E’ morto Franco Battiato aveva 76 anni foto

E’ morto Franco Battiato: aveva 76 anni

E’ morto Franco Battiato: aveva 76 anni.

Con lui se ne va un altro grande della musica italiana contemporanea, a pochi giorni di distanza dalla sua amica fraterna Milva.

Colto, raffinato era davvero il più completo dei cantautori italiani (basti pensare che cantava persino in lingue quali arabo, spagnolo, inglese e francese).

La sua discografia si compone di una quarantina di album pubblicati a cui potremmo aggiungere numerosi singoli.

Fu il primo italiano a superare il milione di copie vendute con “La Voce del Padrone”, disco da poco ripubblicato con un mixaggio differente in vinile e cd.

Pop raffinato? Musica colta? Progressive? Lirica? Musica orchestrale?

Per lui faceva davvero poca differenza il genere con cui doveva confrontarsi.

Ogni sua singola nota si può definire capolavoro.

Numerosi inoltre i sodalizi avviati in più di cinque decenni di carriera: fra questi vale la pena ricordare almeno quelli con il filosofo Manlio Sgalambro, Milva, Giuni Russo e Alice, con cui fece anche alcune delle ultime date dal vivo.

Battiato però fu anche un apprezzato regista: diresse infatti tre lungometraggi ( “Perdutoamor”, “Musikanten” e “Niente è come sembra”) e altrettanti documentari (“La sua figura”, “Auguri don Gesualdo” e “Attraversando il Bardo”. Più rari invece i suoi ruoli in veste di attore.

Tra le sue passioni anche la pittura, che lo portò a realizzare un’ottantina di opere, tra tele e tavole dorate, tutte con uno stile personale. Ne trovate esempio, se volete, nelle copertine di “Fleurs” e di “Ferro Battuto” e nel libretto dell’opera “Gilgamesh”.

Impossibile menzionare tutti i premi vinti in carriera, basti pensare però che è uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco.

A poche ore dalla sua morte sono già numerosi i tributi di amici e colleghi.

Non sono mancati però anche quelli da parte del mondo politico (fu, tra l’altro, anche assessore al turismo della Regione Sicilia).

Oggi l’Italia intera ha perso uno dei suoi più grandi artisti, ma del resto, come anche lui cantava, “siamo solo di passaggio”…

 

La foto nell’articolo è tratta dalla pagina facebook dell’artista

Marco Vittoria

Sono Marco Vittoria, futuro architetto con l’hobby della scrittura. Appassionatissimo di musica, cinema ed arte, con una predilezione verso tutto ciò che riguarda gli anni ottanta e la pop art.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookGoogle Plus