babygang

MUGNANO;QUANDO I SOCIAL DIVENTANO MEZZO DI DENUNCIA

di Giulia Manduca

Lo scorso venerdì 17 marzo, a Mugnano, comune di Napoli, un ragazzo di appena 13 anni stava rientrando a casa quando ha incrociato dei ragazzi che, con il pretesto di chiedergli un accendino, lo hanno prima deriso e poi aggredito. Il 13enne, tornato a casa, ha raccontato tutto ai genitori, i quali hanno scelto di denunciare l’accaduto ai carabinieri facendo avviare subito le indagini. Successivamente il padre del ragazzo ha deciso di postare la foto del viso contuso del figlio su Facebook “perché-questo il suo pensiero- gli autori di tali soprusi non devono passarla liscia”. Molti sono stati i commenti di solidarietà verso la famiglia del piccolo Fabio. Anche Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ha espresso la sua vicinanza: «Ci auguriamo che i bulli vengano identificati rapidamente e che non solo le autorità, ma anche le loro famiglie e gli insegnanti, intervengano contro di loro in modo durissimo ed esemplare. Sarebbe devastante se, come è avvenuto in passato, i genitori pensino di difendere ragazzini che fanno della violenza e della sopraffazione il loro motivo di vita. Ha fatto bene il padre della vittima a postare questa inaudita violenza sui social al fine che tutti sappiano e che si rompa il solito muro di omertà, silenzio e facile perdonismo». Sulla Vicenda è intervenuto anche il primo cittadino di Mugnano, Luigi Sarnataro: “Come istituzioni, insieme con le scuole e le famiglie, dobbiamo essere in prima linea per combattere la triste piaga del bullismo ed insegnare ai nostri ragazzi a ripudiare la vile logica del branco e della violenza. Intanto già nella giornata di ieri ho richiesto ai vigili urbani e ai carabinieri maggiori controlli, specie negli orari di uscita delle scuole, per prevenire altri simili episodi.”

Gli aggressori, una baby gang composta da minori di 14 anni, sono stati identificati ma non sono imputabili di reato;ora saranno interrogati dagli investigatori in presenza dei genitori.

 

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest