Musica e Letteratura

tb3

Intervista esclusiva ai Turin Brakes

I Turin Brakes sono uno dei gruppi più rappresentativi della Gran Bretagna.

Nati dall’amicizia di Olly Knights e Gale Paridjanian, sono attualmente formati dal predetto duo e da Rob Allum ed Eddie Myer.

Hanno ormai alle spalle ben otto album in studio, due dal vivo, un greatest hits ed un album mixato da loro comprendente 17 tracce di cui una solo scritta da loro.

A maggio sono passati per la nostra penisola e noi di Ventonuovo li abbiamo incontrati per voi.

 

Per aprire i concerti del vostro tour avete scelto i Dog Byron… Conoscete la scena musicale italiana?

“Conosciamo poco la scena, solo tramite i gruppi con i quali ci siamo trovati a suonare, abbiamo condiviso il palco con molti, non la conosciamo cioè la scena ascoltando la radio”.

Quali sono le vostre influenze musicali?

“Difficile rispondere. Io e … abbiamo delle band che amiamo entrambi da tanto tempo, e al di fuori di queste ci sono milioni che ci hanno influenzato: un mix di classico, old style e alternativo, da Joni Mitchell a J.J. Cale all’american rock. È un insieme di tante cose che poi vanno a comporre la nostra musica, ma sarebbero veramente troppe da elencare”.

Il tour finirà domani a Roma: potete descrivere in poche parole come è stata questa serie di concerti?

“Finora… In ogni paese dove suoniamo con il pubblico nasce un bel feeling, ma in Italia è qualcosa di particolare: la gente è amichevole, calda e sembra molto intrigata dalla nostra musica, è affascinata dalle nostre canzoni e noi lo percepiamo. Ascolta con grande attenzione: non è sempre così. Noi diamo qualcosa al pubblico ma è anche il pubblico che indietro dà grandi emozioni a noi.”

tb1

Avete qualcosa in programma per festeggiare i vostri venti anni di attività (se lo potete dire)?

Intendi il ventesimo anniversario?

Esatto…

“Non lo so… Qualcosa faremo, ma è un segreto al momento, sarà una sorpresa per i nostri fans, anzi per tutti.  Noi siamo nati nel 1999 dunque il nostro ventennale cadrà il prossimo anno”.

Cosa farete nei prossimi mesi?

“Suoneremo nei festival nel Regno Unito e saremo ospiti speciali dei Travis che festeggiano i venti anni dal loro secondo disco “The Man Who” (il loro più grande, tutti lo hanno!); sono nostri amici per cui faremo questa cosa. In seguito avremo ulteriori date in giro per l’Europa; continueremo sostanzialmente a suonare per promozionare il nostro ultimo disco “Invisible Storm” fino all’anno prossimo e forse qualcos’altro succederà”.

tb2

Quali sono le differenze fra il nuovo disco “Invisible Storm” e il precedente “Lost Property”?

“Lost Property” aveva un feeling più psichedelico, il nuovo è invece è un po’ più pop, è più centrato, molto diretto, è come se fosse arrivato alla fine di un percorso, è come se si facesse una dieta dopo aver corso tantissimo e poi ci sentisse a posto con se stessi e sexy. “Lost property” viveva nel buio come un uccello.”

Probabilmente però siete tornati alle atmosfere dei primi dischi in “Invisible Storm”…

Sì, qualche volta.

Ci sono due canzoni in esso che sembrano quasi uscite dal “The Optimist Ep”. In questo mondo veloce e pazzo in cui viviamo adesso puoi saltellare e la gente non se ne importa.

 

Si ringrazia per la collaborazione lo staff intero dell’organizzazione del concerto  tenutosi presso l’Auditorium del Centro Pacetti di Monteprandone, la Pink Rabbits ed in particolare Massimo  Bonfigli che ci hanno permesso di realizzare l’intervista.

Un ringraziamento ulteriore va inoltre al management dei Turin Brakes ed al gruppo stesso per l’infinita cordialità e disponibilità che ci hanno dimostrato.

Le foto presenti in questo articolo sono di Filippo Schiavi.

 

www.turinbrakes.com

http://www.facebook.com/turinbrakes

http://twitter.com/turinbrakes

http://instagram.com/turinbrakesofficial

https://vimeo.com/user2963475

http://www.youtube.com/user/theturinbrakes

https://open.spotify.com/artist/1zrBQvkTNhFFby4V5UiK2L

https://itunes.apple.com/us/artist/turin-brakes/id1385123

Gto - Super

“Super” è il nuovo cd dei Gto.

Super” è il nuovo cd dei Gto.

Sin dalle prime note di “I Re Della Riviera” Stefano Bucci (voce), Romano Novelli  (chitarra, mandola, armonica e cori), Luigi Bastianoni (chitarra, fisarmonica e cori), Giampiero Passeri (basso) e Alessandro Bucci (batteria) danno il massimo con ritmi velocissimi e grinta da vendere.

Sono passati ben cinque anni da quel “Little Italy” che già dimostrava la qualità e l’affiatamento della band ma in “Super” si assiste ad una perfetta alternanza fra musica “acustica”(“L’amore è una scelta”) ed “elettrica” “Di Notte Sabato alle Tre”.

Due anime che coesistono in questa sesta fatica discografica dei Gto.

Sul perché del titolo dell’album si legge all’interno del jewel case del cd: “Alla fine abbiamo tirato fuori questo titolo. Banale? Scontato? Per niente. “Super” è la parola che usiamo di più quando andiamo in giro a suonare. Sì, perché il nostro Fiat ducato Panorama dell’87 va a benzina. “Super”. “Ma non va a gasolio?” “No, va a super”.”.

Ecco quindi che da una delle migliori band indie umbre arriva “Super” con un carico di ben tredici tracce all’insegna del Rock ‘n Roll.

Ed ecco anche quella che sembra una dichiarazione d’amore alla vita notturna per la più celebre delle strade di Barcellona, “La Rambla”; vita notturna che viene poi trattata nuovamente in “Di Notte Sabato Alle 3”.

Tante le tematiche affrontate, qualche titolo anche in inglese (“Destination Anywhere”  e “Johnny’s Back Summer’s Back”) nonostante le liriche rimangano sempre in italiano per un disco che mescola il Rock degli anni cinquanta all’allegria della musica mediterranea dei Les Negresses Vertes.

“Super” è omogeneo, genuino, vero e lascia poco spazio all’immaginazione.

Perché in fondo, chi lo ha detto che il Rock ‘n Roll non si addice agli anni duemila?

“Super” è distribuito da Egea Music.

http://www.gtoclub.it

https://www.facebook.com/GTO-band-47144368197/?ref=br_rs

http://www.musicforce.it/

http://www.facebook.com/musicforceproduction?ref=ts&fref=ts

https://www.youtube.com/user/MUSICFORCEProduction

http://www.egeamusic.com/

https://www.facebook.com/EGEA-Music-163592980318266/