61D8B425-3EEC-49D3-9C14-EC12BFC1B25E

Maltempo sul Lazio: freddo, pioggia e neve a bassa quota

Scatta l’allerta gialla per neve sul Lazio a partire da domani, 20 gennaio, e per le successive 24-30 ore.
Previste nevicate a quota 400/500 metri e localmente anche sui 200/300 metri nel Lazio. Nella zona di Roma cadrà soprattutto ai Castelli Romani, ma non sono previsti fiocchi nella Capitale.

Ancora pioggia sulla Capitale con possibili grandinate. Fiocchi di neve sono previsti nel viterbese e nel reatino e sulle montagne dei romani.
“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi l’avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal primo pomeriggio di domani, venerdì 20.01.2023, e per le successive 24-30 ore, si prevedono sul Lazio: Nevicate sparse, tendenti a diffuse in serata, al di sopra dei 400-600 metri, specie sulle zone meridionali, localmente in abbassamento fino ai 200-300 metri su zone vallive interne, con apporti al suolo da deboli a moderati. Precipitazioni da sparse a diffuse anche a carattere di rovescio o temporale, sulle zone meridionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, possibili grandinate e forti raffiche di vento.

Il Centro Funzionale Regionale ha pertanto emesso una allerta gialla per neve su appennino di Rieti, Aniene e Bacino del Liri e allerta gialla per vento su Bacini costieri sud.

La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto”.

Temperature minime e massime in diminuzione quasi ovunque. Clima invernale, con valori inferiori alla norma. Venti in attenuazione, moderati o tesi settentrionali sulla Sardegna, di Grecale sull’alto Tirreno, di Bora sull’alto Adriatico, di Tramontana in Liguria. Mari: molto mossi o agitati i bacini meridionali e il mare di Sardegna.