ZIO COMMAND COPERTINA

Zio Command: la simpatia ternana che sta impazzendo sul web!

Lo avrete visto sicuramente tutti, scorrendo una qualsiasi chat Whats app troverete un video di un ragazzo estroverso dalla capigliatura particolare e dal dialetto ternando che in trenta secondi attirerà la vostra attenzione: battute piccanti e comicità spiccata, queste le caratteristiche di Samuel Comandini, in arte Zio Command.
Non è la solita frase di circostanza, abbiamo avuto il piacere di incontrare Samuel e ed è proprio cosi: semplice, genuino, che esprime le proprie idee con battute che entrano prepotentemente nell’attenzione dell’interlocutore.
Ma chi è Zio Command? Che lavoro fa? Lo abbiamo scoperto insieme intervistandolo. Samuel ci ha raccontato la sua vita con la semplicità che lo contraddistingue.

WhatsApp Image 2021-11-10 at 09.42.43

Ciao Samuel, da quando Samuel Comandini è diventato per tutti Zio Command?
“Il soprannome nasce all’incirca a marzo 2018. Come facilmente intuibile Command nasce dal mio cognome. Quando eravamo adolescenti spesso i miei amici mi chiamavano così e quindi è un nickname che da tanti anni ormai mi appartiene. Il termine Zio nasce perché da buon ternano è un appellativo che spesso si usa per chiamare gli amici, una sorta di saluto amichevole che mi contraddistingue.”

 

Lo dicono un po’ tutti una volta diventati popolari, ma quello che colpisce di te è quanto effettivamente tu sia semplice e identico a ciò che vediamo sui social, pensi che questa semplicità possa rappresentare il tuo vero punto di forza?
“Io sono lo stesso ragazzo di 2,3, 4 anni fa. Sono un operario che lavora nell’acciaieria di Terni e si diverte nel fare video. Quello che vedete oggi nel mio profilo Instagram c’era anche quando avevo 100 followers. Chi mi conosce da tanti anni sa come sono e per me non c’è piacere più grande di incontrare qualcuno che mi chiede una foto o mi fa un video in diretta. I fan sono il mio nutrimento, sono loro che condividono i miei contenuti e li rendono virali, la mia popolarità improvvisa nasce da loro e sarebbe stupido ed irrispettoso non riconoscere questo.”

WhatsApp Image 2021-11-10 at 09.42.44 (1)

La tua, da come ci appare, sembra quasi una critica costruttiva verso il mondo in cui viviamo: economia, politica, sport, cosa c’è dietro le tue battute?
“Io valuto tutte le situazioni, anche quelle tragiche o assurde e provo a farci dell’ironia. A volte riconosco di trattare temi anche scomodi ma io sono così, dico semplicemente quello che penso e pubblico quello che direi ad un mio amico al bar di Terni. Non penso a chi guarderà i miei video, penso soltanto a rimanere me stesso senza alcun segreto. Le battute che sentite non sono mai preparate, prendo il telefono e registro quando sono ispirato (ride ndr).
Tu l’hai definita critica costruttiva ma non sono pienamente d’accordo; non credo che la critica, almeno qui a Terni, possa considerarsi costruttiva, la critica rimane tale. Sta all’intelligenza delle persone capire i miei messaggi. Io accetto tutto, non obbligo nessuno a seguirmi ed apprezzarmi, se perdo dieci followers dormo lo stesso e sono sereno. Io sono Ternano, critico i miei concittadini proprio per la mentalità: si tende molto a criticare a priori. Se un ragazzo è ambizioso ed apre un negozio viene criticato, se uno studia anche…credo si debba guardare più in casa propria e meno in quella degli altri…Farsi gli affari propri è uno dei miei motti, fa ridere ma credo fortemente debba essere una priorità quella di non criticare nessuno e pensare alla propria vita.”

Ti ispiri a qualcuno in particolare? A me ogni tanto ricordi Paolo Bonolis, trovo molte somiglianze nella vostra comicità.
“Io seguo da molti anni un genere che in Italia non si è mai affermato ovvero la Stand up Comedy. Nel nostro Paese quando si parla di comicità si fa riferimento ad Enrico Brignano o a Pintus, in realtà credo che loro siano più degli “show-man”. Stiamo parlando di un lavoro in cui si ha l’obiettivo di intrattenere il pubblico che alle dieci di sera è seduto sul divano e ti guarda, è un lavoro diverso.
In Italia questo genere non è mai stato apprezzato: Lenny Bruce fu arrestato in America proprio a causa della sua comicità, spesso troppo critica. Oggi però in America i comici satirici presentano i Premi Nobel, i comici satirici italiani invece vivono in un continuo oscurantismo, perché il nostro Paese valorizza questo genere.
Il mio comico preferito in assoluto è Giorgio Montanini, ma apprezzo molto anche Filippo Giardina.”

 WhatsApp Image 2021-11-10 at 09.42.44

I tuoi familiari come hanno vissuto questa tua improvvisa popolarità?
“La mia fidanzata mi sopporta da tredici anni (ride ndr), mi conosce, sa come sono e i modi di fare che ho. Spesso con le ci mettiamo a ridere e ci domandiamo come sia stato possibile questo successo così, dal giorno alla notte. Mia madre mi ha sempre sostenuto, in ogni scelta, spesso non condivide i miei discorsi ma questo è il compito di tutte le madri in fondo…” Samuel non dire parolacce, non attaccare tutti” io però sono fatto così, lei lo sa e mi vuole bene per questo. Io nella vita normale dico parolacce e sono istintivo, non potrei mai cambiare me stesso, non ci riuscirei ed inoltre sarebbe sbagliato soltanto pensare di doverlo fare.”

 

Ti sei scagliato contro i no vax, a volte fai battute che suscitano molte critiche nei tuoi confronti, come gestisci tutto questo?
“Dico semplicemente quello che penso. Ti dico la verità, a me le critiche piacciono e vorrei averne di più. Non mi interessa fare buon viso a cattivo gioco: se ho un pensiero lo dico e sono pronto a ribadirlo sempre, non penso al pubblico che mi guarda ma alle mie idee. Ormai è tutto strumentalizzato, ci sta il politicamente corretto per cui alcune cose non vanno dette, io non sono cosi e non ho alcuna intenzione di cambiare.
Critico i no vax per il semplice fatto che le persone hanno studiato, si sono laureate e se dicono che il vaccino va fatto lo faccio. Io non mi permetto di parlare di un argomento se non ho la competenza per farlo, sono diventati tutti “tuttologi”, bisognerebbe iniziare a lavorare su noi stessi prima di parlare a sproposito.”

Conoscendoti sorge spontanea una domanda: tu, nella politica ci credi?
“Non voto da circa 10 anni e non ho intenzione di farlo. Non vedo competenza: indipendentemente dalle ideologie politiche non ci sono le persone di una volta. Sentire un discorso di Almirante o Pertini era un piacere, loro erano preparati, intelligenti e politici veri, tutto questo oggi non ci sta. Sono tutti burattini che pensano a farsi favori tra di loro senza effettivamente interessarsi del bene collettivo. Se domani dovessero puntarmi una pistola alla fronte e dovessi andare a votare l’unico per cui farei un’eccezione è Silvio Berlusconi. Si può dire di tutto su di lui, ma gli riconosco di aver aiutato l’economia italiana e di aver dato un posto di lavoro a molti cittadini, se fossi costretto allor si, voterei lui.”

5aa6091c-2d1f-4542-bbd5-8d58b483a8f2
Sei fidanzato da molto, Manuela come reagisce alle tue battute?
“Mi conosce meglio di chiunque altro. Il nostro rapporto è questo e non potrei stare con una persona diversa da lei. Io sono trasparente e pulito, ci apprezziamo a vicenda per questo.”

Ti è mai capitato di incontrare un tuo fan fuori da Terni?
“Si, la prima volta mi è capitato a Bologna e mi ha fatto caso, ma ripeto io devo tutto alle persone che mi seguono e mi apprezzano, prendo da loro la mia forza.”

 

Quali sono le tue grandi passioni?
“La musica e la moto. Passo ore ed ore a suonare il pianoforte e appena ho un attimo di tempo libero faccio un giro con la mia Harley Davidson, che ho reso a mia immagine e somiglianza.”

Gillet personalizzato, moto personalizzata, ormai hai un tuo personaggio: codino e pizzetto, come nasce questo look?
“Sono una persona molto egocentrica e mi piace avere delle caratteristiche che mi contraddistinguono. I capelli sono nati da quando ho smesso di fumare, mi ero promesso di non tagliarli più e cosi è stato.”

 

Hai molti amici?
“Partiamo dal fatto che il mio miglior amico è Samuel. Vado molto d’accordo con me stesso, e spesso sento il bisogno di isolarmi e confidarmi con il mio io interiore. Sono nato e cresciuto con degli amici che reputo importanti anche oggi, comunque si, credo nell’amicizia.”

WhatsApp Image 2021-11-10 at 09.42.43 (1)

 

Con i social tutti vogliono emergere nel 2021, tu ci stai riuscendo, ti senti di dare un consiglio a cgi vorrebbe intraprendere il tuo percorso?
“Come ho detto io ci sono riuscito senza cercarlo; il segreto è essere sé stessi. Sai cantare? Canta. Sai ballare? Balla. Non fingere di essere ciò che non sei, alla fine la verità verrebbe sempre a galla.”

 

Sfrutto la tua onestà per farti una domanda scomoda, vorresti lavorare con il personaggio che hai costruito?
“Grazie per la domanda (ride ndr). Non ho problemi nel dirti che sarei uno stupido se non ci provassi. Mi dedico ai social perché mi piace. Credo che ogni impiego di tempo debba essere retribuito, io mi sto creando un lavoro che attualmente faccio gratis, ci guadagnano tutti, io perché non dovrei approfittarne se ne uscisse la possibilità?”

Si, fidatevi…Samuel è veramente così. Simpatico e autoironico. In bocca al lupo Zio Command, mi raccomando, continua a farci divertire!!!

a cura di Dario De Fenu