piergiorgo-benvenuti-640x480

PONTE MARCONI: BENVENUTI-FICOSECCO (ECOITALIASOLIDALE), LA SITUAZIONE E’ FUORI CONTROLLO, ACCAMPAMENTI IRREGOLARI STANNO OGNI GIORNO AUMENTANDO E I “ROVISTATORI” DEI RIFIUTI CIRCOLANO LIBERAMENTE NELLE STRADE DEL QUARTIERE

La situazione è già nota da tempo perchè numerose segnalazioni sono
state presentate da cittadini e Comitati ed in effetti  recentemente alcuni controlli sono stati effettuati dalle Forze dell’Ordine nella zona di Ponte Marconi, ma ormai la situazione è fuori controllo. Di giorno in giorni l’accampamento abusivo presente all’altezza di
Lungotevere di Pietra Papa, parallelo al Tevere ed alla pista
ciclabile aumenta di numero di presenze e di strutture e capanne che
vengono realizzate.
E’ quanto hanno dichiarato Piergiorgio Benvenuti e Fabio Ficosecco,
rispettivamente Presidente del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale
e Responsabile per Roma e Provincia dell’Associazione.
“La situazione si aggrava anche in relazione alle nuve normative per
il Coronavirus ed il giusto controllo della  mobilità dei cittadini ed
invece quotidianamente residenti della baraccopoli abusiva, senza
alcuna certificazione, attività lavorativa urgente o dispositivo come
mascherine ed altro -proseguono Benvenuti e Ficosecco- utilizzando  le
bicilette proseguono la loro attività di rovistaggio nei cassonetti
dei rifiuti, raccogliendo di tutto e portandolo nell’accampamento. Una
attività costante ben visibile  nelle strade del quartiere”.
“Da tempo sosteniamo che si deve procedere ad una  vera e propria
bonifica per salvare la golena del Tevere adiacente al ponte Marconi,
ad oggi non è possibile sotto finestre e balconi dei palazzi assistere
alla raccolta e abbandono di cumuli di rifiuti, alcuni dei quali anche
sversati nel Tevere e di fuochi notturni e diurni che interessano un
ampio segmento del quartiere, creando un forte inquinamento”.
“E’ necessario  eliminare l’inquinamento e i fuochi abusivi ed anche
tossici a vantaggio di spazi riqualificati ed  adibiti ad attività
sportive amatoriali spontanee e  spazi per i cani, ma soprattutto
-proseguono Benvenuti e Ficosecco- non è possibile che i cittadini
debbono rispettare giustamente le norme di stare a casa per il
contagio mentre c’è chi, senza alcun controllo,  crea nuovi campi
abusivi, circola liberamente fra uno dei quartieri a più alta densità
di popolazione, peraltro in gruppi, in ogni momento del giorno e della
notte e prosegue a creare inquinamento”.
“Ci attendiamo risposte certe da parte di chi come la Sindaca Raggi è
anche responsabile della salute dei cittadini”.