Ambiente

prenestina1

RIFIUTI, ASSOTUTELA: “MALEODORI SU PRENESTINA PER INEFFICIENZE RACCOLTE”

“Una vera e propria situazione di emergenza, che richiederebbe l’ausilio di mascherine antiodore. Succede lungo la trafficatissima e strategica via Prenestina, all’altezza di via dell’Olmo, dove da molti giorni la raccolta differenziata presenta numerose criticità e, a causa del caldo cocente, si sono innalzati nell’aria forti maleodori, provenienti dall’immondizia abbandonata, che incidono sulla vivibilità di centinaia di famiglia del quadrante. Come associazione che tutela i consumatori, ci chiediamo dove siano finiti il sindaco Virginia Raggi e l’Ama, incapaci di garantire un servizio di raccolta rifiuti efficace ed efficiente, con pesanti ripercussioni sul decoro cittadino e sulla quotidianità dei cittadini romani. Sollecitiamo il Comune di Roma e l’azienda municipalizzata, dunque, a intervenire immediatamente e risolvere l’allarmante situazione ambientale ed igienico-sanitaria, in atto sulla Prenestina”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato

 

Rifiuti Colosseo (2)

AMA, ASSOTUTELA: “BONUS ANTI-ASSENTEISMO E’ CONTRADDIZIONE”

“Apprendiamo dalla stampa che l’Ama e le organizzazioni sindacali hanno raggiunto l’accordo sull’erogazione dei bonus per il 2018, che prevede, tra le altre cose, una sorta di premio antiassenteismo per i dipendenti. Un provvedimento, quello della municipalizzata, che rischia di apparire una contraddizione in termini, un vero e proprio paradosso: non vorremmo, infatti, che il bonus rappresenti un premio a non ammalarsi, ad andare “semplicemente” a lavoro. Come associazione, crediamo ci siano altre strade per combattere l’assenteismo in Ama, che raggiunge percentuali piuttosto importanti”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

rivoluzioneanimalista1

ANIMALI, CARAMANICA: “RIVOLUZIONE ANIMALISTA UNICO PARTITO NATO A DIFESA DEI 4 ZAMPE”

“In questi giorni leggiamo sui giornali molte notizie in merito al presunto fallimento dei movimenti animalisti italiani. Non è nostro intenzione guardare in casa di altri o entrare nel merito delle singole realtà territoriali, piuttosto quello che ci preme affermare è che è nata da qualche settimana un nuovo contenitore politico, un vero e proprio partito a difesa dei quattro zampe, chiamato “Rivoluzione Animalista”. Una novità nel panorama del nostro Paese, con un programma ambizioso e innovativo, totalmente basato sulla tutela degli animali e dell’ambiente. Abbiamo presentato la nostra agenda politica in occasione della manifestazione, svoltasi sabato 23 giugno sotto Montecitorio: l’avvio di un percorso sociale e territoriale, teso a difendere e valorizzare i diritti degli animali, con l’obiettivo di portare le istanze animaliste sui tavoli istituzionali che contano: dagli enti comunali alle Città Metropolitane, dalla Regioni al Parlamento. Dunque, Rivoluzione Animalista è un aggregatore di anime, voci, che con una attività fondata su concetti di cooperazione e impegno politico, intende difendere i diritti dei nostri amici animali. Tutti gli animali. Siamo e saremo presenti in tutta Italia e, non a caso, sono già numerose le associazioni ambientaliste e animaliste che ci hanno contattato per entrare a far parte del nostro progetto; il prossimo mese di settembre ci presenteremo ufficialmente alla platea pubblica e istituzionale, raccontando le nostre attività e facendo il punto sulla campagna di tesseramento – già partita – e sulla organizzazione territoriale del nostro partito”. Così, in una nota, il segretario nazionale di Rivoluzione Animalista, Gabriella Caramanica.