso l’ospedale San Giovanni; si trova ora nella caserma di via Tasso, ospitata e rifocillata dai Carabinieri, in attesa di una sistemazione. L’uomo, accusato di violenza sessuale, e’ stato condotto in carcere.

Marco Montini

stadioflaminio

ROMA: CLOCHARD MORTO IN STADIO FLAMINIO, CONVALIDATO ARRESTO CINGALESE

Il gip del Tribunale di Roma ha confermato il carcere per Arachchillage Don áSangapala, detto ‘Thirisana’, il 39enne dello Sri Lanka, accusato dell’omicidio di Sulin Wickrmasingha, detto ‘Charlie’, il senza-tetto cingalese trovato morto nei pressi dello stadio Flaminio, a Roma, la mattina del 2 febbraio scorso. L’uomo oggi ha respinto le accuse, accusando un connazionale. “Non sono stato io. A uccidere Charlie è stato Fernando al termine di una lite. Io ero spaventato, sono scappato via tornando dall’anziano che accudisco come badante”. Il gip Cinzia Parasporo che ha condotto l’interrogatorio insieme al pm Stefano Rocco Fava, non gli ha creduto e ha confermato il carcere con l’accusa di omicidio per il 39enne arrestato venerdì scorso dai Vigili urbani del Nae (Nucleo assistenza emarginati) e del II Gruppo Salario Parioli. Una decisione presa vista, “la gravità del fatto” e “il pericolo di fuga”. L’uomo, si legge nella convalida del fermo, è considerato “di indole violenta” ed era già stato condannato a 2 anni e mezzo di carcere per “maltrattamenti e lesioni in danno della convivente”. Una persona violenta dunque e, si legge ancora negli atti, “costantemente ubriaco”. Anche l’omicidio sarebbe scaturito da una lite degenerata per colpa dell’alcol avvenuta la sera precedente al ritrovamento del cadavere (AdnKronos)

vigili del fuoco

LATINA, ANZIANO SCOMPARSO IERI POMERIGGIO: RITROVATO MORTO. E’ GIALLO

Un vero e proprio giallo nel sud pontino. E’ scomparso nel pomeriggio di ieri a Monte San Biagio e il suo corpo è stato ritrovato questa notte intorno alle 3, all’interno di una galleria ferroviaria della zona. Si tratta di un che, a quanto si apprendere, si era allontanato di casa alle 16 di ieri circa. I parenti hanno lanciato l’allarme e sono cominciate le ricerche che sono continuate fino a notte inoltrata quando i vigili del fuoco hanno chiesto di ispezionare la galleria ferroviaria facendo interrompere il traffico dei treni. Alle tre il corpo dell’uomo è stato rinvenuto proprio all’interno della galleria, non molto lontano dai binari. Le indagini per stabilire le cause del decesso sono tuttora in corso.

Marco Montini

NIGUARDA PRESENTAZIONE ATTIVITA_ PRELIEVO E TRAPIANTOD_ ORGANO E

A CIAMPINO FINALMENTE UN AMBULATORIO DI CURE PRIMARIE

Dopo mesi di lavoro intenso, prende finalmente forma la realizzazione e l’apertura a Ciampino di un ambulatorio di cure primarie. La cosiddetta Ucp (unità di cure Primarie), è un’associazione di medici di base che opereranno in una sede comune, individuata per il momento in Via Calo’ , che garantirà alcune prestazioni il sabato, la domenica e i festivi, insomma in quei giorni in cui manca la copertura del medico di base. L’Unità di Cure Primarie svolgerà diverse prestazioni tra cui: visite mediche di medicina generale, prescrizione farmaci, rilascio certificati, accertamenti diagnostici di base (test glicemico, stick urine, otoscopia, pulso simmetria, controllo della pressione, medicazione e sutura di ferita, rimozione punti, fleboclisi, ecc.

“Per noi che abbiamo a cuore la salute dei nostri cittadini – affermano il sindaco Giovanni Terzulli e l’Assessore alla Sanità Gabriella Sisti -, l’apertura dell’Unità di Cure Primarie è un traguardo importante, un segno di civiltà e di attenzione alla vita e alla cura dei nostri cittadini. Ringraziamo la Regione Lazio per la preziosa collaborazione e ancor di più la nostra Azienda Sanitaria Locale diretta dal Dott. Narciso Mostarda .Lunedi, un incontro con una delegazione di medici di base sancirà l’inizio di un percorso che ci auguriamo possa portare a dotare il nostro comune di servizi sanitari sempre più radicati e funzionali”.

Marco Montini

Turismo integrato, motore di Expo 2015 - Presentazione Società Explora

TURISMO ITALIA: FEDERTURISMO E COMPETERE LANCIANO LA SFIDA ALLA POLITICA

Competere, in partnership con Federturismo, ha presentato oggi, presso il Senato della Repubblica, il documento “Turismo Italia – Strategie e proposte per la crescita” che contiene 17 proposte articolate in punti programmatici per la crescita e la competitività dell’industria turistica. Alla presentazione, oltre al presidente di Federturismo Gianfranco Battisti e al presidente di Competere Pietro Paganini, si sono confrontati anche esponenti del governo e dei partiti candidati alle prossime elezioni, fra i quali Francesco Palumbo – Direttore Generale Turismo del MiBACT, Loredana Capone – Partito Democratico, Gian Marco Centinaio – Lega Nord, Edoardo Colombo – 10 Volte Meglio, Mattia Fantinati – Movimento 5 Stelle, Carlo Fidanza – Fratelli d’Italia e Licia Ronzulli – Forza Italia.
Il documento programmatico “Turismo Italia” è indirizzato ai movimenti politici e ai candidati, ma, contemporaneamente, anche a stakeholder e cittadini: uno strumento utile a comprendere le problematiche del settore turistico italiano e le possibili soluzioni, ma anche per misurare l’azione della politica e i suoi risultati. Le proposte contenute al suo interno affrontano diversi nodi ancora irrisolti della filiera e sono divise per aree tematiche. In particolare viene analizzato il contributo del turismo all’economia italiana, più del 10% – oltre 180 miliardi di euro – del PIL nazionale e oltre 2 milioni e mezzo di occupati, e sottolineata la necessità di considerare il turismo un settore industriale a tutti gli effetti per il quale è necessaria una nuova governance che sia in grado di guidare il sistema turistico attraverso nuove sfide, con particolare attenzione ai temi dell’occupazione, della fiscalità, della burocrazia e della trasformazione digitale.
“L’Impresa 4.0 del futuro deve passare necessariamente da qui” afferma Pietro Paganini, presidente di Competere che continua “Il turismo è un settore vitale per l’Italia come dimostrano i numeri in crescita degli ultimi anni. È necessario che stia al passo con i tempi della trasformazione digitale e dell’automazione per essere competitivo a livello internazionale ed essere sempre più un volano della crescita economica”.
“I Governi e la politica possono giocare un ruolo importante nel creare le condizioni necessarie allo sviluppo del settore” conclude Pietro Paganini “Il documento ‘Turismo Italia’ è quindi un punto di partenza fondamentale per tutti i candidati e i partiti che vogliono portare avanti proposte concrete e attuabili sia nel breve sia nel medio-lungo periodo. Allo stesso tempo ha lo scopo di fornire uno strumento ai cittadini e agli operatori per misurare l’azione della politica. Riteniamo che la misurabilità dei risultati sia fondamentale e debba essere valorizzata”. 

cc

UOMO PSICOTICO TROVATO LEGATO IN CASA

di Valeria Davide

Un uomo di trentasei anni, affetto da psicosi, è stato trovato all’interno della sua abitazione completamente legato al letto e all’armadio. A farne la terribile scoperta è stata la polizia di Nola che in un sopralluogo dello stabile hanno trovato l’uomo costretto a vivere con una catena ad una caviglia e due lucchetti che lo ancoravano, da un lato al letto e dall’altro a un armadio. Il tutto in assoluto degrado e in estreme condizioni igieniche. I responsabili di questa assurda vicenda sono i genitori sessantenni dell’uomo, che per evitare che il figlio uscisse di casa lo costringevano segregato da solo nella stanza. Per i due coniugi disoccupati e la figlia di 35 anni corresponsabile  del fatto, sono scattati gli arresti e sono stati portati nelle case circondariali di Poggioreale e Pozzuoli. I tre dovranno rispondere di sequestro di persona aggravato e maltrattamenti in famiglia.