Arte

ALLA SCOPERTA DEI MANISTI: A TU PER TU CON IL FOTOMODELLO FABIO MARINO

FABIO MARINO 1

Fabio Marino, anni 51, spirito intraprendente, da sempre incuriosito dal mondo dello spettacolo ed entusiasta delle piccole cose, è affascinato dalle novità e si avvicina per caso al “mondo dei manisti” apprendendo con grande stupore e gioia che quella costituiva una sua forte attitudine, davvero peculiare, unica. Tre anni fa Fabio partecipa a Roma ad un concorso di bellezza e si classifica tra le prime 8 posizioni; da là gli si apre una strada nuova, quella della moda.

Fabio, ci racconti della prima volta che sei salito in passerella nel 2016? Cosa ha rappresentato per te e quali “porte” si sono aperte da quel momento?

E’ stata un’emozione unica. Mi sono fatto notare ma soprattutto ho realizzato un traguardo che non stavo là ad aspettare ma che in cuor mio attendevo e desideravo da tempo.

FABIO MARINO 2
Oggi lavori con cinque agenzie differenti a Milano, hai fatto ben quattro cataloghi di abbigliamento, sei testimonial di due brand, collabori con delle Sartorie. Ci sveli qualcosa più nel dettaglio?

Posso dire che impegno, dedizione e passione spesso portano a conseguire i risultati auspicati. Ad oggi non mi fermo un attimo se non per (ride) qualche trasmissione e ospitata in tv, cosa peraltro che mi diverte molto! Ultimamente ho partecipato, per esempio, ai seguenti programmi: I soliti ignoti, Guess my age, Detto Fatto e Forum.

FABIO MARINO

Lo scorso anno esce un pezzo sul Corriere della Sera dove si parla di te, si approfondisce la tua professione di “manista”. Come ti vedi tra 10 anni?

Immagino di svolgere magari questo lavoro anche fuori dall’Italia: penso che sarebbe bellissimo riuscire a portare la bellezza dell’uomo maturo italiano nel mondo.

Incontro con Josep Maria Mirò allo Spazio Diamante

Josep Maria Miró ©MayZircus

Incontro con Josep Maria Mirò 7 marzo h 12.30 Spazio Diamante

Josep Maria Mirò, in occasione dell’allestimento italiano del suo spettacolo “Il principio di Archimede”.

 SPAZIO DIAMANTE – GIOVEDI’ 7 MARZO ORE 12.30

Per la prima volta in Italia, lo scrittore catalano Josep Maria Mirò, uno dei più grandi drammaturghi iberici, presenta giovedì 7 marzo, presso lo Spazio Diamante, il suo ultimo libro “Teatro”, pubblicato per la prima volta in Italia, edito da Cue Press con la prefazione di Xavier Albertì, direttore del Teatro nazionale di Catalogna. Il volume contiene i testi teatrali: Il principio di Archimede, Nerium Park,Dimentichiamoci di essere turisti e Tempi selvaggi. Modera l’incontro la docente di lingua catalana della Sapienza Isabel Turull. Presente anche Toni Orpinell, responsabile dell’Assemblea Nacional Catalana e l’interprete Beatrice Parisi. Partecipano inoltre all’incontro il regista Angelo Savelli e gli attori Giulio Maria Corso, Monica Bauco, Riccardo Naldini e Samuele Picchi che raccontano lo spettacolo “Il principio di Archimede” che verrà allestito per la prima volta a Roma, presso lo Spazio Diamante, dal 7 al 17 marzo.

 

Nel teatro di Josep Maria Miró la denuncia sociale a temi universali passa attraverso vicende di vita privata dei protagonisti dei suoi testi, che sono ansiosi, spaventati da qualcosa, come se la propria comfort zone fosse sempre minacciata dall’esterno. La paura serpeggia tra le pagine, trasformandosi via via dalla paura per il diverso alla paura dell’invasione dei propri spazi, dalla perdita degli affetti a quella di sentirsi accusati di qualcosa che non si è commesso. La società, vista attraverso la lente
di ingrandimento dei nostri peggiori timori, appare oscura e misteriosa
e quasi mai approda alla salvezza. E il dubbio rimane: i personaggi sono davvero colpevoli? Sono davvero carnefici e motori dell’azione, o sono vittime di una società incapace di contenere le proprie nefandezze?
Allo spettatore il compito di assolvere o condannare.

 

Josep Maria Miró è nato a Vic, in Catalogna, nel 1977. Autore prolifico, tradotto in una ventina di lingue e rappresentato in più di trenta paesi. Per il suo lavoro ha ricevuto numerosi premi, tra questi spiccano il Premio Frederic Roda nel 2015 e il prestigioso Premi Born in due occasioni, nel 2009 e nel 2011, mentre risultava tra i finalisti nel 2014 e 2015. Ha spesso portato in scena i propri testi, ma ha anche diretto opere altrui. È coordinatore della sezione di drammaturgia del Grau d’Arts Escèniques dell’Università di Girona. Tiene regolarmente dei corsi presso la Sala Beckett di Barcellona, laboratori e seminari internazionali.

Dalla stagione 2013-14 è membro del Comitato di lettura del Teatro Nazionale di Catalogna.

 

Calendario delle rappresentazioni:

Spazio Diamante

Il principio di Archimede

7 ore 21.00

8 ore 21.00

9 ore 21.00

10 marzo ore 17.00

14 marzo ore 21.00

15 marzo ore 21.00

16 marzo ore 21.00

17 marzo ore 17.00
Nerium Park

21 marzo ore 21.00

22 marzo ore 21.00

23 marzo ore 21.00

24 marzo ore 17.00

 

SPAZIO DIAMANTE

Via Prenestina 230B tel:+390627858101 – info@spaziodiamante.it Ingresso libero

 

Ufficio stampa Cecilia Brizzi c.brizzi@brizzicomunicazione.it – mob. 334.1854405

Monica Menna monicapress88@gmail.com – mob. 328.9448311

LA GIOCONDA in scena la donna ed il suo contrario

LA GIOCONDA LOCANDINA 8 MARZO 2019La Gioconda

 

Pièce teatrale in due atti

scritta e diretta da

Giovanni Lauricella

 

8 MARZO 2019 H 19.00

Galleria Ospizio Giovani Artisti

via Cernaia, 15 – Roma

La figura della donna in teatro con una performance a lei dedicata. Un omaggio, nel giorno della festa della donna, ad una precisa figura femminile: La Gioconda – e che ce l’ho scritto in fronte? Lei,  un particolare tipo di donna, quella meno considerata da una società tutta improntata al successo e all’arrivismo; condizione esistenziale ben conosciuta in taluni ambiti ma che è comunemente nascosta da un’ipocrisia latente. Il titolo, come tutti sanno, è quello della ben nota opera “La Gioconda” di Leonardo da Vinci, ma anche l’appellativo che in gergo comune si dà a un individuo un po’ “tonto”, che in questo caso tende a rimarcare quel genere di donna. Lungi dall’affrontare temi sociologici o politici, si vuole solo rappresentare un’immagine che offra provocazioni interpretative al solo fine di stimolare l’attenzione. Ma di ogni lei esiste anche il suo opposto o, semplicemente, l’altro lato di se, e così il palco si animerà con due donne, due tableaux vivants di due tendenze opposte, l’una passiva, l’altra che rifiuta il ruolo affibbiatole. In fondo, come ne La Gioconda di Leonardo, il vero tema sta nell’enigma dell’esistenza femminile, che il pittore rinascimentale ha ben rappresentato in quel misterioso e vago sorriso.

Una breve, enfatica recitazione vuole dichiarare di quale donna s’intende fare l’ironica e amara  rappresentazione.

Sorprendentemente, nell’8 marzo di quest’anno coincidono la celebrazione dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci e la Giornata della Donna.galleria ospizio giovani artisti

Interpretato da

Anna Maria Nagliero

Viviana Mauriello

Anastasia M.P.

Su testo e regia di Giovanni Lauricella da cui seguiranno video e foto di vari artisti.

Nello spazio OGA sarà possibile anche ammirare opere di diversi artisti internazionali esposte per il Finissage Esistenziale.

Venerdi 8 marzo, Galleria Ospizio Giovani Artisti alle ore 19, via Cernaia n 15, Roma

Segui l’evento su facebook:

https://www.facebook.com/events/2242411202685630/

MODA A MILANO, SERVIZI FOTOGRAFICI E VIDEOCLIP NELLA CAPITALE. UN INIZIO DEL MESE…IN BELLEZZA!

Ph. Carlo Piersanti

Ph. Carlo Piersanti

Domenica 24 Febbraio presso la prestigiosa Sala Ballroom dell’Hotel Hilton di Milano la fotomodella Isabell Di Rienzo è stata selezionata tra moltissime ragazze per essere una delle protagoniste dell’evento Milano Fashion Day, finalizzato alla presentazione delle nuove collezioni 2019/2020 durante la Milano Fashion Week. A condurre  l’evento Valeria Altobelli; in prima fila ad immortalare l’evento, il Ken umano Rodrigo Alves in compagnia del chirurgo delle star Giacomo Urtis. L’evento è stato organizzato da Andrew Sardelli e da Marco Rosselli.

MFD

Nella stessa giornata Isabell era stata invitata a partecipare al “Fashion in The City” di Paolo Distaso presso il Circolo Filologico di Milano. A presentare l’evento Walter Longo di Lombardia web tv. Fra i premiati il cantautore Alberto Fortis celebrato per i suoi 40 anni di carriera.

1

Questi traguardi, l’esito positivo insomma di questa selezione ha rappresentato sicuramente una grande soddisfazione per lei, unitamente all’invito ricevuto nelle giornate del 22 e 23 febbraio per presenziare come pubblico ospite alla presentazione della linea di cosmesi Helisir, sempre a Milano nei pressi di Via Monte Napoleone.

Ph. Carlo Piersanti

Ph. Carlo Piersanti

Qualche giorno dopo essere rientrata a Roma, il 2 marzo, Isabell ha preso parte al videoclip di Gisela Lopez e Giovanni Caruso dietro lo scenografico panorama delle bellezze di Roma; il titolo della canzone è Desmontame. Location manager del set la bravissima fashion producer e organizzatrice di eventi Elsy Aparicio.

L’abito della scena primaria del videoclip indossato dalla cantante protagonista è una creazione della fashion designer Mariaelena Duenas. In riferimento marchio di Duenas, un’altra novità è che tra circa una settimana assisteremo ad uno shooting fotografico con i suoi abiti: gli scatti in questione vedranno regina della scena la bella Isabell.

Il cast di “Modalità aereo” domenica scorsa all’Uci Cinema Parco Leonardo

Diana del Bufalo e Paolo Ruffini

Si è svolta domenica 24 febbraio la proiezione con cast del film MODALITA’ AEREO, ultima acclamata commedia per la regia di Brizzi, presso l’Uci Cinema di Parco Leonardo con Paolo Ruffini, Lillo ed il regista Fausto Brizzi.

Diana del BufaloAd accoglierli è stato il padrone di casa Edoardo Caltagirone.
I fan hanno salutato, abbracciato e si sono fatti dei selfie con i loro attori prima dell’entrata in sala sul red carpet e photocall allestito per l’occasione nel foyer del cinema.

LIllo Petrolo Paolo Ruffini e Diana del BufaloMolti gli artisti e i colleghi Vip che hanno accolto l’invito di Antonio Flamini e Marzia Caltagirone, prenotando le poltrone in salatra questi: Stefano Masciarelli, Alex Partexano, Gianni Franco, Christian Marazziti, Margie Newton, Lucia Stara, Claudia Cavalcanti, Claudio Castana, Guido Roncalli, Saverio Vallone, Giada Benedetti, Manuela Morabito, Cosetta Turco, Rita Rusciano.

Modalità Aereo racconta la storia di Diego (Paolo Ruffini) e Ivano (Lillo), il primo ricco, giovane e famoso imprenditore, il secondo inserviente a Fiumicino dal reddito modesto.
Dopo un alterco tra i due nel bagno dell’aeroporto, Diego causa il licenziamento di Ivano e dell’amico/collega Sabino (Dino Abbrescia), dimenticandosi però il cellulare prima della partenza per Sydney, accorgendosene solo durante il volo (della durata di 24 ore). Smartphone raccolto dai due inservienti senza più lavoro, che colgono l’occasione per consumare la propria vendetta, usufruendo dei vantaggi del ricco patrimonio di Diego e mandandolo in rovina.

Agli elementi canonici del genere come famiglia e amicizia, ricchezza e povertà, presupposti inverosimili e buoni sentimenti, Brizzi aggiunge la rovina del facoltoso protagonista a Twitter e alla cosiddetta gogna del web.

iacchetti 2

Enzo Iacchetti in Libera nos Domine alla Sala Umberto

Mauro Iacchetti e Nito Produzioni

presentano

ENZO IACCHETTI
LIBERA NOS DOMINE
aiuto regia Simona Samarelli | disegno luci Valerio Tiberi
scenografia Gaspare De Pascali | musiche originali Marcello Franzoso

regia

ALESSANDRO TRESA
5 – 17 marzo 2019

Il nuovo spettacolo di E. Iacchetti esprime il desiderio di comunicare parole, musiche, nel puro stile Teatro-Canzone. Iacchetti si stacca dal Cabaret per arrivare a maturare considerazioni che lo allontanano da come lo conosciamo in TV.

Solo in scena, Iacchetti è prigioniero dell’attualità e vuole liberarsi dai dubbi che lo affliggono su: progresso, amore, amicizia, emigrazione e religione, offrendoci un’altra ipotesi di rivoluzione.

Affronta con ironia e provocazione la sua prigionia facendo ridere ma soprattutto emozionare con la rabbiosa delicatezza con cui cerca di salvarsi. Ce la farà o sarà soltanto un grido di speranza?

Un one-man-show che esprime il desiderio di comunicare parole e musiche nel puro stile del teatro-canzone, come già fu con Gaber che Iacchetti ammira particolarmente al punto da dichiarare «l’opera di Gaber-Luporini dovrebbe – come anche quella di De André e di altri grandi – essere introdotta nelle scuole, perché se i loro testi venissero letti veramente ci si accorgerebbe di quanta poesia e quanta verità contengano».

BRESCIA OGGI


Il pubblico ride, applaude, si diverte, riflette. “Libera nos domine” è uno spettacolo innanzitutto studiato (ci ha messo due anni per scriverlo), dunque l’onestà con cui Iacchetti si pone sul palco viene immediatamente percepita. E premiata.

TEATRO.IT
È una rinnovata formula di teatro canzone, con le parole dette e quelle cantate a comporre un viaggio in cui Enzo ci prende per mano, per entrare con lui a bordo di un Freccia rossa e in una camera da letto, in una chiesa o su una strada a leggere i cartelli stradali

LA LIBERTA’

 

SALA UMBERTO

Via della Mercede, 50 Roma

Dal martedì al venerdì ore 21, sabato 9 e mercoledì 13 marzo ore 17,

sabato 16 ore 21, domenica ore 17

Prezzi da 24 a 34 euro – www.salaumberto.com tel.06.6794753 prenotazioni@salaumberto.com

 

Ufficio stampa Silvia Signorelli signorellisilvia@libero.it Mob. +39 338 9918303

Monica Menna ufficiostampasignorelli@gmail.com

Facebook: SiSicommunication – Twitter: @silviasignore

Sito www.comunicazioneeservizi.com

 

 

 

Indie Rocket Festival anteprima con Downtown Boys foto

Indie Rocket Festival anteprima stasera a Pescara stasera

Indie Rocket Festival anteprima stasera a Pescara stasera con i Downtown Boys, band proveniente dal Rhode Island (Usa).
In buona parte composti da messicani, i Downtown Boys propongono un live esplosivo, con testi profondi e temi sociali contro razzismo ed omofobia 

.

Appuntamento quindi stasera al Qube in via dei Peligni a Pescara per l’anteprima dell’IndieRocket Festival.

L’evento è in programma con la sua sedicesima edizione dal 28 giugno al primo luglio prossimi.

Per avvicinarsi al festival dal Rhode Island (Usa) arrivano i Downtown Boys, per una serata che inoltre ha in programma dj set a partire dalle 22. Ingresso 10 euro (con tessera Arci). Si comincia dunque alle 22 con “Revolution Grrrl Style Now” dj set a cura di Rensid & TheAngryBlonde, alle 22,30 Polemica, alle 23,30 Downtown Boys e a mezzanotte e mezza Fabiana + Clama dj set (noise, alternative 90s, indie, post punk, a cura di Fabiana Di Renzo & Alessandro Clama).

Indie Rocket Festival anteprima  con Polemica e Downtown Boys + dj set

Prima dei Downtown Boys suonano i Polemica. Sono Giulio (basso), Hilary (voce), Vik (batteria), Zilvio (chitarra e synth). Un quartetto “thinkrock” italo-statunitense in rapida ascesa. “Con il loro nuovo album Breach (2018) – così si presenta la band – Polemica continua ad assalire le ingiustizie sociali e a provocare domande critiche”.

E poi tocca alla band del Rhode Island, in buona parte composta da messicani. Con Victoria Ruiz (voce), Joey La Neve DeFrancesco (chitarra), Mary’s Regalado (basso), Joe DeGeorge (sassofono, tastiere), Joey Doubek (batteria). Pubblicano con la  Sub Pop, etichetta americana di Nirvana, Soundgarden, Mudhoney. L’ultimo album è prodotto da Guy Picciotto dei Fugazi, una delle figure più mitologiche della storia dell’indie-rock (già produttore di Blonde Redhead, The Gossip).

Un live esplosivo, testi profondi e socialmente importanti che tendono ad includere le diversità più che escluderle. Dopo “Full Communism” del 2015, ad agosto 2017 esce su Sub Pop RecordsAudioglobe, il primo disco che la band produce per la label di Seattle e terzo album della sua carriera. 

“Il quintetto del Rhode Island – così nelle loro note di presentazione – usa una feroce energia per invitare le persone ad unirsi contro il razzismo, l’omofobia, il capitalismo, il fascismo e tutte le altre cose che provocano qualsiasi forma di chiusura mentale e sentimentale. Slogan, groove ripetitivi e riff ipnotici creano un messaggio musicale al giorno d’oggi quanto mai necessario”.

Il punto di vista dei Downtown Boys è stato chiaro sin dall’inizio: “Siamo qua per ridefinire gli schemi e scrivere una nuova storia – commenta la band -. Proseguendo il cammino di altre band immerse nel tessuto sociale come i Public Enemy ed i Rage Against the Machine”.

MAURIZIO BATTISTA in PAPÀ PERCHÈ LO HAI FATTO?

RGS_5905

MAURIZIO BATTISTA

in

PAPÀ PERCHÈ LO HAI FATTO?

dal 5 al 31 Marzo

Gradito ritorno al Teatro Olimpico, dopo un’altra annata di immenso successo, è quello di Maurizio Battista che porterà un nuovo show dal titolo “Papà perché lo hai fatto?”. Uno spettacolo tutto da ridere, accompagnati dalla verve del comico romano che indagherà, con la sua consueta ironia, il quotidiano vissuto da tutti noi.

Maurizio Battista ci guida in un percorso divertente nel quale pone a confronto continuamente i “tempi andati” con i “tempi moderni” per sottolineare vizi e virtù degli uni e degli altri, alla ricerca di quegli aspetti più spassosi e dissacranti, caratteristica questa di tutto il suo umorismo. Ogni uomo durante la propria vita si imbatte in decisioni da prendere e se si percorre un sentiero non se ne può percorrere un altro. Maurizio esplorerà per noi le scelte che ognuno si trova a dover affrontare rivelandoci gli aspetti più spiritosi che sono davanti ai nostri occhi, ma che grazie alla guida arguta del comico scoprono il loro lato più ridicolo.

TEATRO OLIMPICO

Piazza Gentile da Fabriano, 17

Dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 18

Prezzi da 43,50 a 16,00 euro