MEANA

Ciao, cara Marina Ripa di Meana…

Ciao, cara Marina Ripa di Meana. Abbiamo lottato insieme contro le pellicce dal 1990, per oltre 10 anni, nel momento del boom delle pellicce in Italia. Cortei, manifeazioni, conferenze , provocazioni, blitz anti-pellicce nel 1991, 1992, 1993, 1994, 1995 a Roma, Milano ( alla Prima della Scala), a Firenze, a Pavia, a Napoli, a Milano… e a Londra, a Parigi….). Poi nel 1996 e nel 1997 ho curato, da Direttore italiano dell’IFAW ( Fondo Internazionale per la Protezione degli Animali) ed insieme ai Verdi ( con gli onorevoli Turroni, Zanella, Pecoraro, Bonelli, Apuzzo, Procacci…) due clamorose Campagne provocatorie contro le pellicce, che portarono all’attenzione di 50 milioni di italiani il dramma di visoni e volpi uccisi per le pellicce: in una Tu, cara Marina, eri nuda ed urlavi “ L’UNICA PELLICCIA CHE NON MI VERGOGNO DI INDOSSARE”. La seconda, durissima che mostrava l’uccisione dei cuccioli di foca, fu bloccata dall’Associazione Italiana Pellicceria (AIP), ma anche grazie a quella battaglia abbiamo ottenuto il divieto  di importazione di pelli di cuccioli di foca in Italia. Addio Marina, che il viaggio ti sia lieve. Non dimenticherò mai anche le aggressioni che abbiamo subito a Madrid quando siamo andati insieme, io e te, a manifestare contro le corride: urlavi contro i toreri e non avevi paura dei loro insulti e delle loro minacce. Ce la siamo vista brutta! Io, ora, sono un po’ più solo: combatto da 40 anni in difesa degli animali e questi addii, le crudeltà quotidiane e gli anni che passano lasciano una cicatrice indelebile. Che tu, cara Marina, possa essere di esempio alle guerriere e ai guerrieri Animalisti Italiani Onlus, associazione che ho fondato nel 1998: a chi ha il coraggio – o deve trovare il coraggio – di osare e di rischiare in prima persona.

Walter Caporale, Presidente Animalisti Italiani Onlus