Attualità

marlazio

CALCIO8, PER MAR LAZIO SPLENDIDA PROMOZIONE IN SERIE A

La Mar lazio vince la regular season ed è promossa ufficialmente nella serie A della Lega Calcio a 8. Un ruolino di marcia, praticamente infallibile, quello della squadra di mister Fabrizio Avallone: 13 vittorie, un pareggio e zero sconfitte. Col coefficiente punti 2.8 la Mar Lazio è risultata la miglior prima classificata degli altri gironi e, quindi, sarà testa di serie numero uno in occasione degli imminenti playoff. “È una stagione fantastica – commenta soddisfatto il presidente Michel Emi Maritato -. La squadra, il mister e la società hanno dimostrato grande professionalità e capacità. A loro faccio i complimenti e ringrazio per lo splendido risultato raggiunto. La promozione ci stimola a proseguire sulla strada intrapresa al fine di essere sempre più competitivi”, conclude il presidente Maritato.

mutuo-casa

USURA, ASSOTUTELA: “SPESE ASSICURAZIONE MUTUO NO NEL CALCOLO DEL TASSO SOGLIA”

“Usura, le spese di assicurazione del mutuo non rientrano nel calcolo del tasso soglia. L’importante pronunciamento arriva dal tribunale di Taranto ed è dello scorso marzo. Numerose le novità che i cittadini devono sapere. Innanzitutto le spese derivanti dal contratto di assicurazione non rilevano al fine del calcolo dell’eventuale usurarietà del contratto di mutuo in quanto si traducono in una protezione del patrimonio del debitore che, in caso di verificazione dell’evento previsto nel contratto di assicurazione, non sarà assoggettato ad esecuzione forzata come disposto dall’articolo 2740 c.c.. Inoltre, l’interesse moratorio non può essere computato ai fini del calcolo del tasso usurario ex lege 108/1996, onde deve essere esclusa ogni ipotesi di nullità contrattuale ex articolo 1418 cc, potendo solo l’interesse moratorio essere oggetto di riduzione ai sensi dell’articolo 1384 cc quale penale pattuita per il solo ritardo nell’adempimento della obbligazione pecuniaria. Infine, l’articolo 644 del codice penale, ancorando la previsione incriminatrice al momento di costituzione del vincolo contrattuale (usura originaria), non può essere applicato alla cosiddetta usura sopravvenuta”. Così, in una nota, il presidente di Assotutela, tributarista e già presidente Ante (Associazione nazionale tecnici ed econometrici), Michel Emi Maritato.

cusano campus

PIERLUIGI DIACO: “PER ORA TRA LEGA E M5S E’ UN COITO INTERROTTO”

Pierluigi Diaco è intervenuto stamattina nel corso di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Il giornalista radiofonico e televisivo ha detto la sua sull’attuale situazione politica: “Basta scomodare una canzone dei Negramaro, ‘Un passo indietro’, una canzone che parla di una storia d’amore molto complicata in cui la coppia compie passi in avanti e all’indietro ad indicare un rapporto che si avvicina e si allontana da quello che è il vero amore. La sensazione è che alla fine il matrimonio tra M5S e Lega si farà, ma per ora è un coito interrotto. Stamattina in radio da noi, su RTL, Toninelli, ha detto che Di Battista si sarebbe potuto risparmiare alcune battute su Berlusconi. Negli ultimi due anni i cinque stelle si sono trasformati, hanno cambiato pelle, la scelta di Di Maio è neodemocristiana, i collaboratori hanno torni più moderati, più pronti al compromesso, la cosa che poi è l’arte della politica. Mi sembra stiamo migliorando il proprio stato di salute interno. L’Opa della Lega su Forza Italia ha bisogno di tempo per essere compiuta, mentre il dibattito interno al Partito Democratico è quella discussione autoreferenziale di morettiana memoria. Renzi? Il suo errore più grande è stato quello di puntare sul Partito Democratico. Lui per almeno due anni è stato destinatario di attenzione e di stima da parte di un elettorato molto ampio, che coinvolgeva anche il centrodestra. Se avesse fatto un movimento suo, alla Macron, prima di fare l’Opa sul Pd, oggi non si troverebbe in questa situazione”.

20170429 SAN BASILIO marijuana

ROMA. SERRA MARIJUANA IN DEPENDANCE DI CASA: ARRESTATO 19ENNE

Tre piante di marijuana, un barattolo con la stessa sostanza gia’ essiccata, ventilatori, ventole di aspirazione, flaconi di proteine e fertilizzanti, un timer ed un generatore di corrente elettrica. Romano, 19 anni, F.M. aveva organizzato cosi’, in una dependance esterna alla sua abitazione, la attivita’ finalizzata alla produzione e al successivo spaccio della sostanza stupefacente. A scoprirlo gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti che, dopo averlo fermato nel corso di un controllo in zona Aventino, hanno voluto approfondire l’accertamento facendo una successiva perquisizione nel suo appartamento. Al termine dell’attivita’ investigativa, F.M., e’ stato arrestato per produzione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Michel Emi Maritato

Radiografia terahertz

TELEVISIONE E RADIO CONTINUANO A FARE TENDENZA: ECCO I PROGRAMMI TOP

Il web è da tempo la nuova frontiera dell’informazione, anche se ci sono programmi televisivi e radiofonici che giorno dopo giorno per quanto riguarda le news fanno tendenza.  In televisione le due regine, con target chiaramente completamenti differenti l’una dall’altra, sono Barbara D’Urso e Bianca Berlinguer. Di quello che accade nei salotti di Pomeriggio Cinque e Carta Bianca si discute per giorni, a volte per settimane.  La 7 ha dedicato all’informazione gran parte del proprio palinsesto. A fare tendenza sono soprattutto Non è l’Arena del ‘maestro’ Massimo Giletti e Di Martedì, con cui Floris si è imposto in breve tempo dopo il salto dalla Rai. Mirta Merlino con l’Aria che Tiraviene spesso rilanciata dalle testate giornalistiche più importanti del Paese.  Nemo, su Rai 2, è autorevole e giovanile al tempo stesso, mentre tornando a Mediaset ci sono Le Iene a fare tendenza praticamente in tutti gli argomenti che trattano. La Radio, però, non resta a guardare. Tra i programmi che fanno dell’informazione il proprio bigliettino da visita, spiccano No Stop News, di Rtl, con Pierluigi Diaco. La novità degli ultimi mesi è Circo Massimo, con Massimo Giannini su Radio Capital. Giuseppe Cruciani e David Parenzo su Radio 24 sono un’eterna conferma con la loroZanzara. Sempre dall’emittente di Confindustria, a fare informazione e tendenza si segnala la coppia Luca Telese-Oscar Giannino con 24 mattino. Una menzione speciale la meritano Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio (ECG-Radio Cusano Campus) che vengono ripresi ogni giorno dalle testate giornalistiche più lette del Paese e Un Giorno Da Pecora (Rai Radio 1), con Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, in grado di dosare alla perfezione leggerezza e politica, spettacolo e approfondimento.

Michel Emi Maritato

pedofilia

CASERTA- PEDOFILO MOLESTA MINORE NEL CENTRO COMMERCIALE CAMPANIA

Di Valeria Davide

Un uomo di quarantaquattro anni di Calvi Risorta è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale commessa a danno di minore di dodici anni.

Le molestie sono avvenute ieri pomeriggio nel centro commerciale Campania di Marcianise.  Una ragazzina è stata seguita e filmata dall’ uomo mentre misurava dei capi nel camerino .

Successivamente il pedofilo l’ha palpeggiata nelle parti intime e tentato di violentarla, ma la ragazza è sfuggita alle sue intenzioni e ha prontamente avvisato i genitori che con l’aiuto dei carabinieri hanno fermato l’uomo.

Sono stati ritrovati in suo possesso una microcamera contente decine di video di minorenni filmati a loro insaputa e il video che aveva appena girato alla piccola nel camerino.

L’uomo è stato arrestato per tentata violenza a danno di minore.

Nel suo appartamento sono stati trovati memory card e numerosi video che testimoniano un’attività che durava da anni.

Ieri il pedofilo è passato all’azione ma per fortuna lo stupro è stato bloccato in tempo.

di pietro

ANTONIO DI PIETRO: “SBAGLIAI A NON FIDARMI DI CASALEGGIO”

Antonio Di Pietro è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano. Di Pietro ha parlato del suo rapporto con Casaleggio: “Io e Beppe Grillo siamo stati entrambi aiutati nelle nostre prime esperienze politiche di comunicazione di massa da Casaleggio. Era una persona estremamente competente nel campo dell’informazione. Ha visto l’errore che ho fatto io e non l’ha fatto fare a Beppe Grillo. L’esperienza con l’Italia dei Valori è stata fondamentale per Casaleggio e quindi anche per il Movimento Cinque Stelle, perché io dalla sera alla mattina mi sono ritrovato ad avere un consenso incredibile, ero arrivato al 10%, avevo la necessità di costruire una classe dirigente e feci la scelta di trovare sul territorio persone che avevano già fatto politica. Così ho trovato tante persone perbene, ma anche tanti faccendieri. Avendo visto la mia esperienza, Casaleggio ha consigliato Grillo dicendogli che chi aveva già fatto politica in altri partiti non poteva iscriversi al Movimento Cinque Stelle”.

Lombardia, operazioni antimafia - Polizia

ROMA. SORPRESI MENTRE TENTANO DI CARICARE MOTO SU FURGONE

L’attenzione di un agente della Polizia di Stato libero dal servizio e’ stata attirata, nel primo pomeriggio di ieri, da un furgone che seguiva uno scooter con due persone a bordo. Quando i due mezzi si sono fermati accanto a delle moto parcheggiate, intuendo che i tre volessero rubarle, ha telefonato ai colleghi in servizio in quel momento, appostandosi per poter continuare ad osservare gli uomini senza essere visto. Pochi istanti dopo, sono arrivate le pattuglie dei commissariati Vescovio e Porta Pia, che hanno “pizzicato” gli uomini mentre caricavano una moto sul furgone: F.S. e F.F., entrambi romani, rispettivamente di 41 e 44 anni, sono stati arrestati per tentato furto aggravato in concorso. Sono in atto indagini per individuare il terzo individuo che e’ riuscito a scappare. Cosi’ in un comunicato la Questura di Roma.

villasora

“Giovani Violenti: Bullismo, Baby Gang e Violenza di genere”. Interessante convegno a Frascati

“Giovani Violenti: Bullismo, Baby Gang e Violenza di genere” è il titolo di un convegno tenutosi ieri, sabato 14 aprile, al Teatro Villa Sora. Un evento estremamente attuale, un approfondimento da un punto di vista giuridico, psicologico e pedagogico dei comportamenti violenti di adolescenti in coppia e in gruppo. Sono state trattate e analizzate tematiche importanti come il bullismo, le baby gang, la violenza di genere e tutte le condotte adolescenziali diffuse tra strada, scuola e web.  Proprio per comprendere l’importanza di un approccio multidisciplinare alla problematica della violenza giovanile, l’Osservatorio Nazionale Adolescenza ha organizzato questo evento formativo rivolto a genitori, insegnanti, ragazzi e a tutti i professionisti del settore, per comprendere le dinamiche, le motivazioni e le strategie di intervento. Hanno sviscerato questi delicati temi: Maura Manca, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, Ciro Nutello, Coordinatore del Progetto “Scuole Sicure” della Questura di Roma, Andrea Labasi, Avvocato, Don Francesco Marcoccio e Gianni Torroni, Dirigenti scolastici, Marcella Ciapetti, Pedagogista, Chiara Antonini, Psicoterapeuta dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, Simone Barraco, il Direttore Artistico del Centro Internazionale “Il Girasole”. L’aspetto della violenza giovanile sembra sia un’emergenza sociale data da l’incremento dei comportamenti legati alla microcriminalità e la violenza rivolta verso le persone da parte di ragazzini sempre più piccoli. Infatti, secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, su un campione di 11.500 adolescenti, dagli 11 ai 19 anni, che non vivono in condizioni di rischio: il 24% dei ragazzi ha partecipato a risse, il 22% ha commesso atti vandalici, il 6,5% fa parte di una gang e 1 su 10 dichiara di aver aggredito un coetaneo senza motivo.

Si tratta di comportamenti di una gravità estrema, apparentemente immotivati, un agire impulsivo, quasi in preda ai propri impulsi aggressivi in un apparente escalation di violenza. Il problema di questi adolescenti che agiscono in branco o in bande, è che non hanno più paura dell’autorità in generale, sia scolastica o genitoriale. Il fatto di non avere più timore delle conseguenze delle proprie azioni, delle sanzioni e di far del male, li fa sentire onnipotenti e li porta a sfidare, attraverso tutta una serie di comportamenti antisociali.  Ciò che, inoltre, è stato messo in luce dal convegno, è che non si deve fare l’errore di confondere questi comportamenti criminali con il bullismo, come purtroppo spesso accade. Il bullismo, infatti, prevede una ripetitività dei comportamenti rivolti intenzionalmente nei confronti di una vittima, bambino o adolescente che sia, presa di mira per alcune sue specifiche caratteristiche o fisiche o di personalità, in cui c’è una asimmetria di potere, ossia uno è più debole fisicamente e psicologicamente dell’altro. È emerso che, nella fascia tra i 14 e i 18 anni, il 28% dei ragazzi è stato vittima di bullismo mentre, nella fascia tra gli 11 e i 13 anni, i numeri salgono fino al 30%. Inoltre, è stato approfondito poco il tema della violenza di genere tra gli adolescenti, fenomeno troppo spesso sottovalutato, sebbene sia molto diffuso anche tra i più piccoli. Infine, durante l’evento, è stato sottolineato come la tecnologia, soprattutto all’interno delle coppie, sia diventata un amplificatore costante delle violenze che tanti ragazzi subiscono. Per tale ragione, non dobbiamo sottovalutare le violenze digitali perché le chat e i social network vengono usati come vere e proprie armi per soffocare l’altro: il 16% degli adolescenti è stato obbligato a cancellare amici/amiche su Facebook o su altri social network e 7 su 100 sono stati addirittura obbligati a dare la password, così da essere costantemente monitorati. Si tratta di persone che, per paura di essere tradite, lasciate e abbandonate, utilizzano queste modalità controllanti ed intrusive, violando la libertà e la privacy del partner, superando ogni limite.

Marco Montini

polizia

ROMA: LITE TRA TUNISINI FINISCE A COLTELLATE, 30ENNE IN PERICOLO DI VITA

E’ finita a coltellate una lite in strada tra tunisini, con un 30enne che al momento è in pericolo di vita al Policlinico Gemelli. E’ accaduto verso la mezzanotte sulla circonvallazione Cornelia, davanti al bar ‘Light Cafè’. Un tunisino di 30 anni è stato trovato a terra con ferite da arma da taglio al gluteo, al torace e al polmone.
Gli agenti del commissariato Aurelio, intervenuti sul posto, hanno rintracciato poco dopo i due aggressori: due fratelli tunisini di 31 e 18 anni che sono stati arrestati per tentato omicidio. Al momento si cerca un quarto tunisino che avrebbe partecipato alla lite e all’aggressione.

pd2

Pd Frascati, “A Cocciano consegnati gli appartamenti Ater”

“Stamattina è in corso la consegna di 10 appartamenti Ater a Cocciano. 10 famiglie, secondo la graduatoria comunale, avranno finalmente una abitazione dignitosa. Ringraziamo l’Ater Provincia di Roma e la precedente amministrazione che ha reso possibile oggi questa consegna, andando avanti nonostante il chiacchiericcio messo in giro ad arte e legato alla presenza di extracomunitari e il clima di paura per la loro presenza, che in passato non è mancato. Eravamo convinti fosse la scelta giusta e oggi sapere che 10 famiglie avranno finalmente una casa ci conferma la nostra convinzione. Frascati è un comune che ha fatto storicamente dell’attenzione a chi è in difficoltà un caposaldo della propria azione amministrativa e questo è un atto importante che ci inorgoglisce”. Così in una nota il Circolo del Partito Democratico di Frascati.

neminemi

LA COMMISSIONE EUROPEA SELEZIONA NEMI COME COMUNE LONGEVO E CON UNA OTTIMA QUALITÀ DI VITA PER IL PROGETTO CANCER

La Commissione Europea sceglie Nemi anche per il progetto Cancer come paese  longevo per la sua  elevata qualità della vita. La perla dei Castelli Romani è stata indicata per l’ambiente ottimale dove studiare la qualità della vita dei pazienti dopo la terapia immunoterapica contro il cancro. Ad Aprile si è svolto un importante convegno proprio al centro storico del comune, dove si è parlato degli approcci immunoterapici per migliorare l’outcome dei pazienti oncologici.  Durante la giornata di studio molti gli interventi di medici ed universitari che hanno approfondito gli studi: “L’importanza del sistema immunitario nella risposta dell’ospite contro il cancro è stata studiata per molti anni. Tutto questo però è cambiato quando una serie di studi clinici innovativi con i bloccanti del checkpoint hanno dimostrato che l’immunoterapia rappresenta una proposta valida per la cura del cancro tradizionale.  Il rapido aumento della conoscenza del sistema immunitario e della sua regolazione, ed in particolare dell’azione di questi bloccanti del checkpoint, quando usati in combinazione, ha mostrato che i risultati sui pazienti sono notevolmente migliorati rispetto ai trattamenti precedenti. L’ipotesi è che se possiamo sviluppare una strategia personalizzata per la gestione del cancro tramite l’IGS (chirurgia guidata da immagini) combinata con l’immunoterapia postoperatoria e il recupero del paziente, implementeremo non solo un approccio rivoluzionario in termini di diagnostica per immagini per l’identificazione delle metastasi distali ma anche a livello terapeutico.  Ciò contribuirebbe a migliorare la sopravvivenza generale e la QOL (qualità della vita) complessiva del paziente.Cresce la consapevolezza che l’immunoterapia antitumorale sarà un punto di svolta in termini di trattamento e di monitoraggio della qualità della vita”. “Siamo lieti – conclude il sindaco Alberto Bertucci – che il Comune di Nemi è sempre più centrale per questi progetti di ricerca, testimonianza del fatto che tutte le azioni svolte dall’amministrazione comunale in termini di riqualificazione del territorio iniziano a portare buoni frutti”.

Michel Emi Maritato-2

TUTOR, ASSOTUTELA: CLASS ACTION E DENUNCIA ALLA PROCURA CONTRO SOCIETÀ AUTOSTRADALE

“Rimuovere i tutor dalla rete autostradale, la Società Autostrade ha copiato il brevetto di una piccola ditta toscana. È quanto stabilito in queste ore dalla corte d’appello di Roma per una causa avviata nel 2006. I magistrati hanno riconosciuto la violazione del brevetto e ordinato la rimozione e la distruzione delle attrezzature esistenti. Come associazione che tutela da sempre i diritti dei consumatori, è da tempo che seguiamo con attenzione l’annosa vicenda e non possiamo che apprezzare il pronunciamento dei giudici. In base a questi dispositivi di sentenza, dunque, Assotutela richiede immediatamente la rimozione dei tutor dalla rete stradale, gestita dalla società Autostrade, e al contempo ha deciso di promuovere una class action e presentare una denuncia querela presso la procura della Repubblica di Roma per l’utilizzo non conforme e illegittimo di questo tipo di strumentazione, così come stabilito oggi dalla corte di Appello. Infine, avvieremo una richiesta di risarcimento danni contro la società Autostrade. Siamo al fianco di tutti i cittadini danneggiati”. Così in una nota il presidente di Assotutela, Michel Emi Maritato.

 

villatiberiahospital

SANITA’, ASSOTUTELA: “LODEVOLE INIZIATIVA DI PREVENZIONE A VILLA TIBERIA HOSPITAL”

“Quando la prevenzione e la cura del paziente sono la stella polare della nostra sanità. Succede al “Villa Tiberia Hospital”, autorevole presidio situato in via Emilio Praga, in zona Montesacro a Roma, dove la direzione amministrativa – guidata da Valeria Giannotta – ha ideato e organizzato una doppia iniziativa sanitaria, aperta alla comunità: lo screening cardiologico per adulti e bambini il 13 aprile, e lo screening urologico 19 aprile, svolte da equipe qualificate che si avvolgono di tecnologia di ultima generazione. Siamo di fronte a una iniziativa davvero lodevole e significativa, a cui la nostra Associazione, sempre in prima linea nella difesa del diritto alla Salute, ha aderito con estremo piacere. Una iniziativa, quella del Villa Tiberia Hospital, che rappresenta un esempio di sanità d’eccellenza, innovativa, che punta sulla prevenzione e sulla tutela del cittadino.  Un modello da seguire”. Così, in una nota, il presidente della associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

 

Il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, in una immagine del 19 dicembre 2014.
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

GOVERNO: SALVINI, SE TUTTI RESTANO SULLE LORO POSIZIONI SI VOTA

“Se tutti continuano a dire no, no, no, a mettere veti, a dire quello non mi piace, quello mi sta antipatico, non se ne esce”. Lo ha detto Matteo Salvini a ‘Agorà, RaiTre. “Io sarei orgoglioso di fare il premier ma se ci fosse una situazione diversa che permette all’Italia di andare avanti, io non dico o Salvini o nessuno, se tutti usassero lo stesso buonsenso ne usciremmo, se tutti rimangono fermi sulle loro posizioni e non c’è un governo, si vota”, ha aggiunto il leader della Lega.