Scuola

SCUOLA, PLESSO MAZZACURATI, ROCCA (FDI): A SETTEMBRE NESSUNA APERTURA

E’ di questa mattina la nota del Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale “Fratelli Cervi”, dal quale dipende anche il plesso di Via Mazzacurati 90, con la quale si informano i genitori che, nonostante gli sforzi compiuti dalla direzione, quasi sicuramente la scuola non potrà aprire a settembre. Dichiara Federico Rocca coordinatore di Fratelli d’Italia del Municipio XI. 

Le ragioni? Molto semplici: il Campidoglio non ha mantenuto le promesse, nonostante i lavori siano stati ultimati già nel 2018. In un momento così delicato per il sistema scolastico, poter avere un nuovo plesso con 16 aule, 5 ampi locali e 3 locali mensa, sarebbe stato di grandissimo aiuto per gestire meglio gli alunni. Pensiamo all’alleggerimento per le altre sedi presenti in zona, poiché, si sarebbero evitati affollamenti all’entrata e all’uscita dalle scuole, per non parlare del servizio mensa.

Nel corso di una commissione capitolina nel marzo scorso, è stato garantito che nell’arco di un mese sarebbe stato eseguito il collaudo, acquistati gli arredi e avviato il secondo stralcio dei lavori.

A metà maggio si è svolta un’altra riunione presso il SIMU di Roma Capitale e in quella sede è stato riscontrato che nulla di quanto detto prima era stato fatto.

Dopo ripetute insistenze da parte della Direzione scolastica, è stata convocata il 24 luglio una riunione presso il Municipio XI – prosegue Rocca – e in quella sede sono emersi l’assenza del collaudo definitivo, la presenza di molti rifiuti nell’area della scuola, il mancato acquisto degli arredi e la sola disponibilità di 6 aule su 16 peraltro disponibili per mezza giornata, quindi utili per le medie e non per le classi elementari che fanno il tempo pieno e per le quali c’è la reale necessità di reperire spazi.

E’ facile pensare che non riusciranno a fare in un mese quello che non sono stati capaci di fare in 2 anni, però alla Raggi e ai suoi rappresentanti sul territorio una cosa è riuscita bene, promettere fino a poche settimane fa che tutto stesse procedendo per il verso giusto ma le bugie hanno le gambe corte. I fatti dicono il contrario – conclude Rocca – ancora una volta centinaia di famiglie del nostro territorio saranno penalizzate dall’incapacità e incompetenza del M5S e non basterà il solito ritornello che la colpa è di chi c’era prima, poiché, i loro predecessori hanno consegnato una scuola finita.