Parlamento Politica - Tagli legge di Stabilità

LE DEMOCRAZIE

di Marco RINAUDO

Tutti parlano di Democrazia, di Libertà, di Terza Repubblica spesso a sproposito e per confondere la pubblica opinione su una stupenda parola:”DEMOCRAZIA”.La DEMOCRAZIA, scriveva Panfilo Gentile, geniale politologo del 900 con Pareto e Mosca , spesso degenerano in Oligarchie, si consegnano le sorti del paese agli arbitri, ai capricci, agli errori di gruppi di ambiziosi incapaci di ben governare,ma capaci di innalzarsi sulle vette del potere (  TUTTI I PARTITI OGGI  USANO FARE LE PRIMARIE, MA, PRIMARIE DI COSA?;  E’ portarsi dietro un codazzo di ascari che, una volta eletti, fanno il bello e il cattivo tempo. Spesso usano fare intimidazioni, concussioni, voti di scambio.  E’ la ” DEMOCRAZIA” il potere del popolo?, non è vero, è una farsa, una tragica finzione. Il popolo, dicevano Jean Marie Airuet, “Voltaire” ed il Marchese Del Grillo, non conta niente, non ha alcuna voce in capitolo; una volta  esaurito il rito del voto è bandito da  ogni decisione. Solo il Sinedrio degli eletti,   “Capi Partito, Segretari, Capi bastone, Capi corrente, ministri,  deputati ; senatori, ecc……..” conducono le danze  e  agli occhi di tutti, come ogni giorno, le caste dei politici  si aiutino trasversalmente tra di loro. Ieri hanno salvato il ministro dello Sport Lotti, oggi hanno salvato Minzolini. Perché lo hanno fatto? Semplice: ieri a lui (Lotti) oggi a me ( Minzolini); Si buttano in avanti con i voti di scambio.

Un esempio per osservare l’impotenza del popolo è l’iniquità delle leggi che questi signori manovrano a loro piacimento contro gli interessi dei più deboli, degli indifesi, dei disabili è l’atto 378 che cancella il diritto allo studio degli studenti con disabilità, togliendo a queste categorie di cittadini il sostegno didattico e inificiando  la legge 104.La  Democrazia oggi è pura demagogia, esercitata  nelle realtà politiche da: Pifferai,Burattinai  e chiacchieroni.

La gente, le masse possono inveire come vogliono, possono lamentarsi contro il governo, contro   i ministri, tanto non contano niente.La vera Democrazia,a detta di Panfilo Gentile, è quel regime in cui le Elite si propongono al giudizio del popolo sovrano e da questi scelti per assolvere ad esercitare con moderazione, senza inciuci ed inganni al loro mandato per il bene della nazione. Saggezza, lungimiranza, onestà, intelligenza e logica dovrebbero guidare i politici nel loro mandato per assolvere al compito che il popolo fiducioso ha loro assegnato. Le leggi che  si fanno a tutela delle caste in parlamento ed al senato  non sono ben viste dal popolo. Se non avviene il rispetto di quest’ultimo, se le menzogne, gli arbitri, le concussioni, i brogli diventano strumenti di vittoria;la Democrazia è fallimento . Essa diventa Partitocrazia;fa altresì fede al concetto di Partitocrazia il film di Michele Placido proiettato su canale 3 della Rai  Venerdì 17 “VIVA L’ITALIA”,che molti italiani hanno visto. Ecco, in quel Film, in cui il supposto On. Spagnuolo combina una infinità di nefandezze  per agevolare i propri figli è rappresentata magistralmente L’ITALIA di oggi  e tutti   abbiamo osservato con rammarico che il popolo non conta niente è che la Costituzione è un Optional. VIVA L’ITALIA.

 

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest