IMG-20190809-WA0009

Blubar Festival a Francavilla al Mare (Ch): vi raccontiamo la prima serata

di Marco Vittoria

Era uno degli eventi più attesi della stagione musicale abruzzese.

Il pubblico infatti era veramente numeroso: migliaia di persone affollavano la Piazza Sant’Alfonso per vedere un concerto con molti degli eroi del Prog italiano.

Si sono esibiti infatti:

Vittorio De Scalzi (fondatore dei New Trolls)

Bernardo Lanzetti (ex Pfm e Acqua Fragile)

Paolo Sentinelli

Filippo Destrieri (ex Franco Battiato Group)

Aldo Tagliapietra (ex Le Orme)

Patrizio Fariselli (Area)

Lino Vairetti (Osanna)

Enzo Vita (Rovescio della Medaglia).

Ad aprire la serata è stato Filippo Destrieri con “Aria di Rivoluzione”, dal repertorio di Franco Battiato.

Subito dopo sono iniziate le esibizioni in cui vari artisti hanno unito le forze dando vita a uno spettacolo unico ed irripetibile.

Ecco quindi “Gioco di Bimba” con Vittorio De Scalzi, Aldo Tagliapietra e gli Osanna in contemporanea sul palco e poi “Vento d’Autunno” e “Sguardo verso il cielo” con solo gli ultimi due.

A seguire i grandi classici “L’uomo” (in medley con “Purple Haze” di Jimi Hendrix) e “Fuje ‘a Chistu Paese” degli Osanna (quest’ultima con brevi inserti dai classici napoletani “Funiculì Funicolá” e “’O Sole mio”).

E poi, dal repertorio dei New Trolls, “Una miniera” e “Le Roi Soleil” con Vittorio De Scalzi e gli Osanna.

Come succede spesso in un concerto Prog è stato dato anche largo spazio all’improvvisazione, in particolare quando ha suonato Patrizio Fariselli degli Area che ha proposto un brano inedito e “Cometa Rossa”.

Presenza scenica eccellente quella di Bernardo Lanzetti durante “Harlequin” e “Impressioni di settembre” con gli Osanna come band.

La serata tocca l’apice con l’omaggio a Francesco Di Giacomo con al pianoforte Francesco Sentinelli.

Grande emozione quando viene proiettato il videoclip de “La Parte Mancante” e al momento della premiazione della vedova del grande ed indimenticato cantante del Banco del Mutuo Soccorso.

E’ seguito “Lo stato delle cose”, brano orchestrato appositamente per il Blubar estratto da “La Parte Mancante”.

Si è passato poi ad omaggiare un altro grande maestro della musica contemporanea, Luis Bacalov, con tre movimenti dal “Concerto Grosso n. 1”, “Allegro”, “Adagio(Shadows)” e “Cadenza – Andante con moto” con ospiti Lino Vairetti alla voce e il maestro Cipriani al violino e uno dal “Concerto Grosso n. 2” (“Primo tempo: Vivace”).

La scena torna tutta degli Osanna con “Preludio” dalla colonna Sonora di “Milano calibro nove” e “There will be time”.

L’entusiasmo sale alle stelle quando poi si intravedono Enzo Vita e la sua creatura, Il Rovescio Della Medaglia, Il gruppo propone in sequenza: “Alzo un muro elettrico”, “La mia musica” e “La Grande Fuga”.

Tornano sulla scena Patrizio Fariselli con “La mela di Odessa” e “Luglio agosto settembre (nero)” e Filippo Destrieri con “Propiedad Prohibida” e “Meccanica”.

La serata volge purtroppo al termine.

Tutti gli ospiti propongono insieme in successione “E’ Festa/Celebration”, “Centro di Gravità Permanente” e (momento non previsto) “Non mi Rompete”.

I presenti lasciano la piazza dopo più di due ore di musica di altissimo livello e interventi culturali con il direttore artistico della manifestazione, Maurizio Malabruzzi, e giornalista Guido Bellachioma in cui si è raccontata un’epoca che (forse) non c’è più ma che è ancora viva nei cuori di molti.

IMG-20190809-WA0010 IMG-20190809-WA0008 IMG-20190809-WA0005 IMG-20190809-WA0004 IMG-20190809-WA0007 IMG-20190809-WA0006 IMG-20190809-WA0001 IMG-20190809-WA0011 IMG-20190809-WA0003 IMG-20190809-WA0002

Redazione

Inserito dai Redattori di "Vento nuovo". Quotidiano di informazione, cultura, innovazione, economia, arte, fashion, gossip, sport, fondato a Roma nel 2009 ( n. 43/2010)

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest