ventonuovo

Gamification, la svolta delle slot machine online

Il passaggio da videogiochi a slot machine, e viceversa, è la chiave del successo di questi due settori.


Si chiama “gamification”, è davanti a noi e non ce ne rendiamo conto. È questa la grande novità e, soprattutto, il grande segreto del successo del gioco d’azzardo. Stiamo parlando del passaggio, continuo e frequente, di temi, personaggi, grafiche ma anche modalità, ritmi, impostazioni, tra videogiochi e slot machine. Una costante che è sotto gli occhi di tutti, soprattutto di quanti erano abituati alle macchinette tradizionali, con le classiche bobine di un tempo. Niente a che vedere con il presente.
Prendete come esempio il famosissimo gioco Candy Crash ideato da Facebook. Il gioco ha raggiunto popolarità incredibile: 480 milioni di utenti al mese, tantissime interazioni ogni ora. Pochi sanno, però, che prende origine da uno sconosciuto game dal titolo Cosmic Fortune. I videogiochi infatti diventano così una sorta di gioco d’azzardo senza l’azzardo, un divertimento privo di investimenti di denaro se non quello del prezzo iniziale o degli add-on, le opzioni d’acquisto in corso d’opera.
Per capire meglio però la forza della gamification si devono analizzare quelle che, in gergo, sono le “behavioral characteristics”, ovvero le caratteristiche in comune tra questi mondi. La prima è senza dubbio quella tecnologica: visual and audio rewards. Il gioco è sostanzialmente organizzato in obiettivi, con una serie di sfide a livelli, superati i quali vengono concessi dei rewards, dei premi e delle “congratulazioni” che possono essere visive o uditive, stimolando così i recettori sensoriali del cervello. Si attiva così un processo di piacere, di godimento nervoso, ogni volta che si raggiunge un obiettivo.
L’altra grande caratteristica che avvicina giochi e slot è l’ambientazione, i personaggi e la trama. Ne sono esempio più compiuto le recenti slot machine dedicate al mondo dell’Antico Egitto. Tra le più gettonate possiamo ricordare Book of Ra Deluxe, ma la lista potrebbe essere infinita: Wild Scarabs, Age of Egypt, Crown of Egypt. Mummie e faraoni, sabbia e piramidi, permettono all’utente di gettarsi a capofitto in un mondo parallelo per tentare la fortuna e vivere un’esperienza di gioco assolutamente utile. Terza skill che accomuna i due mondi è quelle che gli esperti definiscono come il Near-Miss. Nel gergo settoriale del gioco si tratta di una sconfitta vicina alla vittoria: come quando si investe sul numero 25 della roulette ed esce il 24. Cerebralmente si innesta un ragionamento per cui la vittoria era vicinissima. La stessa cosa accade nei video giochi, dove per salire un livello, a volte, si può sbagliare una sola mossa e rimanere incatenati a vita.
Così facendo i due mondi, azzardo e gaming, si rafforzano, crescono e migliorano. E continuano a fare proseliti, in tutto il mondo.

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest