Articoli di Giuseppe Criseo

carabinieri ROS.2

Ascoli Piceno,arrestano responsabili omicidio aggravato di Antonio Cianfrone

 

I Carabinieri del Nucleo Investigativo Ascoli Piceno, unitamente ai militari della Compagnia di San Benedetto del Tronto e alla Stazione CC di Monsampolo del Tronto, a termine di una complessa indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno  hanno dato esecuzione ad un “provvedimento di fermo” emesso dal Procuratore della Repubblica  a carico di un 54enne operaio, con precedenti, e sua moglie 50enne, casalinga, residenti a Spinetoli, ritenuti responsabili dell’omicidio aggravato di Antonio Cianfrone, attinto con 4 colpi di pistola mentre faceva jogging a Pagliare del Tronto-Spinetoli, la mattina del 3 giugno 2020.

Il gravissimo fatto di sangue che ha scosso l’intera comunità nella vallata del Tronto dove Cianfrone era molto conosciuto anche per i suoi trascorsi professionali, è stato subito oggetto di un’ mirata indagine che ha portato a:

  • esaminare decine di ore di video estrapolati da impianti di videosorveglianza presenti nella zona;
  • riscontrare, dall’analisi del traffico telefonico dei cellulari, la presenza degli odierni fermati, sulla scena del crimine in orario compatibile con l’omicidio;
  • acquisire plurime informazioni testimoniali di cittadini che quella mattina si trovavano nei pressi del luogo del delitto.

Ulteriori approndite indagini sono tutt’ora in corso.

I due sono stati associati al carcere di Ascoli Piceno a disposizione dei Magistrati.

unnamed

Maccari(FSP), criminali usano il tricolore contro Polizia

Scontri Circo Massimo. Maccari (Fsp): “Usare il tricolore per colpire la Polizia. Sono criminali non patrioti”

“Usare bastoni con il tricolore come corpi contundenti contro la polizia è da criminali. Queste persone sono la vergogna di una nazione civile e meritano di essere punite. La Polizia serve il Paese e tutela i cittadini, non risponde a nessun partito”. Continue reading…

logo sel

Sindacato Europeo, accordo su Fallimento Centralpol Sevitalia Sicurezza

Oggetto: Fallimento Centralpol Sevitalia Sicurezza – ISSV Prot. 00102/EP/2020

Lo scrivente segretario, congiuntamente alle RSA anche di altre O.S., nel pomeriggio del 26 cm si è incontrato con la Curatela nelle persone degli avv.ti Perna e Pendenza, nonché in via telefonica con il presidente del gruppo Puma (Cav. Gino Puma), al fine di sciogliere il nodo della dicitura “ex novo” con le “dimissioni” in realtà “risoluzione” visto la dissoluzione del ramo aziendale retrocesso al fallimento, nel qual contesto si riteneva necessaria congiuntamente la deroga al Dlgs 23/2015 e DL 81/2015 (tutele crescenti o jobs act), quindi la non applicabilità ai lavoratori già tutelati dall’art.18 Lg 300/70, visto la continuità dell’esercizio del ramo d’azienda in capo ad ISSV spa, con giusta manleva per i titoli da responsabilità in solido per i crediti/debiti da precedente rapporto lavorativo. Continue reading…

earth

Sevitalia Sicurezza (Fallimento Centralpol), no dimissioni

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

La scrivente O.S. insieme alla propria RSA (Andrea Ciammella), visto le istanze di numerosi lavoratori con i quali oggi si è svolto un attivo, visto l’acquisizione del carteggio del processo fallimentare de Centralpol, sentito il parere dei nostri uffici legali, ai quali già sono stati affidati mandati di azione, visto il ramo d’affitto d’azienda che già “era” in capo a Sevitalia Sicurezza, aggiudicato per fittanza semestrale all’IVP ISSV spa, secondo asta Continue reading…

COVID FOTO

L’idrossiclorochina aumenta il rischio di morte o no?

A proposito di Covid-19 e farmaci, una piccola inchiesta che non ho potuto pubblicare (vi spiegherò la legittima ragione), e che non si allinea con quanto si legge oggi sui molti giornali. E’ una riflessione lunga (toglierò i nomi dei medici perché non sono stata autorizzata ad utilizzarli sui social, ma solo sulla stampa ufficiale) Non sarà un post breve ma, per quanto mi riguarda, necessario. Continue reading…

carabinieri nas-varese press-1200x608

Roma, i Nas oscurano 14 siti

L`attività info-investigativa condotta ha consentito di raccogliere elementi di responsabilità nei confronti delle piattaforme on-line per aver posto in vendita illegalmente una molteplicità di medicinali con indicazioni terapeutiche e asseritamente contenenti principi attivi ad azione dopante, antidolorifica e per il trattamento della disfunzione erettile. Continue reading…

img_8715.jpg

Catania, CC: 21 arresti reato di truffa

Nella mattinata odierna questa Procura Distrettuale della Repubblica, nell’ambito di procedimento penale che vede indagati, a vario titolo, 21 soggetti per concorso aggravato nei reati di truffa, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, falsa perizia e frode processuale, ha delegato ai Carabinieri della dipendente Sezione di Polizia Giudiziaria, l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa il 18.05.2020 dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Catania nei confronti di:

  • BLANCATO Giuseppe cl. 51, custodia cautelare in carcere;
  • RIZZO Antonino cl. 61, custodia cautelare in carcere;
  • PENNISI Sebastiano cl.62, arresti domiciliari;
  • ZAFFORA Carmelo, cl.59, arresti domiciliari;
  • SAMBATARO Filippo Emanuele Natalino cl.58, arresti domiciliari;
  • ROTUNDI Innocenza (detta Barbara) cl.65, divieto di esercitare l’esercizio della professione medica per mesi dodici.
  • il resto della notizia su Varese Press

rocca

Roma,scandalo patenti nautiche comprate

In data odierna, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i carabinieri del Comando Antifalsificazione Monetaria di Roma hanno dato esecuzione – tra le province di Roma, Napoli, Latina e Caserta – ad un’ ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di 12 persone Continue reading…

casadeglitaliani

Silvia Romano salvata e gli altri?

Padre Pierluigi («Gigi») Maccalli, missionario della Società delle missioni africane (Sma),  il turista Nicola Chiacchio e padre Paolo Dall’Oglio, gesuita di origini romane e fondatore della Comunità di Mar Musa, sono tre persone di cui non si parla più come mai?

“Il loro caso è diverso da quello di Silvia Romano e in cosa?”

Afferma Giuseppe Criseo, Presidente del movimento CASADEGLITALIANI Continue reading…

carabinieri-beni recuperati.2

Carabinieri (TPC): recuperati 900 mila beni

Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale

Novecentomila beni recuperati: è il bilancio del 2019

dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC)

Sono 902.804 i beni recuperati nell’anno passato dai Carabinieri del comando di piazza S. Ignazio, alle dirette dipendenze del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, che oggi conta trecento unità fra i quindici nuclei più una sezione sparsi lungo lo Stivale, il reparto operativo ubicato a Trastevere in via Anicia e i vari uffici, che gestiscono fra l’altro la banca dati più antica ed estesa al mondo (quasi 1.300.000 files di opere da ricercare). È un numero che porta a circa tre milioni i beni resi al pubblico o ai legittimi proprietari in mezzo secolo di storia di questa Unità specializzata.

«L’Italia –afferma il ministro Franceschini– è il Paese che per primo ha investito con convinzione nella tutela e nella salvaguardia del patrimonio culturale. Un lavoro quotidiano e capillare da parte degli uffici e delle soprintendenze del Mibact a cui si affianca l’attività silenziosa e preziosa dei Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale che sono un’eccellenza italiana riconosciuta in tutto il mondo.

Gli ultimi dati dell’attività operativa mostrano risultati molto importanti di cui dobbiamo essere orgogliosi».

La maggior parte dei recuperi del 2019 riguarda il settore antiquariale, archivistico e librario (857.003); a seguire vi sono i reperti archeologici, paleontologici e numismatici provenienti da scavi clandestini (45.801). Per quanto attiene alla contraffazione, sono 1.083 le opere sequestrate: falsi di arte contemporanea – ma non solo – che, qualora immessi sul mercato, avrebbero fruttato alle organizzazioni criminali quasi 200 milioni di euro.

fonte Varese Press, https://www.varesepress.info/cronaca/carabinieri-per-la-tutela-del-patrimonio-culturale-900-mila-beni-recuperati.html

https://ilquotidianoditalia.it/2020/05/18/novecentomila-beni-recuperati-e-il-bilancio-del-2019-dei-carabinieri-per-la-tutela-del-patrimonio-culturale-tpc/

marcello foa 1500x1500

Marcello Foa tirato in ballo da Repubblica su una tentata truffa

Marcello Foa,”In relazione all’articolo pubblicato da Repubblica” dal titolo ‘Ecco la strana storia della tentata truffa alla Rai di Marcello Foa’ al centro di un caso mediatico, nel mirino di Cinquestelle e Pd, forse per una carica prestigiosa come quella della presidenza RAI?

Marcello Foa smentisce quanto scritto da Repubblica anche per una questione strettamente politica : è stata erroneamente attribuita al presidente Foa la frase: “La verità è che il Pd vuole la mia poltrona”, anche se poi Repubblica si è corretta per l’errore materiale facendolo risalire a una dichiarazione di Gasparri.

IL caso della tentata truffa orchestrata da una falsa mail con cui il falso ex Ministro Tria avrebbe chiesto il pagamento di un milione di euro per un lavoro commissionato, ha destato irritazione in Foa ( grande professionista ) tanto da precisare che in realtà lui è parte lesa.

Un attacco politico che parte da una vicenda che si sgonfierà sicuramente nei prossimi giorni, conoscendo l’integrità e professionalità di Marcello Foa

il resto lo potete leggere su Varese Press, https://www.varesepress.info/in-evidenza/marcello-foa-replica-a-repubblica-sulla-tentata-truffa-alla-rai.html

 

cc noe

Sequestro depuratori a Benevento, operazione NOE

Dalle prime ore della mattinata i Carabinieri del Gruppo Tutela Ambiente di Napoli stanno dando esecuzione al Decreto emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari di Benevento, all’esito di un’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, con il quale è stato disposto il sequestro preventivo di 12 depuratori di Benevento e provincia, e a numerosi decreti di perquisizione emessi dal pubblico ministero a carico degli indagati. Inquinamento ambientale, frode nelle pubbliche forniture, truffa, favoreggiamento personale, gestione illecita di rifiuti, scarichi di acque reflue senza autorizzazione, abuso d’ufficio e falso sono i reati ipotizzati dalla Procura della Repubblica di Benevento nei confronti di 33 indagati

fonte Varese Press

soldi

Roma E.U.R., ex pugile arrestato per usura

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma E.U.R. hanno arrestato nella flagranza di reato per usura L.F., ex-pugile professionista, commerciante di generi alimentari originario di Napoli e residente a Roma, dopo essere stato fermato mentre riceveva due orologi di pregio, del valore complessivo di oltre 33.000 euro, da un imprenditore che stava pagando parte di un prestito concessogli con interessi ben oltre la soglia di legge.

L’operazione di polizia giudiziaria è stata compiuta al termine di un’attività d’indagine diretta da Pubblico Ministero del pool della Procura di Roma – Reati contro il Patrimonio, coordinato dal Procuratore Aggiunto Lucia Lotti.

A seguito della convalida dell’arresto, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale Capitolino ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari con dispositivo del braccialetto elettronico, alla luce dei gravi reati contestati e delle conseguenze derivanti dal comportamento usurario tenuto.

fonte: Varese Press