videosorveglianza

Grottaferrata, ok alle Fototrappole contro discariche e degrado

Contro discariche abusive e degrado, a Grottaferrata in arrivo le fototrappole. Una necessità, voluta dal primo cittadino Andreotti per tanare coloro che buttano illegalmente rifiuti, creando così piccole e grandi oasi di immondizie a cielo aperto. Un sistema, che in molti comuni italiani ha dato ottimi risultati, elevando numerose sanzioni amministrativi a chi non rispetta la normativa vigente e deturpa ambiente e pubblico decoro. Sul tema il governo criptense scrive nel provvedimento, pubblicato sull’Albo Pretorio del Comune: “I soli servizi istituzionali tradizionali della Polizia Locale, legate anche alle funzioni demandate agli orari lavorativi e alla dotazione organica, non risultano strumenti efficaci a perseguire gli obiettivi prefissati”. Ossia tutte le misure adeguate per contrastare l’abbandono dei rifiuti e il degrado urbano. Al fine di adottare opportuni strumenti di controllo, di identificare i trasgressori delle norme e di impedire il radicamento di situazioni con problematiche igienico-sanitarie, causate dal deposito incontrollato di spazzatura, quindi il Comune di Grottaferrata ha deciso di stanziare risorse per le cosiddette fototrappole. Ma cosa sono? Si tratta di particolari tipi di telecamere utilizzate per catturare immagini e video, con una duplice peculiarità: sono mimetizzabili e resistenti a eventi atmosferici come vento, pioggia e neve.

M.M.