ecoi

Fase due, ECOITALIASOLIDALE, il servizio di monopattini elettrici in sharing deve essere un progetto adeguato e deve partire con strade e percorsi in sicurezza

La Sindaca Raggi ha inaugurato il primo servizio di monopattini elettrici in sharing, 1.000 mezzi  in circolazione da oggi nella Capitale con il principio di funzionamento  simile a quello del bike
sharing a pedalata assistita, con l’obiettivo di aiutare Roma e soprattutto attrarre i turisti a tornare e ripartire nel segno della sostenibilità ambientale.

Siamo soddisfatti per ogni iniziativa che possa andare verso la sostenibilità ambientale, ma ciò che preoccupa  è l’incapacità di organizzazione che ha dimostrato in questi anni l’amministrazione
guidata dalla Sindaca Raggi anche in questo settore, basti pensare il naufragio del Bike Sharing con le biciclette “gialle”, ed ancor peggio il ricordo della pessima figura a livello internazionale con la
21esima e ultima tappa del 101esimo Giro d’Italia di ciclismo, sospesa per la protesta dei corridori, a seguito delle impraticabili condizioni delle strade romane.

Non sono sufficienti le conferenze stampa e le foto di rito per organizzare un adeguato servizio nella città, peraltro che deve essere da supporto al servizio di trasporto pubblico a livelli adeguati, sia
con bus e soprattutto attraverso  la metro. Ci vuole capacitàorganizzativa e dimostrare concretamente che il progetto possa essere supportato da percorsi e strade adeguate ed in sicurezza.

E’ quanto dichiarano in una nota Piergiorgio Benvenuti e Fabio Ficosecco, rispettivamente Presidente e responsabile romano del
Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.