15665437_10209656752707983_7662574241122821968_n

Aggressioni in pronto soccorso: gli operatori sono indifesi 

Ennesimo episodio al Policlinico di Tor Vergata. Vittima un’infermiera, ferita al setto nasale

 

“In sanità dobbiamo ripristinare l’ordine pubblico ma a queste richieste i direttori generali e la Regione Lazio fanno orecchie da mercante e a rimetterci sono sempre i lavoratori e i cittadini bisognosi di assistenza”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che commenta l’ultimo episodio avvenuto lunedì notte al pronto soccorso del Policlinico di Tor Vergata: “Nell’esprimere la nostra profonda solidarietà all’infermiera aggredita da una giovane – non nuova a tali episodi, forse affetta da disturbi psichici – non possiamo non segnalare il costante pericolo in cui sono costretti a prestare la propria opera medici, infermieri, operatori del pronto soccorso che spesso fanno da parafulmine agli umori della gente inferocita dalle lunghe attese e dai disservizi. Questa volta è toccato a Tor Vergata – continua Maritato – ma poteva essere qualsiasi altro nosocomio, che come tutti quelli romani è affetto da sovraffollamento perenne, causa di mancate risposte immediate ai cittadini bisognosi di assistenza. L’aspetto più inquietante è che nelle stesse strutture sanitarie stanno sparendo tutti i posti di polizia interni, vittime di tagli indiscriminati a scapito della sicurezza dei cittadini, senza che nessuno ponga rimedio”, chiosa Maritato.

 

UFFICIO STAMPA ASSOTUTELA

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest