Arte

johòoug

ECCO ILEMON CON “MA PERCHE’ LEONARDO DA VINCI SI VESTIVA DI ROSA?”

Continua senza sosta l’attività artistica di Roberto Bombassei , sia come illusionista sia come visual artist sotto lo pseudonimo di ILEMON.  Dopo il successo della mostra ” il mondo osservato in Bianco e nero ” si stanno definendo le prossime mostre per 2018: da Legnano passando per Milano, Roma ed estero.

La sua pagina facebook raccoglie ogni giorno migliaia di visualizzazioni . “Penso che il pubblico social si identifica con le immagini artistiche che propongo.”- spiega ilemon-” siamo bombardati da informazioni costanti e veloci.le mie immagini pensate e create servono per capire e riflettere la strada che il mondo sta prendendo.”

Il perché alcune cose accadono e il come ci vengono presentate dai mass media. Le mie creazioni servono a identificare il problema.” Le seguenti immagini sono tratte dalla mia prossima pubblicazione “MA PERCHÉ? ” in uscita a gennaio 2018.

sanremofestivalcafè

SUCCESSO PER IL “SAN REMO FESTIVAL CAFÈ”: PIROZZI, CUCUZZA, MAGALLI, MINGHI, RADIO GLOBO E TANTI ALTRI AL TEATRO GHIONE

Una serata da incorniciare, dedicata alla musica, al sociale, alla solidarietà e al Natale. Con tanti ospiti autorevoli del mondo dello spettacolo, del red carpet, delle istituzioni e della cultura. E una location affascinante, piena di affetto e amore. Si è rivelato a tutti gli effetti un successo la manifestazione canora “San Remo Festival Cafè”, che ieri 6 dicembre ha fatto tappa al teatro Ghione di Roma, organizzata da Assotutela in collaborazione con la SanBiagio produzioni. Una serata speciale per dare una possibilità ai giovani talenti della musica di potersi esprimere e di emergere in maniera chiara, seguendo un percorso lineare e senza  influenze esterne. E, non è un caso, che a conquistare il primo posto della critica sia stata la brava Sara Scognamiglio, mentre il secondo classificato “Premio della Critica” è andato a Valentino Bianconi: a guidare la giuria il grande Amedeo Minghi. Ma il San Remo Festival Cafè non è stato solo musica. Momento importante della serata, infatti, anche i riconoscimenti per le eccellenze del territorio: personaggi che nel 2017 hanno operato in maniera pulita, trasparente, a tutela dei più deboli e a favore del bene comune. I ragazzi del Morning Show di Radio Globo, Federica Lenzini , Mauro Valentini , Claudio Alicandri, Giancarlo Magalli, Gianfranco Rotondi, Pietro Orlandi, Pino Natale, Carlo Taormina, Marisa Cervia,  Luana Zaratti, Sara Vargetto, Azzurra Perugini, Michele Cucuzza, Domenico Alessio, Adriano Palozzi, Emilio Orlando, Carmelo Perugia, Gabriele Guidi, Fabrizio Mastrorosato (trasmissione Istituzioni e cittadini), Giuseppe Sartirana.

Veramente tanti gli ospiti di grido, premiati dall’attrice e madrina della serata, Elena Starace, e dal presidente di Assotutela, Michel Maritato. Standing ovation, in particolare, per il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, “che ha raccontato i giorni difficili del terremoto e ha testimoniato il coraggio di un popolo, voglioso di risorgere e ripartire. Un momento di grande emozione”, ha sottolineato il presidente Maritato. Insomma, un  grande successo di partecipazione per il San Remo Festival Cafè, per il quale non poteva non esserci una giuria, dei presentatori e degli ospiti d’eccezione: il Maestro Minghi, infatti, è stato coadiuvato da Paolo Audino, Stefano Borgia, Fabio Martini, Annibale Grasso, Massimo M Di Muro, e Gianni Testa, mentre gli egregi conduttori della serata sono stati Fabio Camillacci, Tilly Fede e il maestro David Pironaci. A salire sul palco anche celebri professionisti come Roxy (da Made in Sud), Akira Manera, Alamo, e Carol Maritato, voce ufficiale dell’edizione di San Remo Festival Cafè. Il concorso ha visto il patrocinio del Consiglio regionale del Lazio, Radio RTR, Look, giornale Vento Nuovo, Radio Sanremo Web, Imag&vents, Il Tabloid,  Radio Tutela, CMD Srl E #Differevent, e Why not. Appuntamento al prossimo anno.

carol

SAN REMO FESTIVAL CAFE’, CAROL MARITATO OSPITE D’ONORE

Personaggi del red carpet, istituzioni, associazioni ma soprattutto tanta musica e una giuria da paura. Tutto questo per la serata speciale del San Remo Festival Cafè, fissata per il 6 dicembre al Teatro Ghione a partire dalla matinèe delle ore 10, che culminerà con la serata d’onore, dalle ore 20.30, con tappa di selezione presieduta dal grande Amedeo Minghi, e con le attribuzioni dei premi eccellenza. Una serata unica ispirata al Natale e dedicata a combattere la violenza sulle donne. Presente tra gli ospiti d’onore – e non poteva essere altrimenti visto il feeling artistico con la celebre manifestazione canora – ci sarà anche Carol Maritato, bella e giovane cantante che con le sue canzoni sta ottenendo tantissimo successo sul palcoscenico e sul web. Consacrata alla fama con il singolo “Di te non avrò pietà”, Carol vanta già numerose esperienze: una partecipazione al Cantagiro, dove ha vinto la maglia rosa 2015 premiata da Alessandro Greco, e altre importanti performance nel panorama artistico italiano. Carol Maritato, una promessa destinata al successo, che si esibirà sul palcoscenico del San Remo Festival Cafè.

LOGO SANREMO

DA GRAMIGNA A SAN REMO FESTIVAL CAFE’, PREMIO AL REGISTA SEBASTIANO RIZZO

Si avvicina l’eccezionale giornata del San Remo Festival Cafè, fissata per il 6 dicembre al Teatro Ghione a partire dalla matinèe delle ore 10, che culminerà con la serata d’onore, dalle ore 20.30, con tappa di selezione presieduta dal grande Amedeo Minghi, e con le attribuzioni dei premi eccellenza. Una serata unica ispirata al Natale e dedicata a combattere la violenza sulle donne. Tra gli ospiti d’autore che saranno premiati ci sarà anche il talentuoso regista Sebastiano Rizzo per il suo film “Gramigna”, che racconta la storia reale di Luigi Di Cicco. Una storia di sacrificio, rinuncia della strada facile e riscatto sociale. Di Cicco è infatti figlio di un boss della camorra, ma è riuscito a ricostruirsi una vita fatta di legalità ed onestà. Il regista Sebastiano Rizzo, con i suoi film dal grande messaggio sociale, non è nuovo a queste fatiche cinematografiche: già, in passato, aveva lavorato per un lungometraggio, in cui si raccontava le storie dei giornalisti uccisi dalla criminalità. Insomma, un grande personaggio per una grande serata del San remo festival cafè.

 

amedeo-minghi1

SAN REMO FESTIVAL CAFE’, IL MAESTRO AMEDEO MINGHI PRESIDENTE DELLA GIURIA

Giornata eccezionale per l’importante premio San Remo Festival Cafè, il 6 dicembre al Teatro Ghione a partire dalla matinèe delle ore 10, che culminerà con la serata d’onore, dalle ore 20.30, con tappa di selezione presieduta dal grande Amedeo Minghi, e con le attribuzioni dei premi eccellenza. Una serata unica ispirata al Natale e dedicata a combattere la violenza sulle donne. Ma andiamo nel dettaglio di una giornata in cui il San Remo Festival Cafè “invade” il Teatro Ghione sin dalle 10 con una tappa di selezione dei talenti canori in “matinèe” per giovani artisti provenienti da varie regioni d’Italia ed i cui vincitori avranno la possibilità di esibirsi nella serale dinanzi al grande Maestro Minghi. Minghi, infatti, sarà l’attesissimo presidente di giuria, coadiuvato da Paolo Audino, Stefano Borgia, Fabio Martini, Annibale Grasso e Gianni Testa: “Sarà un modo di festeggiare l’inizio delle festività natalizie, una grande serata di galà dedicata alla musica e alla solidarietà, in occasione della quale – sottolinea ai nostri microfoni Amedeo Minghi – una quindicina di ragazzi si esibiranno di fronte a una giuria che avrò il piacere di presiedere. Vi invito dunque a venire al teatro Ghione per assistere una serata davvero speciale. Non mancate”. Ricordiamo che il concorso, che ha già interessato diverse regioni italiane, è organizzato dall’associazione Assotutela in collaborazione con la SanBiagio produzioni, e nasce con l’intenzione di dare una possibilità ai giovani talenti di potersi esprimere. Tantissimi gli ospiti del mondo dello spettacolo, del red carpet e della musica, attesi al teatro Ghione.

Marco Montini

roxy

Dalla Rai a San Remo Festival Cafè, parola a Roxy

“Ci vediamo all’improvviso”. Rossana Colace, in arte Roxy, non l’avrebbe mai immaginato: dai banchi di un liceo di Tropea al grande palcoscenico comico. Lei, giovane e bella, di strada ne ha già fatta parecchia, come così di gavetta, e oggi con il suo personaggio affascinante e simpatico fa ridere milioni di persone. Ai nostri microfoni si racconta con ironia, si domanda e si risponde da sola, snocciola aneddoti e narra la sua storia artistica. Ma, soprattutto, sorride. E questo, signori, a noi piace. Sogni, desideri, progetti futuri, Roxy, si confessa e si prepara a essere tra gli ospiti d’onore della bella kermesse del prossimo 6 dicembre al teatro Ghione, intitolata “Natale è… San Remo Festival Cafè in solidarietà” contro tutte le violenze, organizzata tra gli altri dall’associazione Assotutela del presidente Maritato.

Il pubblico ti conosce e ti ha apprezzato in “Made in sud” e ne “il boss dei comici”. Ma tu di gavetta nei hai fatta. Ci racconti come sei arrivata a fare quello che fai?

“Nasco in un piccolo paesino della Calabria, Tropea, e ho sempre sognato di fare l’attrice. Ho deciso di studiare al conservatorio di Vibo Valentia, come cantante lirica, e poi a Roma dove tanti anni fa ho frequentato la scuola di teatro, intraprendendo la mia strada artistica tra provini e casting. Ho fatto una bella gavetta, mi ha insegnato tanto ed è stata estremamente formativa. Il grande salto? Un giorno mi notò un regista e mi prese per il ruolo di coprotagonista in una fiction di RaiUno “Sottocasa”: quello fu, diciamo così, il mio rito di iniziazione, la mia prima esperienza da professionista. Mentre il mio debutto sul palcoscenico fu al teatro Valle. Il personaggio “Roxy Melody” è nato, invece, il 13 ottobre 2013 al Micca, famoso locale della Capitale: una subrettina diversamente alta che sogna di fare la grande star ma nessuna la vuole perché appunto è nana! È questa la chiave che mi avvicina al cabaret, ai laboratori comici romani, e da lì molto per caso vado a Napoli per fare un provino per la trasmissione televisiva “Il boss dei comici”. Il cui produttore, poi, mi porta a “Made in Sud”: una esperienza fortissima, bellissima, un programma che si svolgeva sempre in diretta. Puoi immaginare che ansia!! Quest’anno, invece, lo sto dedicando alla scrittura”.

Scorrendo il tuo cv artistico appare chiaro il tuo essere professionalità eclettica, completa. Doppiatrice, attrice, cantante e altro ancora. Ti reputi un artista a 360 gradi?

“Dunque, la mia esperienza nel doppiaggio nasce praticamente subito, da quando frequentavo la scuola di teatro: ricordo che entravo nello studio in punta di piedi, ho imparato vedendo, osservando, scrutando. Sono specializzata nei cartoni animati, non a caso adoro il mondo della Disney. I miei amici mi chiamano scherzosamente “Trilli”, l’eroina del bene sempre positiva e ottimista (ride, ndr). Per rispondere alla tua domanda, sì mi reputo una artista eclettica, anzi ho la presunzione di dire di fare le cose per bene: non canticchio, non reciticchio… quando sono in scena, sento di stare a casa, sono a mio agio. Nella vita sono quasi “disadattata”, ma sul parco sono me stessa”.

Tra i prossimi imminenti impegni hai il Sanremo festival cafe. Poi cosa bolle in pentola per il tuo futuro professionale?

“I progetti fortunatamente ce ne sono e sono tanti. Sto lavorando al mio nuovo show, sto aspettando importanti risposte televisive… insomma, sono molto fiduciosa!”

Marco Montini

despacito

DESPACITO/ A Cinecittà World il primo dicembre l’unica tappa italiana di Luis Fonsi, autore della hit dell’estate

di Marco Valerio

Cinepanettoni? Non proprio. Quest’anno però il più bel film di Natale si gira a Cinecittà World. Dopo il lungo weekend di Halloween che ha registrato oltre 20.000 ingressi, il Parco Divertimenti del Cinema e della Tv di Roma propone una nuova grande sorpresa ai suoi visitatori: l’apertura straordinaria dall’8 dicembre al 7 gennaio 2018. Previsto un ricco cartellone di eventi e anteprime. Cinecittà World infatti grazie alle 16 attrazioni al coperto e ai numerosi spettacoli nei teatri, sarà accogliente con qualsiasi clima o temperatura; anche nei giorni più freddi sarà possibile divertirsi e respirare la calda atmosfera natalizia, con i set addobbati e impreziositi dei colori tipici del Natale: rosso, bianco ed oro. Continue reading…

ss

“NATALE E’… SAN REMO FESTIVAL CAFE’”: GIORNATA ECCEZIONALE CON AMEDEO MINGHI IN GIURIA, TANTI OSPITI E PREMI ECCELLENZA AL TEATRO GHIONE

Giornata eccezionale per l’importante premio San Remo Festival Cafè, il 6 dicembre al Teatro Ghione a partire dalla matinèe delle ore 10.00, che culminerà con la serata d’onore, dalle ore 20.30, con tappa di selezione presieduta dal grande Amedeo Minghi, e con le attribuzioni dei premi eccellenza. Una serata unica ispirata al Natale e dedicata a combattere la violenza sulle donne. Ma andiamo nel dettaglio di una giornata in cui il San Remo Festival Cafè “invade” il Teatro Ghione sin dalle  10.00 con una tappa di selezione dei talenti canori in “matinèe” per giovani artisti provenienti da varie regioni d’Italia ed i cui vincitori avranno la possibilità di esibirsi nella serale dinanzi al grande Maestro Minghi. Gli stessi partecipanti, insieme con altri concorrenti delle precedenti tappe ed ad allievi esterni che hanno già prenotato, potranno usufruire di uno stage del settore Academy dello staff di San Remo Festival Cafè che illustrerà importanti accorgimenti per una buona presentazione canora e d’immagine. Ma il cuore (in tutti i sensi) della giornata sarà la serata dedicata al problema della violenza sulle donne (tema fortemente voluto dall’associazione Assotutela sponsor di tutta la manifestazione) ed al “Premio Eccellenze”  dedicato ad alcuni personaggi di spicco, oltre che, ovviamente, alla selezione canora. Per una tappa così particolare non poteva non esserci una giuria, dei presentatori e degli ospiti d’eccezione: presiede la giuria il Maestro Amedeo Minghi coadiuvato da Paolo Audino, Stefano Borgia, Fabio Martini, Annibale Grasso e Gianni Testa, i conduttori della serata saranno l’attrice di “Gomorra” Elena Starace, Fabio Camillacci,  Tilly Fede ed il maestro David Pironaci mentre gli ospiti d’eccezione sono Roxy (da Made in Sud),  La Griffe, Akira Manera, Alamo, Beata Beatz e Carol Maritato (voce ufficiale dell’edizione di San Remo Festival Cafè). Il concorso che ha già interessato diverse regioni d’Italia, è organizzato dall’associazione Assotutela in collaborazione con la SanBiagio produzioni, e nasce con l’intenzione di dare una possibilità ai giovani talenti di potersi esprimere e di emergere in maniera chiara e pulita, seguendo un percorso lineare e senza  influenze esterne. La kermesse vede il patrocinio di Radio RTR, Look, giornale Vento Nuovo, Radio Sanremo Web, Imag&vents, Il Tabloid,  Radio Tutela, CMD Srl E #Differevent. Tante le collaborazioni già nate con altri importanti concorsi nazionali e tanti i premi collaterali (ed a volte a sorpresa) che vengono assegnati durante le tappe. Il concorso è aperto a tutti senza limiti di età e di stili musicali. Per info ed iscrizioni sul premio e sugli stage potete consultare il sito http://www.sanremofestivalcafe.it/ e  la pagina facebook https://www.facebook.com  . Il costo del biglietto della serata, di E. 15 al botteghino o in prevendita su Ticket-one,   saranno devoluti a Sara Vargetto ed Azzurra Perugini. 066372294

elenastarace

L’INTERVISTA – Da Gomorra a San Remo Festival Cafè, Elena Starace si racconta

Elena Starace, attrice giovane, bellissima, di grande talento.

Ci racconti in breve  la tua carriera artistica?

“Ti ringrazio per i complimenti Marco, davvero gentile. Dunque, ho iniziato a recitare da bambina e ho avuto una formazione prevalentemente teatrale.  La televisione è arrivata all’età di 22 anni grazie a un provino vinto per la serie tv di Canale5 Benvenuti a Tavola, esperienza che mi ha permesso di conoscere il mezzo cinematografico, il mondo dell’audiovisivo e soprattutto mi ha permesso di fare la conoscenza di grandi persone, di veri professionisti dai quali imparare tanto. Dopo due serie sono arrivate altri provini, altre occasioni lavorative, ruoli diversi con cui è stato appassionante confrontarmi e mettermi alla prova”.

Ti abbiamo apprezzato in Gomorra. Che esperienza è stata?

“Gomorra è, lavorativamente parlando, un’onda enorme che ti travolge ed entusiasma con la sua potenza mediatica, contenutistica, tecnica e umana. Sono stata bene, mi sono divertita e porterò sempre nel cuore molti dei momenti vissuti su quel set”.

Cosa bolle in pentola adesso per te?

“Il mio prossimo impegno come attrice sarà per la serie tv Rai “L’Allieva2″ in cui sarò presente in un episodio con un personaggio intenso e coraggioso”.

Il 6 dicembre sarai madrina d eccezione all’evento musicale e benefico del Sanremo festival cafè. Cosa puoi dirci al riguardo?

“Sarà una serata densa di emozioni e di talento ma anche di impegno sociale e conoscitivo. Avremo ospiti che ci faranno dono delle loro storie, belle, drammatiche ma soprattutto coraggiose. La musica, la solidarietà, l’ascolto, saranno le braccia in cui accoglieremo il pubblico che sceglierà di partecipare. Giuria d’eccellenza, organizzatori impeccabili, la splendida cornice del Teatro Ghione. Vi aspettiamo!”

Marco Montini

 

(SPONSOR UFFICIALE EVENTO 6 DICEMBRE DEL SAN REMO FESTIVAL CAFE’ E’ LOOK TOTAL BRAND)