Articoli di Roberta Nardi

ALLA SCOPERTA DEI MANISTI: A TU PER TU CON IL FOTOMODELLO FABIO MARINO

FABIO MARINO 1

Fabio Marino, anni 51, spirito intraprendente, da sempre incuriosito dal mondo dello spettacolo ed entusiasta delle piccole cose, è affascinato dalle novità e si avvicina per caso al “mondo dei manisti” apprendendo con grande stupore e gioia che quella costituiva una sua forte attitudine, davvero peculiare, unica. Tre anni fa Fabio partecipa a Roma ad un concorso di bellezza e si classifica tra le prime 8 posizioni; da là gli si apre una strada nuova, quella della moda.

Fabio, ci racconti della prima volta che sei salito in passerella nel 2016? Cosa ha rappresentato per te e quali “porte” si sono aperte da quel momento?

E’ stata un’emozione unica. Mi sono fatto notare ma soprattutto ho realizzato un traguardo che non stavo là ad aspettare ma che in cuor mio attendevo e desideravo da tempo.

FABIO MARINO 2
Oggi lavori con cinque agenzie differenti a Milano, hai fatto ben quattro cataloghi di abbigliamento, sei testimonial di due brand, collabori con delle Sartorie. Ci sveli qualcosa più nel dettaglio?

Posso dire che impegno, dedizione e passione spesso portano a conseguire i risultati auspicati. Ad oggi non mi fermo un attimo se non per (ride) qualche trasmissione e ospitata in tv, cosa peraltro che mi diverte molto! Ultimamente ho partecipato, per esempio, ai seguenti programmi: I soliti ignoti, Guess my age, Detto Fatto e Forum.

FABIO MARINO

Lo scorso anno esce un pezzo sul Corriere della Sera dove si parla di te, si approfondisce la tua professione di “manista”. Come ti vedi tra 10 anni?

Immagino di svolgere magari questo lavoro anche fuori dall’Italia: penso che sarebbe bellissimo riuscire a portare la bellezza dell’uomo maturo italiano nel mondo.

CORTINAMETRAGGIO: ARRIVANO DOMANI 19/03 PER IL 2° GIORNO DI FESTIVAL ANNA FOGLIETTA E CIRO D’EMILIO PAOLA MINACCIONI BRANDO DE SICA E ISABEL RUSSINOVA

7

ISABEL RUSSINOVA PRESENTA IL SUO ROMANZO “LA REGINA DELLE ROSE” LEGATO ALLA STORIA DELLA SUA FAMIGLIA

A Cortinametraggio martedì 19 marzo arrivano Anna Foglietta e il regista Ciro D’Emilio per presentare l’opera prima di quest’ultimo, Un giorno all’improvviso, di cui la Foglietta è protagonista. La proiezione chiuderà la giornata al Cinema Eden. Con loro arrivano al Festival anche Paola Minaccioni, Gianni Ippoliti e Cosimo Alemà, direttore della sezione Videoclip Musicali che inaugura i video musicali in concorso.
Alle 16.00 alla Cooperativa di Cortina Isabel Russinova presenta il suo romanzo ”La Regina delle rose” edito da Armando Curcio. Una grande storia d’amore ambientata nell’Europa dal 1927 al 1943, sullo sfondo di importanti eventi storici: lei, bellissima, elegante, colta è Giovanna figlia del re d’Italia; lui è Boris III, giovane e affascinante zar di Bulgaria. Il romanzo si basa su attente ricerche storiche e racconti originali tratti da conversazioni con alcuni dei protagonisti, ed è in parte autobiografico poiché la storia famigliare dell’autrice è legata direttamente agli eventi narrati, di cui conserva memoria attraverso i racconti materni.

A partire dalle 18.30 si entra nel vivo con le proiezioni dei corti in concorso al Cinema Eden. In La gita di Salvatore Allocca è protagonista Megalie, 14enne di origini senegalesi ma nata e cresciuta in Italia a cui viene negata l’opportunità di partecipare a una gita scolastica all’estero. Nel cast Fatou Mbemgue, Filippo Scotti. In Vale la pena di Lorenzo Marinelli. I provini non vanno bene come una volta: per permettersi una stanza e passare gli alimenti alla sua ex moglie, a quarant’anni suonati Gianluca è costretto a barcamenarsi con lavori sottopagati e così trova una via “alternativa” per imporsi come il miglior attore in circolazione. Nel cast Gianluca Morini, Geremia Longobardo, Simone Annichiarico, Aniello Arena, nel ruolo di se stesso e Stefano Fregni. Girato in un confessionale è Perché ho peccato di Giovanni Dinatale. Nel luogo del perdono per eccellenza, un uomo farà una scioccante rivelazione al suo confessore. Protagonisti del corto Alberto Cracco e Fabrizio Ferracane. Torniamo al tema dell’integrazione con  L’interprete di Hleb Papou, vincitore del Premio Mutti alla 74/a Mostra di Venezia. Francesca Osigwe, italiana di origini nigeriane, interpretata da Lorena Cesarini collabora con la polizia traducendo intercettazioni relative al traffico della prostituzione.
Inaugura la sezione Videoclip Musicali che da quest’anno è divisa in due sottosezioni (e due saranno i premi). Per i Videoclip Mainstream Veronica N.2 dei Baustelle diretto da Zavvo Nicolosi, è un brano scritto e inciso dai Baustelle contenuto nell’album L’amore e la violenza. Montaggio serrato e luci violente, una ragazza asiatica intrappolata dentro una vecchia pellicola in bianco e nero si alterna al live della band in studio.
Per i Videoclip Underground in Madrugada dei Romea il suono “urbano” dei Romea nasce dalla miscela di diverse influenze e suggestioni musicali. Una sequenza di immagini fisse, fermimmagine in serie di un mondo apparentemente immobilizzato… eppur – qualcosa – si muove. Nel nuovo video dei Romea ogni inquadratura rivela un movimento capace di distaccarsi dalla statica immutabilità di ogni momento, sogno, ricordo. La band rodigina mescola jazz, funk, elettronica, ambient, hip hop combinati in uno stile accurato, maturo. Il video è diretto dal triestino Matteo Prodan, già ospite di Cortinametraggio che lo ha girato proprio nella sua città natale.
È Underground anche Behold the man della band C’mon Tigre diretto da C’mon Tigre & Sic Est. Il videoclip rappresenta una moderna versione del primo uomo sulla Terra, che appare in veste di bambino-adulto. C’Mon Tigre è una interessante band taliana che pubblica  ora il suo secondo album ‘Racines’.
Si torna al Mainstream con Felicità Puttana dei TheGiornalisti diretto dagli YouNuts! (Antonio Usbergo e Niccolò Celaia). Il brano del gruppo, capitanato da Tommaso Paradiso, arriva dopo il successo del disco di platino digitale “Questa nostra stupida canzone d’amore”, pezzo tra le canzoni più ascoltate in radio. Il video, diretto dagli YouNuts!, richiama le atmosfere anni ‘80 del celebre film Borotalco di Carlo Verdone. Protagonista d’eccezione del videoclip è Matilda De Angelis, tra i nuovi volti più talentuosi e promettenti del cinema italiano.
Di nuovo Undergound è Son Contento il primo singolo del giovane cantautore lodigiano Valerio Savini, in arte Alfonso. Nel video diretto da William Zanardi Alfonso è un barbiere piuttosto irriverente che accoglie nella propria bottega i clienti e li (mal)tratta con metodi per niente delicati. Il tutto con l’aiuto dei suoi assistenti, interpretati dai membri della band del cantautore.
Seguiranno due eventi speciali. Aria di Brando De Sica , ospite del Festival, un corto quasi claustrofobico in cui un gruppo di giovani ballerini costretto a ballare in una stanza piena di anidride carbonica. Non mi manchi più di Michele Merlo  è un videoclip diretto da Paolo Mannarino in cui il coraggio è la più alta forma d’amore per ricominciare ad amarsi, di nuovo. Al centro due innamorati (Michele Merlo e Beatrice Bartoni).
Da quest’anno inoltre il Festival celebra la suggestiva cornice che da 14 anni ospita il festival grazie al progetto “Proiezione Futuro” in collaborazione con Rai Cinema Channel e West 46th Films. Il progetto si svolgerà in collaborazione con la Cooperativa di Cortina dove il pubblico potrà visionare attraverso l’uso dei visori in Virtual Reality le immagini realizzate da Alessandro Parrello.

Tra i Partners istituzionali della XIV edizione di Cortinametraggio il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, SNGCI, RAI, Nuovo IMAIE. Il Festival ha il Patrocinio del MiBAC – Ministero pe i Beni e le Attività Culturali, della Regione del Veneto, della Provincia di Belluno, del Comune di Cortina d’Ampezzo, il supporto di Cortina Marketing Se.Am., con loro la Rete Eventi Cultura, l’Anec, la Fice, il CSCCentro Sperimentale di Cinematografia. Main sponsor del festival Medusa Film, Vision Distribution, Universal Music Publishing Group, Audi, Dolomia, Farecantine, I Santi di Diso. Main Media Partner Radio Montecarlo, Vanity Fair, Ciak. Main sponsor hospitality Grand Hotel Savoia di Cortina D’Ampezzo, Hotel de La Poste. Gold sponsor Trieste Caffè, Levi’s, Riva, Italo, Franz Kraler, Mia Bag, Theresianer, Pariniassociati, Art Handlers, L’Oréal.

Ufficio Stampa – Storyfinders –     Lionella Bianca Fiorillo – press.agency@storyfinders.it +39.340.7364203 – 06.36006880

DANIELA ROSATI “LA MIA PRIMAVERA? ANTEPRIME FILM, SHOOTING, EVENTI NELLA CAPITALE”.

daniela rosati

Daniela Rosati, fotomodella seguitissima sui social (50 mila follower), l’avevamo notata durante le sue “avventure” milanesi della nota fashion week ed in particolare alla sfilata cui ha preso parte Domenica 24 Febbraio presso la prestigiosa Sala Ballroom dell’Hotel Hilton di Milano; l’evento nello specifico era il Milano Fashion Day, finalizzato alla presentazione delle nuove collezioni 2019/2020.

Daniela, dopo Sanremo, Roma, Milano quali sono le nuove cose che ti va di raccontare?

Cinque giorni fa sono andata all’anteprima nazionale del film “La mia seconda volta” con il mio ufficio stampa ed insieme anche al direttore del Salaria Restaurant, Guido Marini, responsabile del catering della serata. Sono stata invitata dal coproduttore Alessandro Gatto…Che colgo l’occasione per ringraziare e faccio i miei complimenti al regista e a tutto il cast perché hanno realizzato e saputo mettere in scena, interpretare egregiamente un film dai contenuti importanti.

Di recente hai realizzato uno shooting presso il Ludwig Boutique Hotel Bolsena. Ce ne parli?

E’ stata una giornata memorabile. Oltre alla location davvero strepitosa che mi ha ospitato per gli scatti (il Ludwig Boutique Hotel Bolsena, appunto!), per lo shooting ho avuto quale stylist Gaetana Tamburini, come hairstylist Silvana Favaroni e come styling coordinator Francesca Talamo. Il fotografo che ha realizzato le foto, che spesso mi accompagna in giro, è Francesco Pinna. Spero che le foto (che ho iniziato a pubblicare da qualche giorno sul mio profilo Fb e su Instagram) siano di vostro gradimento!

Una curiosità prima di salutarti sorge spontanea…A quando il prossimo evento?

Mercoledì 20 marzo sarò in Campidoglio presso la Sala Carroccio in occasione dell’esibizione del cantautore ed attore romano Maurizio Fortini che presenterà il nuovo album “Mezzo pieno, mezzo voto“. Altri eventi, numerosi progetti e nuovi viaggi li ho in calendario a partire dal prossimo 2 aprile. Seguitemi!

 

MODA A MILANO, SERVIZI FOTOGRAFICI E VIDEOCLIP NELLA CAPITALE. UN INIZIO DEL MESE…IN BELLEZZA!

Ph. Carlo Piersanti

Ph. Carlo Piersanti

Domenica 24 Febbraio presso la prestigiosa Sala Ballroom dell’Hotel Hilton di Milano la fotomodella Isabell Di Rienzo è stata selezionata tra moltissime ragazze per essere una delle protagoniste dell’evento Milano Fashion Day, finalizzato alla presentazione delle nuove collezioni 2019/2020 durante la Milano Fashion Week. A condurre  l’evento Valeria Altobelli; in prima fila ad immortalare l’evento, il Ken umano Rodrigo Alves in compagnia del chirurgo delle star Giacomo Urtis. L’evento è stato organizzato da Andrew Sardelli e da Marco Rosselli.

MFD

Nella stessa giornata Isabell era stata invitata a partecipare al “Fashion in The City” di Paolo Distaso presso il Circolo Filologico di Milano. A presentare l’evento Walter Longo di Lombardia web tv. Fra i premiati il cantautore Alberto Fortis celebrato per i suoi 40 anni di carriera.

1

Questi traguardi, l’esito positivo insomma di questa selezione ha rappresentato sicuramente una grande soddisfazione per lei, unitamente all’invito ricevuto nelle giornate del 22 e 23 febbraio per presenziare come pubblico ospite alla presentazione della linea di cosmesi Helisir, sempre a Milano nei pressi di Via Monte Napoleone.

Ph. Carlo Piersanti

Ph. Carlo Piersanti

Qualche giorno dopo essere rientrata a Roma, il 2 marzo, Isabell ha preso parte al videoclip di Gisela Lopez e Giovanni Caruso dietro lo scenografico panorama delle bellezze di Roma; il titolo della canzone è Desmontame. Location manager del set la bravissima fashion producer e organizzatrice di eventi Elsy Aparicio.

L’abito della scena primaria del videoclip indossato dalla cantante protagonista è una creazione della fashion designer Mariaelena Duenas. In riferimento marchio di Duenas, un’altra novità è che tra circa una settimana assisteremo ad uno shooting fotografico con i suoi abiti: gli scatti in questione vedranno regina della scena la bella Isabell.

Il cast di “Modalità aereo” domenica scorsa all’Uci Cinema Parco Leonardo

Diana del Bufalo e Paolo Ruffini

Si è svolta domenica 24 febbraio la proiezione con cast del film MODALITA’ AEREO, ultima acclamata commedia per la regia di Brizzi, presso l’Uci Cinema di Parco Leonardo con Paolo Ruffini, Lillo ed il regista Fausto Brizzi.

Diana del BufaloAd accoglierli è stato il padrone di casa Edoardo Caltagirone.
I fan hanno salutato, abbracciato e si sono fatti dei selfie con i loro attori prima dell’entrata in sala sul red carpet e photocall allestito per l’occasione nel foyer del cinema.

LIllo Petrolo Paolo Ruffini e Diana del BufaloMolti gli artisti e i colleghi Vip che hanno accolto l’invito di Antonio Flamini e Marzia Caltagirone, prenotando le poltrone in salatra questi: Stefano Masciarelli, Alex Partexano, Gianni Franco, Christian Marazziti, Margie Newton, Lucia Stara, Claudia Cavalcanti, Claudio Castana, Guido Roncalli, Saverio Vallone, Giada Benedetti, Manuela Morabito, Cosetta Turco, Rita Rusciano.

Modalità Aereo racconta la storia di Diego (Paolo Ruffini) e Ivano (Lillo), il primo ricco, giovane e famoso imprenditore, il secondo inserviente a Fiumicino dal reddito modesto.
Dopo un alterco tra i due nel bagno dell’aeroporto, Diego causa il licenziamento di Ivano e dell’amico/collega Sabino (Dino Abbrescia), dimenticandosi però il cellulare prima della partenza per Sydney, accorgendosene solo durante il volo (della durata di 24 ore). Smartphone raccolto dai due inservienti senza più lavoro, che colgono l’occasione per consumare la propria vendetta, usufruendo dei vantaggi del ricco patrimonio di Diego e mandandolo in rovina.

Agli elementi canonici del genere come famiglia e amicizia, ricchezza e povertà, presupposti inverosimili e buoni sentimenti, Brizzi aggiunge la rovina del facoltoso protagonista a Twitter e alla cosiddetta gogna del web.

AUGURI ENIO DROVANDI: SORRIDENTE E FELICE ALLA FESTA DELLA VITA 2018 CIRCONDATO DA VIP E DAGLI AMICI CARI.

enio1

Il 6 Ottobre si è svolta a Roma la nota “festa della vita” anche detta “compleanno della vita”. Da ben 29 anni consecutivi Enio Drovandi, popolare attore e regista di film cult, festeggia la sua seconda data di nascita. L’artista pistoiese, infatti, fu vittima di un gravissimo incidente stradale automobilistico il 6 Ottobre del 1989.

enioripaetc

Uscito in modo incomprensibile dalla morte, decise di festeggiare con un omaggio…Alla vita. Si tratta attualmente di una festa-evento unico al mondo e testate prestigiose quali il londinese Times o lo spagnolo El Pais, hanno riportato la notizia, catalogandola come una vera e propria esclusiva italiana. Infatti, in nessuna parte del mondo esiste un simile festeggiamento che richiama ogni anno centinaia di persone da tutta Italia, uniti a festeggiare…L’esistenza.

eniotorta

Tra i personaggi Vip che hanno preso parte alla festa negli anni passati ricordiamo: Raul Bova, Nino Frassica, Sebastiano Somma, Pino Insegno, Maurizio Mattioli, Maurizio Battista, Andrea Roncato, Rossella Izzo, Annalisa Minetti, Marina Suma, Laura Antonelli, Karina Huff, Paolo Conticini, Enzo De Caro e tanti altri.

eniofabriLM

Molti personaggi dello spettacolo, attori, registi, fotografi, imprenditori romani, modelle, influencers erano presenti all’edizione di quest’anno: Nadia Bengala, Toni Santagata, Antonella Ponziani, Amedeo Goria, Luca Muccichini, Fabrizio La Monaca, Isabell Di Rienzo, Vincenzo De Carlo, Michelle Morell e Giancarlo Fiori.

enioIsa

Durante la serata, nella quale era richiesto abito elegante, Drovandi, insieme a regista Alivernini, ha voluto omaggiare la memoria di Gigi Sabani con una scultura marmorea, cosi come riconoscimenti sono andati all’editore Gio’ di Giorgio, al manager Mariano Sartorelli e all’attore Gianni Franco. La festa della vita è di fatto un’eccellenza tutta ed esclusivamente italiana; un po’ come la pizza, il parmigiano, la moda di Armani o Valentino…E allora Buon compleanno caro Enio per i tuoi nuovi….29 anni!

MUSICA  E CINEMA: REGISTRATI ASCOLTI DA RECORD PER LA QUINTA PUNTATA DI “E CI SEI TU” A RADIO ITALIA ANNI ’60. OSPITI DA CAROL MARITATO DUE PERSONAGGI UNICI.

c maritato 5 ott

Si registrano ascolti davvero stupefacenti nel corso della nuova stagione di “E ci sei tu” su Radio Italia Anni 60: il programma del venerdì pomeriggio condotto dalla cantautrice italiana Carol Maritato e da Vincenzo Capua va splendidamente ed è super seguito da migliaia di persone.

Si tratta di numeri davvero grandi che vanno sempre aumentando: la quinta puntata, andata in onda qualche ora fa, è stata un successo. Un ringraziamento va di certo ai nostri formidabili ospiti che sono intervenuti in radio.

Fabrizio Moro è un cantautore e musicista italiano. Attivo dal 1996, in 22 anni di carriera ha pubblicato dodici album. E’ stato un enorme piacere chiacchierare con lui in trasmissione.

Francesco Bonelli, attore e regista, si forma con Ettore Scola. Dirige cortometraggi e il film “Anche senza di te”; ci ha svelato in anteprima alcune curiosità sul nuovo progetto a cui sta lavorando.

La trasmissione va in onda dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma su 100.5 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili nonchè sul sito www.radioitaliaanni60roma.it. “E ci sei tu” è un programma di musica e intrattenimento, in ogni puntata sono presenti autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e del panorama canoro italiano e internazionale.

Vi diamo appuntamento a venerdì 12 ottobre con la sesta puntata di “E ci sei tu”…Seguiteci. Ne vedrete delle belle!

BOOM DI ASCOLTI ALLA QUARTA PUNTATA DI “E CI SEI TU” SU RADIO ITALIA ANNI ’60. DUE SUPER OSPITI DA CAROL MARITATO.

PHOTO-2018-09-29-09-07-34

La nuova stagione di “E ci sei tu” su Radio Italia Anni 60 colleziona ascolti sempre più sorprendenti: il programma del venerdì pomeriggio condotto dalla cantautrice italiana Carol Maritato e da Vincenzo Capua è una trasmissione seguitissima da migliaia di romani.

Ora, dopo la quarta puntata, è un dato di fatto inconfutabile il boom di ascolti! Un ringraziamento va sicuramente anche ai nostri ospiti sensazionali che sono intervenuti in radio.
Briga, pseudonimo di Mattia Bellegrandi, è un cantautore italiano divenuto noto nel 2015 e che lo scorso 18 maggio ha pubblicato il singolo inedito “Che cosa ci abbiamo fatto”.

Gabriella Ferrari, Miss Sorriso e Consigliere Comunale di Lanuvio, sarà presente anche oggi al  Carol Tribute, evento di musica e spettacolo da Lei promosso dove si esibirà Carol Maritato.

La trasmissione va in onda dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma su 100.5 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili nonchè sul sito www.radioitaliaanni60roma.it. “E ci sei tu” è un programma di musica e intrattenimento, in ogni puntata sono presenti autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e della scena canora italiana e internazionale.

Appuntamento a venerdì 5 ottobre con la quinta puntata di “E ci sei tu”.

TRA UNA SETTIMANA L’IMPRESA-RECORD: FABIO BARONE IN PARTENZA PER IL MAROCCO.

IF

                  FABIO BARONE E STEFANO ANDREUCCI                             Ph. Carlo Piersanti

Oggi ci troviamo a tu per tu con Fabio Barone, il pilota romano che correrà il prossimo 4 ottobre con la sua Ferrari per conquistare il terzo Speed World Record ed entrare così nella storia.

IF

FABIO BARONE Ph. Carlo Piersanti

Quali sono le sensazioni in questi ultimi giorni che precedono la partenza?

– Difficile spiegarle, è un mix di sentimenti…Conto le ore ormai.

IF

STEFANO ANDREUCCI Ph. Carlo Piersanti

Di quali verifiche tecniche si sta occupando Stefano Andreucci, il capotecnico della spedizione?

– Sono giorni che procede al carico di tutta l’attrezzatura tecnica e non in supporto dell’evento. Abbiamo praticamente una tonnellata tra materiali e ricambi. È un lavoro di grande responsabilità.

IF

FABIO BARONE Ph. Carlo Piersanti

La parte più difficile che ti sei trovato ad affrontare durante questi mesi di preparazione?

– Questi ultimi giorni…L’attesa è davvero difficile da gestire.

 

Intervista di Roberta Nardi – 26 settembre 2018

BRIGA E GABRIELLA FERRARI OSPITI A “E CI SEI TU” SU RADIO ITALIA ANNI ’60. CONDUCONO CAROL MARITATO E VINCENZO CAPUA. VENERDI’ 28 SETTEMBRE ORE 18:00.

briga gf

Dal 7 settembre sulla storica emittente romana, Radio Italia Anni 60, è ripartita la trasmissione “E ci sei tu”, che vede alla conduzione Carol Maritato e Vincenzo Capua.

In ogni puntata del programma di musica e intrattenimento, sono ospiti autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e non solo. Venerdì 28 settembre, durante la quarta puntata, saranno presenti 2 ospiti d’eccezione: Briga e Gabriella Ferrari.

Briga, pseudonimo di Mattia Bellegrandi, è un cantautore italiano divenuto noto nel 2015 in seguito alla sua partecipazione alla quattordicesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi. Il 19 aprile 2016 è stato pubblicato il primo libro di Briga, intitolato Non odiare me, romanzo autobiografico scritto in collaborazione con Andrea Passeri ed edito da Rai Eri. Lo scorso 18 maggio Briga ha pubblicato il singolo inedito “Che cosa ci siamo fatti”.

Gabriella Ferrari, Miss Sorriso e Consigliere Comunale di Lanuvio, sarà in collegamento telefonico per parlarci del Carol Tribute, evento di musica e spettacolo da Lei promosso dove si esibirà Carol Maritato e che si svolgerà in occasione della Sagra del Vino e dell’Uva sabato 29 settembre.
Il programma “E ci sei tu” va in onda dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma su 100.5 Fm e in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili e sul sito www.radioitaliaanni60roma.it. E’ inoltre tutti i giorni in replica alle ore 14 su Radio Sanremo Web.

Sintonizzatevi tutti, venerdì 28 settembre alle 18:00 sulle frequenze 100.5 di Radio Italia Anni ’60.

Press Office Roberta Nardi
Management The Mac Live

Vapore, ingranaggi e sogni meccanici (Lo Steampunk e i Nuovi Vittoriani) di Elettra Dafne Infante

Locandina ok

“Vapore, ingranaggi e sogni meccanici. Lo Steampunk e i Nuovi Vittoriani” (edito da Nero Press),  il nuovo libro di Elettra Dafne Infante verrà presentato martedì 25 settembre alle ore 18,00 nella Libreria i Trapezzisti di Roma.

Dopo il grande successo del libro  Vita da Cartoni (ediz.Tunué, libro più dvd) basato sull’omonimo documentario scritto e diretto dalla stessa che l’ha vista in concorso ai David di Donatello per la seconda volta la scrittrice esce con questa nuova opera.

Vapore, Ingranaggi e Sogni Meccanici: lo Steampunk e i nuovi Vittoriani.

Ucronia, anacronismo e progresso in un nuovo genere letterario che prende sì spunto dall’Inghilterra e dalla Scozia di metà Ottocento, ma che lega le sue origini letterarie anche all’America di Twain. Genesi e confronto tra la letteratura di fantascienza e quella retro futuristica dello Steampunk e dei Nuovi Vittoriani, con particolare attenzione alle rivisitazioni contemporanee, letterarie e televisive, del personaggio di Sherlock Holmes, apocrife rispetto al canone, e alla tendenza distopica del cinema degli ultimi anni. Un trionfo di automi, orologi, ingranaggi, invenzioni e realtà alternativa, ma anche di nostalgia, muovendosi tra i vicoli di una Londra contraddittoria, affascinante e pericolosa, che a quel tempo viveva il delicato passaggio dai lumi a gas alla luce elettrica, semi nascosta dai fumi e dai vapori della seconda Rivoluzione industriale. Un tema che, giorno dopo giorno, con il suo calore, la sua passione e anche qualche stravaganza, è riuscito a farsi strada all’interno di una cultura e di una letteratura moderna che in parte ha ceduto ai rigidi canoni dettati dallo strutturalismo.

Forse i Nuovi Vittoriani fantasticando nei loro racconti di incontri con personaggi di tutte le epoche, Tesla su tutti, hanno davvero trovato la macchina del tempo dei primi racconti di Wells e le istruzioni per l’uso.

Un’epoca perfetta alla quale fare appello per vivere quello spirito avventuroso di Verne e dei suoi viaggi straordinari, per lasciare la realtà virtuale di internet e riappropriarci della nostra fantasia. Il viaggio verso la modernità ha recato una serie di mancanze di riferimento, nella post modernità, cioè noi, viviamo molto una realtà virtuale fatta di social e di tag.

Probabilmente, oggi, un po’ come Alice e un po’ come i Vittoriani originali, viviamo un certo disagio nei confronti della società contemporanea, riconosciuta come Terza Rivoluzione Industriale. Sempre sotto stress, sempre circondati da tanta visibilità, sempre taggati, diciamo che l’incubo del Grande Fratello annunciato da Orwell o i 15 minuti di notorietà di Warhole sono diventati la nostra realtà.

Ma mentre gli strutturalisti e i post moderni parlano di morte della letteratura per colpa dell’invasione massmediatica, di internet e della globalizzazione, i Nuovi Vittoriani recuperano l’individualismo e attraverso un genere letterario dove tutto è possibile, hanno trovato una porta per vivere una realtà migliore e che nel cinema e nell’animazione ha portato capolavori come “Hugo Cabret”, “The Illusionist”, “Ritorno al Futuro”, “Il Castello errante di Howl” e molti altri. E’ un mondo che parte da una solida base, la realtà, avvenimenti realmente accaduti e personaggi realmente esistiti, ma poi rielaborati secondo questo concetto in una realtà alternativa e diventa un mondo dove tutto è possibile, non ci sono limiti. È un modo di sentire, è un’affermazione di sé e di ciò che si vuole essere.

L’autrice afferma che lo  Steampunk,  solitamente considerato un sottogenere della fantascienza, è in realtà  genere a sé stante, e ne   illustra ampiamente i motivi, sostenendo  che addirittura è di visioni opposte.

Sulle sue origini ci sono molteplici scuole di pensiero, in questo libro ne offre  una completamente nuova trovando il primo precursore del genere nell’Americano Mark Twain e analizzando un legame tra un suo racconto e Ritorno al Futuro. Analizza in dettaglio le serie televisive più importanti del genere, vero e proprio boom di questi anni, come: Sherlock prodotto dalla BBC, Elementary, Penny Dreadful, Dickensian, Victoria e la tendenza distopica del cinema degli ultimi anni.

Biografia

Scrittrice, sceneggiatrice e regista, Elettra Dafne Infante nasce a Roma nel 1971; diplomata in lingue si trasferisce a New York dove studia presso la New York University, prende un secondo diploma presso l’Istituto di Stato per il Cinema e la Tv Roberto Rossellini di Roma e alterna il lavoro di assistente, aiuto regista e segretaria di edizione per pubblicità e pellicole cinematografiche internazionali a programmi Rai quali “Visionari”, “Speciali Superquark”, “Festival di Sanremo” e “I grandi della letteratura Italiana”. Laureata con Lode in Letteratura angloamericana presso la facoltà di Lingue e Culture Straniere di Roma Tre, l’autrice in questi anni ha spesso legato la sua passione per i viaggi e per i libri con le sue esperienze professionali in giro per il mondo, andando alla ricerca di quei posti e di quei personaggi con cui è cresciuta: dalla Londra letteraria e segreta di Sherlock Holmes e Jack the Ripper, alla Scozia di Walter Scott, passando per il Giappone di Miyazaky e Matsumoto, esplorandone ogni volta i luoghi meno noti e più suggestivi. È autrice di Tra Suono e Immagini, (Cinetecnica 2005) dedicato alla musica e allo stretto rapporto che la lega al cinema, soprattutto nel genere horror, seguito nel 2007 dalla collaborazione con la Rizzoli per Il Grande dizionario della canzone Italiana e nel 2012 dalla pubblicazione di Vita da Cartoni, – Tunué, libro più dvd, basato sull’omonimo documentario scritto e diretto dalla stessa che l’ha vista in concorso ai David di Donatello per la seconda volta. Ha curato la regia di alcuni concerti di musicisti di fama internazionale, ma la sua grande passione rimane la letteratura e le storie a metà tra il gotico – noir e fantasy. Dal 2012 è stata presente in teatro con la Rock Opera Gotica Edgar Allan Poe, il Racconto di un Uomo, di cui è autrice.

Vapore, ingranaggi e sogni meccanici

(Lo Steampunk e i Nuovi Vittoriani)

Libreria i Trapezzisti , via Laura Mantegazza, 37 – Roma

Martedì 25 alle ore 18,00

UFFICIO STAMPA CAROLA ASSUMMA mobile +39 393 9117966

ASCOLTI DA RECORD PER LA TERZA PUNTATA DI “E CI SEI TU” SU RADIO ITALIA ANNI ’60. GRANDI OSPITI DA CAROL MARITATO.

PHOTO-2018-09-21-19-04-32 (2)

Gli ascolti da record per la nuova stagione di “E ci sei tu” sarebbero già stati un grande traguardo. Ora, dopo la terza puntata del programma, ne abbiamo avuto conferma: la trasmissione condotta dalla cantautrice italiana Carol Maritato e da Vincenzo Capua è un vero successo che allieta il venerdì pomeriggio di migliaia di romani.

Il picco di ascolti lo abbiamo avuto ieri con ospiti sensazionali in studio: Danyrap, Ira Frontèn, Fabio Testi e Antonia Liskova per non parlare del grande Christian Marazziti.

La trasmissione va in onda dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni ’60, in frequenza a Roma su 100.5 Fm. È in diretta streaming sull’App per dispositivi mobili e sul sito www.radioitaliaanni60roma.it.
È inoltre tutti i giorni in replica alle ore 14 su Radio Sanremo Web.

“E ci sei tu” è un programma di musica e intrattenimento, in ogni puntata sono presenti autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e della scena canora italiana e internazionale.

Appuntamento a venerdì 28 settembre con la quarta puntata di “E ci sei tu”.

Press Office Roberta Nardi
Management The Mac Live

Europapark…e i sogni diventano realtà!

parco

L’ Europa-Park ha trasformato Rust, in una destinazione amata da persone di ogni età.

Il parco è nato 41 anni fa come esposizione a cielo aperto per le attrazioni costruite dall’azienda della famiglia Mack ed è cresciuto anno dopo anno fino a diventare l’icona del parco divertimenti!!

famigliamack

Qui si torna volentieri perché si trova sempre qualcosa di nuovo e, soprattutto, inaspettato; si inseriscono le meravigliose ed emozionanti attrazioni che attirano visitatori letteralmente da ogni dove.

Montagne russe e ottovolanti non lasciano che l’imbarazzo della scelta: WODAN timburcoaster è una straordinaria attrazione in legno che al brivido della velocità e delle picchiate abbina il particolare scricchiolio del legno. Con il SilverStar, in acciaio, sali a 73 metri di altezza e sperimenti un’accelerazione di 4G e l’assenza di gravità; il Poseidon, invece, è un ottovolante acquatico che porta nel mondo di Poseidone, e con i suoi spruzzi in estate è un autentico piacere.

E che dire del blue fire Megacoaster powered by GAZPROM, le montagne russe a catapulta con il loop più alto in Europa?

Le novità sono uno dei punti di forza dell’Europa-Park, che non manca mai di stupire con effetti speciali. Quest’anno Indossando uno speciale paio di occhiali per la realtà virtuale, il “solito” giro sulle montagne russe si trasforma in qualcosa dove la realtà si fonde con la fantasia. Guardando in basso non riconoscerai neanche i tuoi piedi che saranno trasformati … e questo non è che l’inizio!

monica_ventonuovo

Un giorno non è certo sufficiente per visitare il parco che si estende su oltre 95 ettari, provare le sue innumerevoli attrazioni e assistere alle oltre otto ore di grandi spettacoli.

E allora si può trascorrere una notte da favola in uno degli hotel a tema del resort alberghiero dell’Europa-Park.

Ci sono un antico castello medievale, la finca spagnola, il magnifico Colosseo, il monastero portoghese, il suggestivo Bell Rock con il faro del New England.

Chi agli hotel 4 stelle preferisce una sistemazione più avventurosa può optare per atmosfere da selvaggio west nel villaggio indiano con le tende tipi, i carri coperti e le capanne di tronchi. A tutto ciò si aggiungono anche il parcheggio per caravan e le piazzole per le tende!

Qualunque soluzione si scelga, nel resort si vivono momenti incredibilmente suggestivi e irripetibili. Inoltre, le aree spa e wellness degli hotel fanno la gioia di chiunque ami ritagliarsi un po’ di tempo per ricaricare le batterie in un ambiente rilassante ed esclusivo.

La gastronomia è un elemento importante di ogni esperienza e all’Europa-Park, spostandosi tra le 14 aree tematiche, si possono provare specialità dolci e salate di tanti paesi europei e non solo. Ma anche scegliere di passare una serata da gourmet nel ristorante AMMOLITE, insignito da due stelle Michelin e suggestivamente situato nel magnifico faro. Perché all’Europa-Park tutto è possibile.

La stagione migliore per visitare l’Europa-Park? Primavera, estate, autunno e inverno.

In ogni stagione il parco di divertimento più grande della Germania si presenta con programmi ad hoc per intrattenere, divertire e stupire i visitatori!!

hallw

Tra qualche settimana, a fine settembre,  il parco indosserà la sua verste per le settimane di Halloween e sarà addobbato con centinaia di migliaia di zucche, un’infinità di piante di mais e vi si aggireranno strani figuri da brivido, troll, scheletri e fantasmi. Tornano anche gli spettacoli da brivido che culminano con le “Horror nights” e molto altro.

Anche alcune camere degli hotel saranno allestite in tema con questa pazza ricorrenza: insomma, le settimane di Halloween sono un’occasione imperdibile per chi ama il brivido non solo sulle attrazioni con i livelli di adrenalina più alti.

Le ore volano tra montagne russe mozzafiato, attrazioni pensate per essere condivise dalle famiglie e momenti immersi nella natura che qui è particolarmente rigogliosa, e ci si ritrova avvolti nella piacevole luce del crepuscolo tra illuminazioni spettacolari. Gli show sono un altro fiore all’occhiello del parco, grazie alla collaborazione di oltre un centinaio di artisti di altissimo livello internazionale che si esibiscono in numeri degni dei più importanti palcoscenici.

Ancora poco conosciuto in Italia, l’Europa-Park è situato a nord di Friburgo, poco distante da destinazioni di grande attrattiva turistica e culturale. Comodo da raggiungere in automobile e in treno, ma anche in aereo, è un parco che negli anni abbiamo visitato in diverse stagioni !!!!

Complimenti famiglia Mack e a prestissimo!!

Monica Gabetta Tosetti