57C67D53-096B-4709-8249-D408010254C6

Inizia in FVG il Festival Olimpico della Gioventù Europea

 

Quasi 2.300 giovani atlete e atleti europei provenienti da 47 Paesi saranno in azione dal 21 al 28 gennaio nelle montagne friulane sfidandosi in numerose discipline inerenti gli sport invernali.

É iniziata ufficialmente la 16esima edizione invernale del Festival Olimpico della Gioventù Europea. EYOF2023, un evento che comprende diversi sport invernali dedicato ai giovani dai 14 ai 18 anni. L’evento è stato lanciato nel 1990, su iniziativa dell’Associazione dei Comitati Olimpici Europei (Eoc), e vuole promuovere i valori e gli ideali incarnati nella Carta Olimpica. Dodici le sedi di gara (incluse l’austriaca Spittal e la slovena Planica), 14 gli eventi sportivi e 109 le competizioni.
Intanto nella serata di ieri si è svolta la cerimonia di apertura nel capoluogo della regione italiana che ospiterà questa importante manifestazione dedicata ai giovani e agli sport invernali, il Friuli Venezia Giulia appunto. A Trieste si è esibita una coreografica sfilata composta da tutti i partecipanti e tutte le nazioni presenti. Partita dalla Stazione Marittima per arrivare nello suggestivo scenario di piazza Unità, seguita dalla dichiarazione di apertura dei Giochi con l’arrivo della Torcia e l’accensione del braciere a opera dell’ultimo tedoforo, un giovane campione olimpico del Friuli Venezia Giulia. Successivamente la notte è proseguita tra momenti di animazione con Albertino Dj, giochi di luce e laser show, in un contesto di grande festa,seppur nel capoluogo giuliano la fosse temperatura rigida e la bora imperversante.

Tarvisio, località in cui si svolgeranno numerose fare

Tarvisio, località sciistica in cui si svolgeranno molte gare

In questa edizione non ci saranno atleti russi e bielorussi, che in genere sono ai primi posti in queste competizioni. Così ha commentato in merito il presidente dei Comitati olimpici europei Spuros Capralos: “Ci dispiace non avere gli atleti russi e bielorussi con noi ma questa è stata una decisione del CIO  (Comitato olimpico internazionale) dopo l’invasione. Il Cio sta valutando come reintrodurre e non escludere gli atleti solo per il loro passaporto e trovare un modo per farli entrare di nuovo, senza colori e inno nazionale e se passano i test antidoping perché un evento sportivo come i giochi olimpici è importante includere tutti i migliori atleti del mondo”.

Il presidente della regione Fedriga si è detto entusiasta e orgoglioso per la decisione del CIO di scegliere il Friuli a Venezia Giulia come territorio ospitante di questo prestigioso evento, permettendo così anche di poter “mettere in vetrina” le bellezze delle montagne regionali e del suo sempre più importante demanio sciabile: “Spero che il Fvg, con Eyof, possa dimostrare di essere l’evento di lancio dell’evento Milano Cortina 2026 ma sono convinto che tutti coloro che parteciperanno a Eyof trasmetteranno i valori fondamentali dello sport per i giovani, che mancano nel modello culturale che stiamo proponendo e includono il sacrificio, la capacità di accettare il fallimento e di sapersi rialzare e tornare in pista per raggiungere gli obbiettivi”.

Il Festival Olimpico Invernale della Gioventù Europea 2023 in Friuli Venezia Giulia è supportato dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei ministri e dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.