pasquino-almond

I PERICOLI DEL FONDAMENTALISMO CATTOLICO CRISTIANO E LE MULTINAZIONALI DELL’AL DI LA’

di Marco RINAUDO

In questi ultimi tempi nella nostra nazione è nel mondo accadono fatti  che fanno riflettere le coscienze degli uomini e donne di buona volontà, Guerre, terremoti, catastrofi portano spesso  tutti noi a chiederci: Esiste DIO? non esiste?, questa è l’ardua questione  che affligge da millenni l’animo umano. C’è chi ci crede e  chi non ci crede ma, non è detto che chi non crede non abbia principi etici e morali  e chi crede li abbia, credenti e non credenti li abbiamo tutti.Per chi abbia deciso di credere, per ignavia, perché costretto  sin dalla nascita ad appartenere ad una parrocchia, o per paura dell’ignoto,o perché crede di aver ricevuto una chiamata,(chi lo ha chiamato?);per questi sono pronte le multinazionali dello spirito, un po’ come le sette sorelle che vendono petrolio a coloro che decidono di guidare una macchina. Solo che in questi casi si vende un posto in prima fila nei Campi Elisi: sono bravissimi, nei secoli hanno affinato la loro tecnica, dicono tutto ed il contrario di tutto,la l’atavica paura insita nell’animo umano è  la grande alleata, riescono a vendere l’indimostrabile e della fede nei loro dogmi ne fanno una questione di principio, “No Martini, no party”!  Questo giochino l’abbiamo vissuto e lo viviamo sulla nostra pelle ogni giorno. Si ispirano tutti a principi sanissimi, condivisibili, di saggezza che non si  può fare ameno di condividere, credenti e non credenti, salvo toccare i loro interessi: Nei secoli la nostra penisola, un tempo definita mera espressione geografica, e l’Europa con essa erano sotto  dominio del Papa Re, ma grazie soprattutto all’illuminismo è riuscita in parte ad affrancarsi dal ricatto è dalla paura dei Papi Re seguiti da mastro Titta, loro boia di fiducia. L’illuminismo ha regalato alla storia dell’umanità una delle sue pagine più belle. Va da se che, con il tempo, l’uomo  prenda coscienza della sua centralità, delle sue potenzialità, della sua dignità, del suo essere parte  del tutto, senza interferenze, è ed ovvio che queste multinazionali vadano in crisi. E’ questa crisi esiste, C’é è come: basta girare per roma dalle parti di San Pietro e si vedrà che tra i preti e le suore chiamate dal Signore ce ne sono più di origine indiana o africana che nostrani,  stranamente provenienti tutti da luoghi dove la fame è più nera: Bisogna correre ai ripari, bisogna allora mobilitarsi affinché tutta l’impalcatura non crolli, come é stato per l’impero sovietico che ha dovuto dichiarare quasi bancarotta per mancanza di soldi, ecco allora riaffermarsi più che mai il voto di scambio: tu dai i voti a me ed io faccio le leggi a te: Ecco allora che tante pecorelle, con i loro pastori, aderiscono alla promettente iniziativa, come se DIO avesse un partito.Ora la maggioranza parlamentare è saldamente in mano a questi ” scambisti”, ciò anche per demerito dei mandarinati di sinistra, e si può quindi procedere alla seconda fase: restaurare ciò che in passato l’illuminismo oscurò. I vari Presidenti del Consiglio sono riusciti a fare una mera operazione commerciale camuffata con valori spirituali ed etici (la curia non paga IMU, Tari Ec…); dei quali solo una parte se ne arroga la potestà; Fondamentalismo chiama fondamentalismo, ed ecco apparire ISIS e musulmani, chi ci rimette siamo noi e lo stato così detto laico, chi ingrassa sono governanti, politici, preti e cantastorie.

 

 

 

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest